13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Buzz@ti/AMO Giardino Buzzati 2022. 50mo della morte di Dino Buzzati. Sabato il...

Buzz@ti/AMO Giardino Buzzati 2022. 50mo della morte di Dino Buzzati. Sabato il via al convegno 

Dino Buzzati

Belluno, Granaio di Villa Buzzati, San Pellegrino, via Visome 18

“Da Rina Fort alla nera del XXI secolo; com’è cambiata la cronaca nera da Buzzati ad oggi”

Organizzazione: Associazione Culturale Villa Buzzati S. Pellegrino – Il Granaio e ORDINE dei Giornalisti del Veneto.

SABATO 21 maggio 2022

Ore 9:00 – 13:00: “La cronaca nera di Dino Buzzati” (4 crediti formativi)

Si parla sempre di Buzzati giornalista-scrittore, di come in lui non sia possibile scindere e distinguere in moto netto ciò che è cronaca da ciò che è narrativa. Non parliamo di purezza di stile, ma di una ibridazione che lo ha reso una voce fuori dal coro in entrambi i mondi.

La prima parte del convegno si prefigge di utilizzare alcuni testi per illustrare sì l’eccezionalità di Buzzati come giornalista, ma anche suggerire la rilettura di diversi suoi racconti, contestualizzandoli.

Coordinatore/ Moderatore: Gianluca Amadori giornalista (ex corrispondente per il Corriere della Sera e Panorama), cronista di giudiziaria per il Gazzettino, componente dell’Esecutivo del Consiglio dell’Ordine nazionale dei giornalisti.

Interventi

Patrizia Dalla Rosa: Studiosa e docente, referente scientifica Centro Studi Buzzati di Feltre.

  • Scrivere di “nera”. Il modello Dino Buzzati.

 

Federica D’Angelo: studiosa di Buzzati.

  • Rina Fort e il lupo: la nascita della nera e l’ibridismo stilistico.

Non potendo non citare questo momento chiave per la cronaca nera italiana, è forse durante il seguitissimo processo a Rina Fort che Buzzati, complice l’immaginario collettivo, iniziò a trasfigurare la “belva dalla sciarpa gialla” in una creatura famelica pronta a seminare il terrore in città in uno dei suoi racconti?

 

Articolo e racconto a confronto (Lettura dell’articolo “Un ombra gira tra noi” e del racconto “Il lupo”)

 

  • La tragedia di Albenga: fin dove ci si può spingere nella tragedia?

La bravura di Buzzati nel dosare la naturale carica di patetismo presente nelle tragedie per veicolare l’immedesimazione senza per questo defraudare i protagonisti delle vicende del rispetto dovuto al loro lutto. (lettura di “Tutto il dolore del mondo”)

  • Un cane morsicato da un uomo: riflessione di un giornalista sul giornalismo.

Il sensazionalismo serve davvero? La semplicità è uno dei punti di forza dello stile di uno scrittore e in particolar modo del fantastico buzzatiano (lettura dell’articolo “Un cane morsicato da un uomo”)

Legge: Antonella Morassutti attrice.

 

Maurizio Dianese, giornalista/scrittore, tra i più autorevoli esperti di fatti di malavita del Nordest.

  • Dal racconto poetico della nera al copia e incolla via Internet.

 

Luana de Francisco giornalista del “Messaggero Veneto” di Udine, si occupa di cronaca giudiziaria. Collabora con “Repubblica” e “l’Espresso”. Componente del consiglio di disciplina dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia.

  • “Tra questura e tribunale: nera e giudiziaria nel taccuino di una giornalista”

 

Ore 13:00 – 14:30 pausa pranzo con buffet in giardino offerto dall’Associazione. A seguire breve visita guidata del giardino della villa e dei luoghi adiacenti fonte di ispirazione della lirica buzattiana.

 

Ore 15:00-18:00: “Responsabilità penale nella cronaca nera” (3+2 crediti deontologici giornalisti, 3 crediti avvocati). In collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Belluno.

Coordinatori/moderatori: Antonella Giacomini, pubblicista dell’Ordine del Veneto, addetta stampa Associazione Villa Buzzati S. Pellegrino – il Granaio e Sonia Sommacal, Viceprocuratore Onorario presso la Procura del Tribunale di Venezia, organizzatrice e relatrice di eventi di formazione.

 Ospite: Carlo Nordio, ex magistrato e procuratore aggiunto di Venezia, impegnato nelle inchieste di Mani pulite, indagini sulle Brigate Rosse del Veneto, Tangentopoli.

Interventi:

Roberto De Nart, giornalista, fondatore e direttore di Belluno Press, scrittore di libri di cronaca nera e giudiziaria.

  • Marta Kusch, Linda Cimetta e Silvia Da Pont, tre femminicidi del secolo           scorso. Ricerca delle fonti, errori, documenti e testimonianze.

 

Giorgio Battaglini, avvocato/pubblicista, docente presso la Scuola di Giornalismo “Dino Buzzati”, consulente legale OdG.

  • Deontologia della cronaca nera e giudiziaria.

 

Sonia Sommacal,

Il processo mediatico e il processo celebrato nelle sedi giudiziarie: i rapporti tra la stampa e le parti processuali.

 

 

Buzz@ti/AMO – Giardino Buzzati 2022

info / eventi e prenotazioni  al numero  351 6086602

Associazione Culturale Villa Buzzati S. Pellegrino – il granaio

Via Visome 18,- 32100 Belluno – 

culturavillabuzzati@gmail.com,

C.F. e P.IVA  01032690255

Facebook: Associazione Villa Buzzati

Presidente  Valentina Morassutti – valentinamorassutti@gmail.com

Share
- Advertisment -

Popolari

Cultura e reunion dei Pooh, la giornata bellunese a Casa Sanremo

Red Canzian, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Di nuovo insieme per la prima serata di Festival, con un aneddoto tutto longaronese. Perché...

Il lupo della Sportful Dolomiti Race domani ulula a Casa Sanremo 

Domani la Sportful Dolomiti Race sbarca a "Casa Sanremo", l'area ospitalità della famosa manifestazione canora. Il ciclismo in provincia dii Belluno sarà l'argomento della trasmissione "Buongiorno Sanremo" di domani, mercoledì...

Successo per l’occhialeria veneta allo stand della Regione Veneto al Mido. Presenti 5 aziende bellunesi

A Mido la Regione del Veneto mette a disposizione di 5 aziende venete del settore dell'occhialeria uno spazio nel proprio stand regionale. La Regione del...

Interreg Italia-Austria. Conoscere la storia e i beni culturali nell’area Dolomiti live.

Il programma di febbraio nei musei cadorini è ricco e variegato: laboratori, dimostrazioni, concerti, escursioni consentiranno a bambini e adulti di imparare e approfondire...
Share