13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 27, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Dolomiti show e buy Veneto montagna. Le Dolomiti Unesco protagoniste a Longarone...

Dolomiti show e buy Veneto montagna. Le Dolomiti Unesco protagoniste a Longarone fiere l’11 ottobre

 

Longarone Fiere, Arredamont 2019 (Foto d’archivio)

Venezia, 6 ottobre 2021 – Incontri B2B tra gli operatori dell’offerta turistica del Veneto (strutture ricettive con posti letto, agenzie immobiliari, agenzie viaggio specializzate in incoming, servizi per il turismo) e gli operatori internazionali della domanda. Questo l’obbiettivo di “Buy Veneto Speciale Montagna”, il progetto promosso e finanziato dalla Regione del Veneto che si inserisce nell’ambito dell’iniziativa “Buy Veneto”, l’evento più importante di marketing territoriale a favore degli operatori veneti del turismo interessati a potenziare i propri rapporti commerciali con i mercati esteri.

“A Longarone Fiere assieme alla kermesse ‘Dolomiti Show’, ospitiamo questo appuntamento, che valorizza e promuove l’offerta turistica delle Dolomiti Patrimonio Unesco, cime che dopo i Mondiali di Sci saranno di nuovo protagoniste in occasione delle Olimpiadi e Paralimpiadi del 2026 – ha spiegato Federico Caner, assessore regionale al Turismo -. I numeri dimostrano che ci sono tutte le condizioni per far ripartire il turismo montano, perché abbiamo compreso, in questo ultimo anno e mezzo, che gli italiani e i Veneti sono tornati a far le vacanze nella propria regione e nel proprio Paese. Il periodo gennaio-luglio si chiude con un -7,6% di arrivi e -15,8% delle presenze (rispetto agli stessi mesi del 2020), ma la stagione estiva porta cifre molto buone, vicine a quelle del periodo pre-pandemia. Infatti, a luglio le presenze aumentate del 37% rispetto allo stesso mese del 2020, reggono il confronto anche con luglio 2019 (-2,8%). E i primi dati provvisori di agosto, di cui si attende conferma a breve, indicherebbero un numero di presenze che va ben oltre quello di agosto 2019 (+7,2%)”.

Alla conferenza stampa di questa mattina sono intervenuti anche il direttore della DMO Dolomiti, il direttore del Dolomiti Show oltre ai rappresentanti di ASSI (Associazione Sociale Sportiva Invalidi) Onlus e a quelli di Cortina Senza Confini.

“Abbiamo più di 30 buyer che operano nei mercati esteri più significativi per il segmento montagna già registrati per Longarone – ha continuato l’assessore -, dove gli operatori turistici dell’area dolomitica veneta presenteranno e commercializzeranno, attraverso incontri B2B, la propria offerta. Oggi il buyer prima di vendere un territorio lo vuole conoscere ed è per questo che abbiamo introdotto anche degli educational tour selezionando le zone che sappiamo essere di loro interesse. In programma cinque esperienze della durata di due giorni che toccheranno le città d’arte, le spiagge, le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene e le zone termali”.

Quest’anno, l’appuntamento si arricchisce di due iniziative: la 2a edizione del premio “Piave d’Argento“, che si terrà domani, giovedì 7 ottobre alle 18 in birreria Pedavena, che premierà prodotti editoriali e professionisti della comunicazione che hanno saputo trasmettere al meglio, a livello nazionale e internazionale, le peculiarità del territorio della provincia di Belluno, il fiume Piave e le Dolomiti Bellunesi, mentre lunedì 11 ottobre alle ore 11 l’arena di Dolomiti Show ospiterà il dibattito “Olimpiadi e Paralimpiadi, turismo accessibile, cultura dell’inclusività: cosa fare per prepararci al 2026?”.

“Lo sport – ha concluso l’assessore – è un importante mezzo per incentivare e promuovere l’inclusività. Come Regione sosteniamo da anni un progetto per rendere la Costa Veneta accessibile offrendo servizi e strutture capaci di ospitare anche chi è diversamente abile. Ora è giunto il momento di studiare una iniziativa specifica per la montagna, non solo per motivi etici e morali, ma anche economici. Sono 46 milioni i potenziali clienti europei e credo sia doveroso pensare ad una offerta turistica ritagliata sulle loro esigenze. Noi ci siamo, perché l’inclusività è una filosofia che va diffusa in tutta la Regione. Dallo sport fino al turismo”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si torni tra le gente, si parta dai giovani”

“I partiti, iniziando dal Partito Democratico, devono tornare a stare tra la gente: il PD è un grande partito, che va però rifondato identificando...

Politiche 2022. Osnato (FdI): “Una vittoria senza se e senza ma”. De Carlo: “5 anni fa eravamo al 4%, oggi in regione siamo al...

"Questa mattina, con dati ormai definiti, possiamo sicuramente trarre le prime considerazioni. Si tratta di una vittoria senza “se” e senza “ma”, che dimostra una...

Federica Lotti (flauto) e Massimo Somenzi (pianoforte) venerdì alle 20:30 al Liceo Lollino di Belluno

Al via la seconda parte della 69ma Stagione 2022 del Circolo Culturale Bellunese, sulle note del flauto di Federica Lotti, accompagnata al pianoforte da...

Nuova pista di atletica al Polisportivo di Belluno

Sono a buon punto i lavori al Polisportivo di Belluno: entro la settimana sarà terminata la posa della nuova pista di atletica. Il progetto,...
Share