13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 27, 2022
Home Cronaca/Politica Presentata la lista Belluno bene comune a sostegno della candidata sindaco Lucia...

Presentata la lista Belluno bene comune a sostegno della candidata sindaco Lucia OLivotto

E’ stata presentata oggi al Bar Alpago in piazzale Resistenza a Belluno la lista “Belluno Bene Comune” a sostegno della candidata sindaco Lucia Olivotto.

“Ha con sé l’esperienza, la passione e la concretezza, per ricoprire il ruolo di sindaco. Oltre allo sguardo di una donna, che è ciò che manca a questa città”.
Queste le parole del capolista Paolo Bello in apertura alla presentazione della seconda lista e della candidata sindaco Lucia Olivotto, vicesindaco uscente di Belluno, “che per 7 anni ha ricoperto il ruolo di assessore al bilancio portando sempre i conti in ordine”.

Insieme a Lucia Olivotto e Paolo Bello, c’era il candidato Sergio Marchese, già consigliere di opposizione nel primo mandato di Massaro sindaco, che ha sottolineato il costante rapporto collaborativo consolidato all’epoca con Lucia Olivotto.

“Belluno Bene Comune è una lista completamente nuova di persone, 12 donne e 11 uomini, con la loro professione, che non hanno bisogno della politica per affermarsi – ha detto Paolo Bello – ma sono qui, appunto, per il bene comune”.
“Secondo gli analisti economici, ci attendono delle grandi sfide insidiate da processi di recessione: 3 progetti su 4 sono fermi per l’aumento dei costi. Per la bolletta energetica del Comune di Belluno è previsto un aumento di un milione di euro l’anno”.

Paolo Bello ha quindi riassunto per punti l’orizzonte fissato al 2030 degli obbiettivi della lista da lui rappresentata. Al primo posto Bello colloca la diversità.
“La ricchezza deriva dalla diversità. Abbiamo in lista persone di diverse etnie, cittadini italiani che sono stati accolti nella nostra città, si sono integrati e hanno messo a disposizione la loro esperienza”. Paolo Bello ha sintetizzato i vari punti specifici del programma della lista, che fanno parte del programma generale di Lucia Olivotto. Sulla mobilità di collegamento Bello ha posto l’accento sul nuovo supermercato che sarà edificato a nord di piazzale Resistenza nell’area dell’ex distributore. “L’amministrazione comunale in questo caso – ha detto – è stata ostaggio dei poteri economici locali a scapito del bene comune”. Bello ha parlato di mobilità elettrica “dobbiamo ripensare i percorsi ciclopedonali e turistici”, della sanità di montagna a difesa dei servizi del territorio. E soprattutto della perduta autorevolezza in questi anni del Comune capoluogo. E ancora di scuola citando Calamandrei “Se non investiremo in formazione avremo dei sudditi e non dei cittadini”, delle nostre eccellenze degli istituti che vanno supportati; della politica culturale con particolare attenzione alle associazioni culturali “mattoni della cultura. Del calo demografico “una tragedia annunciata che pare non interessare a nessuno”. Del recupero del centro storico attraverso un progetto con il privato per la realizzazione in via Mezzaterra di un outlet, un insieme di negozi. Sulle politiche giovanili Bello è stato inflessibile “Bisogna sfondare il tetto dello 0,24% per le risorse destinate ai giovani. Sulle frazioni ha proposto un cambio di prospettiva, che consideri i borghi parte importante della comunità. In questa direzione va appunto il bilancio partecipato voluto dall’assessorato di Lucia Olivotto. Sul turismo Bello ha parlato di arti, mestieri, siti archeologici, un percorso con tappa finale al Museo Fulcis, oltre al Nevegal.

Ecco tutti i nomi dei candidati in lista:
Bello Paolo, 60 anni, psicologo in Ulss Dolomiti e consigliere comunale uscente; Bez Maddalena, 37 anni, tre figli, ostetrica in Ulss Dolomiti; Boccato Marina, 65 anni, educatrice professionale in Ulss Dolomiti; Bridda Roberta, 51 anni, consulente aziendale; Cadore Livia, 56 anni, avvocato libero professionista; Chiarelli Claudio, 62 anni, dentista; De Nart Valentina, 34 anni, psicologa; De Pian Nilo, 59 anni, grafico; Ferri Sara, 27 anni, laureata in architettura; Foresta Luisa, 50 anni, responsabile marketing presso multinazionale dell’occhialeria; Gjoshi Burbuqe, 34 anni, Presidente del forum femminile Albabell e del forum femminile immigrazione; Lipilini Marco, 60 anni, educatore professionale e insegnante di scuola primaria; Marchese Sergio, 48 anni, ingegnere elettronico, consulente d’innovazione e risparmio energetico, startupper digitale; Melillo Giuliana Pia, 38 anni, laureata in lingue e impiegata; Meyo Clarine Yosaline, 40 anni, operaia; Moritsch Andrea, 62 anni, impiegato commerciale; Sirena Stefano, 61 anni, impiegato in pre-pensionamento, già dirigente sportivo; Shyti Artan, 58 anni, ingegnere nel settore delle energie alternative e presidente dell’Associazione Albabell; Vallata Lucio, 52 anni, operatore della sicurezza privata; Viel Ighli, 68 anni, operatrice socio-sanitaria in pensione; Viel Mirco, 65 anni, pensionato, già dipendente BIM con esperienza nella depurazione acque; Vignato Barbara, 53 anni, impiegata amministrativa; Zannini Alberto, 51 anni, ingegnere infrastrutture e trasporti.

Share
- Advertisment -


Popolari

Sabato il tappone dolomitico Belluno, Marmolada, Passo Fedaia

Classico tappone dolomitico domani, sabato 28, nonché ultimo arrivo in salita del Giro d’Italia 2022. Partenza da Belluno con una breve deviazione lungo la valle...

Giro d’Italia. Il Tricolore dall’Altare della Patria a Piazza Martiri

La città di Belluno si prepara ad accogliere la grande festa del Giro d'Italia con la tappa regina della Corsa Rosa, la Belluno-Marmolada di...

Scuola, stati generali di Fratelli d’Italia a Roma. Tafner: “Salute mentale degli studenti danneggiata dalla pandemia. Per l’educazione emotiva servono insegnanti formati”

Roma, 27 maggio 2022 "Meritarsi il futuro: la scuola delle conoscenze e la sfida del domani": questo il tema degli stati generali della scuola...

Due motociclisti perdono la vita. Tre auto coinvolte in un incidente a Salce

Sangue sulle strade bellunesi. Due motociclisti perdono la vita in due diversi incidenti. Tre auto coivolte in un incidente a Salce con due feriti. Alle...
Share