13.9 C
Belluno
lunedì, Novembre 28, 2022
Home Cronaca/Politica Viabilità Comelico, entro maggio un protocollo d'intesa sindaci-Anas per definire l'iter della...

Viabilità Comelico, entro maggio un protocollo d’intesa sindaci-Anas per definire l’iter della strada “dla Val”

Il presidente della Provincia di Belluno: «Fatti passi avanti nell’interlocuzione»
Il ministro D’Incà: «Importante il lungo percorso di dialogo avviato con Anas»

«Il tema della galleria Comelico rimane complesso e in quanto tale continuerà a essere l’osservato speciale. Ma oggi (ieri, venerdì 29 aprile, per chi legge), si è fatto un importante passo avanti, per quanto piccolo, nell’interlocuzione tra Anas e territorio».

Roberto Padrin – Presidente della Provincia

Lo afferma il presidente della Provincia di Belluno, a margine del vertice in Prefettura tra sindaci e Anas relativo agli interventi previsti sulla Statale 52 Carnica.
La riunione, a cui ha partecipato anche il ministro per i Rapporti con il Parlamento D’Incà, ha fissato due orizzonti temporali diversi. Il primo riguarda la definizione, entro fine maggio, di un protocollo d’intesa tra Anas e il territorio per definire costi, progettualità e tempi di recupero della vecchia strada “dla Val”. Il secondo invece è fissato per i prossimi mesi, quando con tutti gli approfondimenti sul tavolo verranno individuate le modalità di avvio del cantiere in galleria Comelico.

«In mezzo, ci sarà un nuovo confronto, al quale i sindaci del Comelico arriveranno con l’approfondimento relativo al possibile utilizzo del tunnel dell’Enel, che oggi è a servizio dell’impianto idroelettrico del lago di Tudaio. E anche Anas farà alcune verifiche su questa possibilità» continua il presidente della Provincia. «In ogni caso, il percorso condiviso è quello di proseguire sul recupero della strada “dla Val”, per la quale Anas ha dimostrato un’ampia apertura. Servono i finanziamenti, circa 60 milioni di euro, ma si tratta di un’opera che i sindaci definiscono progettabile in un paio di settimane e che rimarrebbe a disposizione del territorio anche dopo la fine dei lavori in galleria. Rilevo positivamente il cambio di clima rispetto alla questione Comelico, frutto anche del lavoro di mediazione del ministro D’Incà. L’intero territorio provinciale è unito su questa partita, consapevole che l’isolamento di una vallata montana costituisce un problema anche per le valli limitrofe».

Federico D’Incà – Ministro

Il ministro D’Incà dichiara che «l’incontro di oggi è frutto di un lungo percorso di dialogo con Anas, che ho voluto avviare assieme al Presidente Padrin e all’onorevole De Menech. Il confronto è stato positivo e credo che l’apertura per il recupero della vecchia strada ‘dla Val’ e le nuove modalità per i lavori nella galleria Comelico siano una risposta nei confronti del territorio che ha bisogno della massima attenzione. In questi giorni mi confronterò con le sedi competenti per individuare i possibili finanziamenti per i lavori. La galleria del Comelico, così come quella di Coltrondo, sono due opere estremamente rilevanti per le nostre comunità e hanno un valore di spesa di circa 170 milioni di euro».
Secondo D’Incà «dobbiamo lavorare tutti assieme con una visione che possa risolvere le problematiche del bellunese, risolvendo i nodi della viabilità e cercando le migliori soluzioni per i cittadini».

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Perché obbligare a seppellire il prodotto di un aborto? Venerdì a Tai di Cadore l’incontro

Non Una di Meno Belluno organizza il 2 dicembre, alle 20,15, nella sala pubblica Coletti di Tai di Cadore, un incontro, a ingresso libero,...

Giro 2023, Provincia e Dmo Dolomiti al lavoro per promuovere le tappe. Eventi collaterali a regia unica, per un territorio spettacolare

Il Bellunese sarà protagonista al Giro d’Italia 2023, con due tappe quasi interamente in provincia. La Oderzo-Palafavera del 25 maggio, e la Longarone-Tre Cime di...

Cordoglio per il piccolo Christian. Il sindaco De Pellegrin: “Non ci sono parole che possono lenire l’enorme dolore”

Di seguito le parole di cordoglio del sindaco di Belluno, Oscar De Pellegrin, per la scomparsa del piccolo di 15 mesi colpito da meningite. “Non...

Lions Club in lutto per la morte del generale Angelo Baraldo

La scomparsa del generale Angelo Baraldo, pur malato da tempo, ha lasciato nei soci del Lions Club Belluno un grande vuoto. Personalità molto conosciuta...
Share