13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 29, 2021
Home Riflettore Viabilità. Prefetto Savastano: "Mi riprometto che, periodicamente, la Prefettura verificherà con Anas...

Viabilità. Prefetto Savastano: “Mi riprometto che, periodicamente, la Prefettura verificherà con Anas lo stato di avanzamento delle procedure e dei cantieri”

La Prefettura, in collaborazione con ANAS, ha avviato un’iniziativa per il monitoraggio delle ingenti opere di ammodernamento della rete stradale bellunese. Qui di seguito la dichiarazione del prefetto di Belluno Mariano Savastano e le 3 schede tecniche relative alle varianti di Tai di Cadore, Valle di Cadore e San Vito di Cadore.

Mariano Savastano – Prefetto

“Sin dai primi giorni dopo il mio insediamento a Belluno, avvenuto il 26 aprile,  – ha dichiarato il prefetto – tutti gli amministratori locali, le autorità istituzionali ed i rappresentanti delle categorie economiche che ho incontrato hanno sottoposto alla mia attenzione le problematiche legate alle carenze delle infrastrutture esistenti ed alla viabilità caratterizzata da un’autostrada che arriva sino a Ponte nelle Alpi e che prosegue nelle varie direttrici – Feltre, Agordo, Cortina d’Ampezzo, il Cadore – attraverso strade statali e regionali non più adeguate alle esigenze di mobilità di persone, merci, turisti ed imprese.
Occorre rimanere concentrati per riuscire a portare a termine il Piano di potenziamento della viabilità già previsto per i Mondiali di Sci di Cortina 2021 e per tale motivo ho incontrato i vertici di ANAS per fare il punto di situazione sullo stato di realizzazione delle tre varianti di Tai di Cadore, di Valle di Cadore e di San Vito di Cadore al fine di offrire alle comunità interessate, agli amministratori locali ed ai rappresentanti delle associazioni di categoria informazioni puntuali, aggiornate e verificate.
Mi riprometto che, periodicamente, la Prefettura verificherà insieme ad ANAS lo stato di avanzamento delle procedure e dei cantieri, pronti a dare sostegno e ad intervenire ogni qualvolta ANAS, gli amministratori o altri qualificati portatori di interessi collettivi lo richiederanno per approfondire gli eventuali aspetti critici che dovessero emergere e per trovare, d’intesa con il territorio, le soluzioni più adeguate”.

VARIANTE DI SAN VITO DI CADORE

Descrizione intervento:

L’intervento, inserito nel “Piano degli Interventi di adeguamento della Viabilità Statale per l’evento sportivo Cortina 2021, è previsto tra i progetti infrastrutturali da realizzare per i giochi olimpici del 2026.

Riguarda la realizzazione della variante alla S.S. n. 51 di Alemagna in corrispondenza del centro abitato di San Vito di Cadore, con l’obbiettivo di ridurre le numerose criticità legate alla sicurezza e alla funzionalità della rete stradale che garantisce l’accessibilità a Cortina e al territorio del Cadore: elevata incidentalità per la presenza di immissioni, intersezioni pericolose e traffico pedonale, inquinamento ambientale e acustico, limitazione al pieno sviluppo turistico del centro e delle aree limitrofe.

Si realizzerà una variante alla Strada Statale che prevede l’esecuzione, in un percorso che si sviluppa per una lunghezza di circa 2,3 km, di due rotatorie, due opere d’arte e quattro gallerie artificiali antirumore.

Ricadute/vantaggi dell’opera per i cittadini:

L’intervento consentirà di razionalizzare il traffico gravitante sul centro abitato di San Vito di Cadore e di migliorare la viabilità di accesso allo stesso, attraverso la realizzazione di un by-pass al centro urbano.

Costo dell’intervento37,153 milioni

Stato di avanzamento:

È in corso la progettazione esecutiva.

Il progetto è l’esito di un approfondimento tecnico e di precedenti fasi progettuali, consistenti in uno studio di fattibilità proposto dal Comune nel 2017 con individuazione del tracciato della variante. L’ANAS sta realizzando il progetto definitivo che segue il tracciato proposto dal Comune; tuttavia, rispetto a tale studio è emersa la necessità di apportare correzioni al tracciato stradale per renderlo rispondente alla normativa di settore; è stata studiata una variante altimetrica per ridurre le forti pendenze in arrivo alla rotatoria; sono state studiate soluzioni alternative e migliorative alle rotatorie di inizio e fine intervento.

Entro il corrente anno è previsto l’avvio delle procedure di gara, a fronte di un tempo previsto per l’esecuzione dei lavori di circa 30 mesi.

VARIANTE DI TAI DI CADORE

Descrizione intervento:

L’intervento, inserito nel “Piano degli Interventi di adeguamento della Viabilità Statale per l’evento sportivo Cortina 2021”, è previsto tra i progetti infrastrutturali da realizzare per i giochi olimpici del 2026.

Riguarda la realizzazione della variante alla S.S. n. 51 di Alemagna in corrispondenza del centro abitato di Tai di Cadore, al fine di ridurre le criticità legate alla sicurezza e migliorare il livello di servizio della rete stradale che garantisce l’accessibilità alla valle del Boite e al territorio del Cadore.

Il progetto è l’esito di un approfondimento tecnico e normativo di un tracciato individuato e sviluppato in condivisione con il Comune.

Si realizzerà di una variante alla Strada Statale, quasi completamente in galleria, per una lunghezza complessiva di circa 1,160 Km

 

Ricadute/vantaggi dell’opera per i cittadini:

L’intervento consentirà di razionalizzare il traffico gravitante sul centro abitato di Tai di Cadore e di migliorare la viabilità di accesso allo stesso, attraverso la realizzazione di un by-pass al centro urbano.

Costo dell’intervento46,300 milioni 

Stato di avanzamento:

È in corso la chiusura del progetto definitivo per la successiva approvazione e l’avvio della progettazione esecutiva.

È stata effettuata la campagna di indagini geognostiche integrative al progetto definitivo.

A completamento della progettazione esecutiva saranno attivate le procedure autorizzative.

Si prevede di avviare le procedure di gara entro il corrente anno, a fronte di un cronoprogramma dei lavori di circa 30 mesi.

VARIANTE DI VALLE DI CADORE

Descrizione intervento:

L’intervento, inserito nel “Piano degli Interventi di adeguamento della Viabilità Statale per l’evento sportivo Cortina 2021”, è previsto tra i progetti infrastrutturali da realizzare per i giochi olimpici del 2026.

Riguarda la realizzazione della variante alla S.S. n. 51 di Alemagna in corrispondenza del centro abitato di Valle di Cadore, al fine di razionalizzare il traffico gravitante sull’abitato, oggi di fatto regolato da senso unico alternato per effetto della sezione ristretta e della prossimità di fabbricati vincolati alla sede stradale.

La soluzione progettuale consiste nella realizzazione di una variante alla Strada Statale, quasi completamente in galleria, per una lunghezza di circa 1,1 Km.

Ricadute/vantaggi dell’opera per i cittadini:

L’intervento consentirà di razionalizzare il traffico gravitante sul centro abitato di Valle di Cadore e di migliorare la viabilità di accesso allo stesso, attraverso la realizzazione di un by-pass al centro urbano.

Costo dell’intervento44,138 milioni 

Stato di avanzamento:

Il Comune di Valle di Cadore ha predisposto nel 2017 uno studio di fattibilità con individuazione del tracciato della variante. ANAS ha successivamente sviluppato il progetto definitivo sul tracciato individuato nello studio di fattibilità.

Allo stato attuale ANAS ha avviato la progettazione esecutiva, attivando un continuo confronto con la Regione Veneto e il Comune di Valle di Cadore per condividere gli approfondimenti svolti e individuare la soluzione progettuale maggiormente compatibile con il contesto territoriale e con il sistema di vincoli in cui l’intervento si inserisce.

È in fase di restituzione dei dati la campagna di indagini geognostiche integrative.

È in avvio la fase di esecuzione delle indagini archeologiche.

Si prevede l’avvio delle procedure di gara entro il corrente anno, a fronte di un tempo di esecuzione lavori di ca. 20 mesi.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Confermata domenica 1° agosto a Belluno la manifestazione “No al green pass”

"No al green pass". Domenica I° agosto dalle ore 18:00 alle ore 20:00 è confermata la manifestazione in piazza dei Martiri a Belluno. La protesta...

SlowMachine tra le imprese d’innovazione riconosciute dal Ministero della Cultura

SlowMachine, la compagnia teatrale bellunese che dal 2014 lavora sul territorio producendo spettacoli realizzando progetti di programmazione, è stata riconosciuta dal Ministero della Cultura...

Elisa Calcamuggi è la nuova responsabile marketing della Dmo

La Dmo Dolomiti si rinnova, con una nuova responsabile marketing. Si tratta di Elisa Calcamuggi, giornalista sportiva, che ha vinto il bando per la...

Cortina celebra i 150 anni dalla nomina della prima Guida alpina

A Cortina la tradizione alpinistica nasce in tempi lontani e naturalmente, come parte della vita quotidiana nella valle. Furono i cacciatori infatti i primi...
Share