13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 27, 2022
Home Cronaca/Politica Elezioni provinciali, 6 seggi alla lista "Provincia Comune-Belluno 2030", 4 a "Progetto...

Elezioni provinciali, 6 seggi alla lista “Provincia Comune-Belluno 2030”, 4 a “Progetto Dolomiti”. Padrin: «Ora al lavoro per le prossime sfide del territorio»

Palazzo Piloni, sede della Provincia

Si sono concluse le operazioni di spoglio delle elezioni provinciali. Nel voto per il consiglio, la lista “Provincia Comune – Belluno 2030 con Padrin presidente” risulta vincitrice con 45.203 voti ponderati (il 56,97%) e guadagna sei seggi. La lista “Progetto Dolomiti” invece ha raccolto 34.133 voti ponderati (il 43,03%) e avrà quattro seggi.

Il nuovo consiglio sarà così composto: per la lista “Provincia Comune – Belluno 2030”, Lucia Da Rold (7.620 voti ponderati), Walter Cibien (7.296), Simone Deola (5.863), Paolo Perenzin (5.760), Franco De Bon (4.623), e Fabio Luchetta (4.740); per la lista “Progetto Dolomiti”, Dario Scopel (6.366), Danilo De Toni (6.168), Mattia Gosetti (6.083) e Serenella Bogana (5.505).

Roberto Padrin – Presidente della Provincia

Confermato presidente Roberto Padrin, unico candidato alla presidenza. Hanno votato 515 elettori sui 728 aventi diritto (suddivisi nelle fasce di ponderazione previste a seconda del peso demografico dei 61 Comuni bellunesi), e il presidente ha ricevuto l’80,7% di voti validi (9 nulle, 90 bianche).

«Ringrazio la lista “Provincia Comune – Belluno 2030” che ha creduto nella continuità del lavoro fatto in questi anni e mi ha appoggiato. E un grazie anche agli elettori di “Progetto Dolomiti”: l’esercizio democratico, pur nelle difficoltà di una Provincia di secondo grado e con un candidato unico alla presidenza, è sempre un segnale importante, tanto più in considerazione del fatto che con questo rinnovo abbiamo l’ingresso di due donne in consiglio, con Lucia Da Rold come più votata» commenta il presidente Padrin. «Ora siamo chiamati a lavorare per le prossime sfide del territorio, dal piano strategico alla programmazione Fcc, dalle infrastrutture al contrasto dello spopolamento. Ci auguriamo buon lavoro, con la consapevolezza che le nostre comunità e gli enti locali hanno bisogno di un ente di area vasta forte e in grado di coordinare le politiche territoriali».

Share
- Advertisment -

Popolari

Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel. A settembre il nuovo spettacolo “Radici, radici”

E’ molto difficile non riuscire a trovarsi a Belluno. Eppure ci siamo riusciti. L’appuntamento per l’intervista con Grazia Donadel, cantante, compositrice, laureata in Filosofia...

Due interventi in montagna per scariche di sassi

Belluno, 26 - 06 - 22  -  Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della parete nord...

Il professor Trabucco nominato Referente del Dipartimento Affari costituzionali di Italexit

Domenica 26 giugno 2022, a Roma, nel corso del I° convegno nazionale di Italexit il segretario nazionale, senatore Gianluigi Paragone, ha nominato il professor...

Occhiali e surrealismo: attrazione. La mostra a Pieve di Cadore, per vedere il surreale e il reale

Domenica 3 luglio, alle ore 18.00, presso la Fondazione Museo dell’Occhiale onlus di Pieve di Cadore, si terrà l’inaugurazione dell’esposizione Occhiali e surrealismo: attrazione....
Share