13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 1, 2022
Home Cronaca/Politica Riparte il Parco di Lambioi con cinema all'aperto

Riparte il Parco di Lambioi con cinema all’aperto

Lambioi – maggio 2020 dopo Vaja

Riparte l’attività del Parco fluviale di Lambioi, devastato dal passaggio di Vaia e dall’esondazione del Piave: dopo due anni e mezzo, parte del Parco torna accessibile e vivibile per l’estate con novità ed eventi.

A dare il via alla ripartenza, il sindaco Jacopo Massaro con gli assessori Yuki d’Emilia e Marco Bogo: «Il Parco di Lambioi nasce per volere di questa amministrazione nel 2013, – ricorda Massaro – e in pochi anni è diventato un punto di riferimento per i bellunesi, fino a quelle drammatiche giornate di fine ottobre 2018. L’affetto dei nostri concittadini, e non solo, per questo parco è stato così grande da averci permesso di ricostruirlo grazie alle loro donazioni (90mila euro circa): per ringraziarli tutti, nel mese di settembre organizzeremo un’inaugurazione ufficiale invitando tutti i privati, aziende, associazioni che hanno donato per ridare vita a Lambioi».

Quinto Piol 

Ma la storia del Parco di Lambioi parte qualche anno prima. A ricordarlo è Quinto Piol, assessore provinciale al tempo della giunta di Sergio Reolon. “L’area di Lambioi è partita con l’azione decisa e forte di Sergio Reolon. L’allora presidente della Provincia, anche per dare un segnale forte, praticò quanto previsto dalla prima legge regionale in senso autonomista della provincia di Belluno. Quella del demanio idrico. Nel 2009, senza chiedere nessun permesso, come diceva di dover fare il sindaco di Belluno e Genio Civile, tra paure e diffide, la Provincia si impossessò dell’area, la ripulì, tagliò l’erba e organizzò lo spettacolo di Marco Paolini. Un’esempio di “autonomia praticata”! La Giunta Provinciale aveva presentato il progetto europeo curato dall’assessore Irma Visalli per ottenere i finanziamenti che hanno consentito, poi, i lavori citati dal sindaco Massaro.

Il parco

Il “nuovo” parco di Lambioi è stato ricostruito in un’area sicura, risparmiata dall’esondazione del Piave post-Vaia: «Abbiamo trasferito in questa zona le attrazioni e i servizi che si trovavano prima in un’area più vasta. – spiega l’assessore Marco Bogo – Si trovano due punti barbecue da sei fuochi ciascuno, un parco giochi per bambini, un campo da beach volley e il chiosco, che sarà gestito dalla nostra società partecipata Sportivamente Belluno e che inizierà la sua attività a giorni. Le panchine del parco e la staccionata che dà sul Piave sono state interamente realizzate con il legno degli schianti della tempesta Vaia, così da rimarcare ancora di più la rinascita di questa zona».

La zona sud del parco resta invece ancora inaccessibile in quanto ospita il cantiere di sistemazione e messa in sicurezza degli argini da parte del Genio civile e dei Servizi Forestali Regionali, ai quali va il ringraziamento del sindaco per l’impegno e il lavoro effettuato.

Il cinema all’aperto

Per festeggiare la riapertura del parco e il lento ritorno alla normalità, da sabato 3 luglio fino al 21 agosto sbarcherà sulle rive del Piave il cinema all’aperto, realizzato in collaborazione con il Cinema Italia: «Tutti i mercoledì e i sabato di luglio e agosto si potrà assistere alle proiezioni all’aperto: – sottolinea l’assessora d’Emilia – in calendario ci sono 15 spettacoli, 12 a Lambioi e 3 in Faverghera sul Nevegal. Già la scorsa estate avevamo proposto due serate di cinema all’aperto e visto il successo ottenuto abbiamo pensato di riproporre l’iniziativa, questa volta con una rassegna più lunga e articolata».

Valore aggiunto di questa iniziativa è il marchio Green Event, introdotto quest’anno dall’amministrazione e che certifica gli eventi che rispettano particolari criteri di sostenibilità ambientale: si tratta del primo evento “in presenza” a ottenere la certificazione.

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Le opere di Luciano De Polo al punto vendita vini “Casere” di Cavarzano

Belluno, 1° ottobre 2022 - Prosegue con successo la rassegna artistica ideata da Roberto Bogo nel suo negozio di Cavarzano, punto vendita di vini...

Presentata ieri al Centro congressi Giovanni 23mo la nuova guida rossa Belluno città splendente

Ha avuto luogo ieri, venerdì 30 settembre al Centro Giovanni XXIII di Belluno, la presentazione della guida “Belluno città splendente. Storia, architettura, arte” tanto attesa dalla...

Andre Fiocco è il nuovo segretario provinciale della Cgil Funzione Pubblica. Subentra a Gianluigi Della Giacoma

Oggi, a Sedico, presso il Centro Formazione e Sicurezza, è stato eletto il nuovo Segretario Generale della Fp-CGIL di Belluno. Le delegate e i delegati...

Tornano in vigore da domani a Belluno le inutili ordinanze anti smog

Belluno, 30 settembre 2022 - Entrano in vigore da domani, sabato 1 ottobre, le due nuove ordinanze comunali “antismog” (N.358 “Misure di limitazione della...
Share