13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 1, 2022
Home Cronaca/Politica Calalzo di Cadore. Nuovi progetti per giovani e persone in difficoltà. De...

Calalzo di Cadore. Nuovi progetti per giovani e persone in difficoltà. De Carlo: “Contrastiamo lo spopolamento e curiamo il nostro territorio”

La giunta comunale di Calalzo di Cadore nella seduta di oggi ha deliberato il via a due nuovi progetti a sostegno dei giovani e delle persone in difficoltà.
Per i primi, parte il progetto “Sono giovane e amo Calalzo”, che prevede il coinvolgimento dei giovani dai 14 ai 18 anni nel periodo estivo in attività manuali ed in particolare nella manutenzione ambientale; per la sua realizzazione, il progetto prevede la collaborazione delle associazioni che hanno sede sul territorio comunale. Per partecipare, le organizzazioni dovranno inviare per posta elettronica, PEC o consegnare a mano la documentazione richiesta dal bando; nella domanda, andranno anche esplicitate le ore di lavoro settimanali previste, il numero di giovani coinvolti e il tipo di attività che si intende realizzare. La spesa totale prevista per questa iniziativa è di 3.500 euro, di cui circa 1.900 sono coperti dal finanziamento regionale per il progetto “Capacitandosi”, che si articola poi in varie forme sul territorio regionale e che nel caso di Calalzo vede il comune cadorino partner del comune di Ponte nelle Alpi, titolare del piano di intervento territoriale.

È invece indirizzato alle persone in difficoltà economica, lavorativa o abitativa il secondo progetto, con iniziative di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale: in questo caso, si attiveranno due progetti di Reddito di Inclusione Attiva – RIA e due interventi SOstegno all’abitare – SOA. Quattro le famiglie che quindi riceveranno sostegno per una spesa complessiva di 5.400 euro, dei quali 4.500 finanziati dalla Regione Veneto con i fondi del Piano Regionale di Contrasto alla povertà, che per la gestione associata dei servizi sociali
dell’ambito territoriale agordino, bellunese e cadorino vede il comune di Belluno come capofila.
“Si tratta di piccoli interventi, ma che ci consentono da un lato di aiutare le nostre famiglie in situazione di difficoltà cronica o semplicemente peggiorata da questi lunghi mesi di pandemia e chiusure forzate, aiutandole così nella gestione personale ed evitando che siano costretti a lasciare le proprie case e il nostro territorio, e dall’altro di coinvolgere i più giovani in attività che consentano loro di rendersi utili per il proprio paese e che permettano loro anche una ripresa di quella socialità a lungo negata durante l’emergenza sanitaria”, chiosa il sindaco di Calalzo di Cadore, Luca De Carlo.

Share
- Advertisment -

Popolari

Le opere di Luciano De Polo al punto vendita vini “Casere” di Cavarzano

Belluno, 1° ottobre 2022 - Prosegue con successo la rassegna artistica ideata da Roberto Bogo nel suo negozio di Cavarzano, punto vendita di vini...

Presentata ieri al Centro congressi Giovanni 23mo la nuova guida rossa Belluno città splendente

Ha avuto luogo ieri, venerdì 30 settembre al Centro Giovanni XXIII di Belluno, la presentazione della guida “Belluno città splendente. Storia, architettura, arte” tanto attesa dalla...

Andre Fiocco è il nuovo segretario provinciale della Cgil Funzione Pubblica. Subentra a Gianluigi Della Giacoma

Oggi, a Sedico, presso il Centro Formazione e Sicurezza, è stato eletto il nuovo Segretario Generale della Fp-CGIL di Belluno. Le delegate e i delegati...

Tornano in vigore da domani a Belluno le inutili ordinanze anti smog

Belluno, 30 settembre 2022 - Entrano in vigore da domani, sabato 1 ottobre, le due nuove ordinanze comunali “antismog” (N.358 “Misure di limitazione della...
Share