13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 27, 2022
Home Lettere Opinioni Le anticipazioni della ricerca IRI per Vinitaly. Si assestano le vendite nella...

Le anticipazioni della ricerca IRI per Vinitaly. Si assestano le vendite nella distribuzione moderna

Vendite in crescita del 2% nei primi 9 mesi del 2021, con punte del 4,8% dei vini Doc e del 27% delle bollicine . Sono veneti i vini più venduti nelle classifiche

Verona, 13 ottobre 2021 – Le vendite dei vini nella Distribuzione Moderna si stanno assestando, dopo il boom del 2020. Viaggiano sempre in territorio positivo, ma con un riequilibrio progressivo, conseguenza della condizione di relativa normalità che i vaccini hanno indotto: più libertà di consumare fuori casa, più presenze nelle sedi di lavoro e meno spesa per i consumi casalinghi. E’ quanto emerge dall’anticipazione della ricerca IRI per Vinitaly, che sarà presentata lunedì 18 ottobre a Vinitaly Special Edition (a Verona dal 17 al 19 ottobre). Nei primi 9 mesi del 2021 le vendite dei vini sono cresciute del 2% a volume e del 9,7% a valore. Nella classifica dei vini Top, cioè quelli più venduti in assoluto,
il vino veneto Valpolicella si trova al 14% posto per vendite a volume, con 2 milioni e mezzo di litri venduti a un valore di quasi 20 milioni di euro (dato che include anche il Valpolicella Ripasso). Il Prosecco frizzante (prodotto anche in Friuli) è in 12° posizione con 2 milioni e 840mila litri venduti, per un valore di 19 milioni e 474mila euro. Il Lugana è, invece, primo nella classifica Best, cioè dei vini con maggior tasso di crescita: ha aumentato le vendite a volume del 46,4% rispetto allo stesso periodo del 2020, venduto a un prezzo medio di 7,5 euro a bottiglia. Conferma il suo trend in ascesa il Valpolicella Ripasso che è all’8° posto con una progressione del 26,2%.

Nella classifica dei vini Top vanno sottolineati i cali delle vendite a volume del Lambrusco (-6,7%), della Barbera (-10,6%%) e della Bonarda (-4,9%) e gli aumenti del Vermentino (+25,7%) e della Valpolicella (+23,9%). Crescono i vini blasonati nella classifica dei vini Best: in 3°, 4° e 5° posizione Barolo (+42,8%), Brunello di Montalcino (+41,5%) e Nebbiolo (+33,7%), che però nel 2020 erano stati particolarmente penalizzati dai lockdown. Le prime posizioni del podio di questa particolare classifica, utile per individuare i trend, sono occupati dal Lugana, come già detto, e dal Sagrantino di Montefalco (+43,7%). Complessivamente una conferma dell’ampia gamma di vini di qualità presente negli scaffali della DM, offerti a prezzi convenienti.

La ricerca IRI per Vinitaly dettaglia le dinamiche delle vendite: i vini a denominazione d’origine, nella classica bottiglia da 0,75 lt, continuano a performare molto bene, seguendo un trend che prosegue da anni: i vini DOC crescono del 4,8% a volume e del 10,8% a valore; i vini IGP crescono del 3,6% a volume e del 8,1% a valore. Le bollicine vendono più del vino, registrando una crescita rilevante del 27,1%. Male tutti gli altri formati: bottiglioni di vino comune, brik, bag in box. Le bottiglie a marca del distributore (MDD) crescono del 3,0% nel formato da 0,75lt, ma calano del 2,9% nel totale.

Per quanto riguarda i prezzi, prosegue la tendenza degli ultimi anni di una progressiva rivalutazione del valore del vino nella DM: 3,9 euro a bottiglia il prezzo medio complessivo del vino, 5,6 euro a bottiglia delle bollicine.

“La dinamica dei prezzi e delle promozioni assume una valenza importante in uno scenario di progressiva normalizzazione, come vedremo nella tavola rotonda di Vinitaly Special Edition – ha spiegato Virgilio Romano, Business Insight Director IRI Analizzeremo i trend per capire quali vantaggi e opportunità potrà cogliere la DM, anche nei rapporti con le cantine dedicate all’Horeca”.

La ricerca completa dell’Iri sarà presentata lunedì 18 ottobre a Vinitaly Special Edition, dalle 10 alle 12, nella Sala Rossini e discussa dai rappresentanti di Conad, Coop, MD, Federvini e Unione Italiana Vini ((l’ingresso è libero; non sarà trasmessa in streaming).

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si torni tra le gente, si parta dai giovani”

“I partiti, iniziando dal Partito Democratico, devono tornare a stare tra la gente: il PD è un grande partito, che va però rifondato identificando...

Politiche 2022. Osnato (FdI): “Una vittoria senza se e senza ma”. De Carlo: “5 anni fa eravamo al 4%, oggi in regione siamo al...

"Questa mattina, con dati ormai definiti, possiamo sicuramente trarre le prime considerazioni. Si tratta di una vittoria senza “se” e senza “ma”, che dimostra una...

Federica Lotti (flauto) e Massimo Somenzi (pianoforte) venerdì alle 20:30 al Liceo Lollino di Belluno

Al via la seconda parte della 69ma Stagione 2022 del Circolo Culturale Bellunese, sulle note del flauto di Federica Lotti, accompagnata al pianoforte da...

Nuova pista di atletica al Polisportivo di Belluno

Sono a buon punto i lavori al Polisportivo di Belluno: entro la settimana sarà terminata la posa della nuova pista di atletica. Il progetto,...
Share