13.9 C
Belluno
sabato, Febbraio 27, 2021
Home Cronaca/Politica Ripartizione fondi alle Ulss venete. Lorenzoni: "Sbagliato escludere il Bellunese. Massaro ha...

Ripartizione fondi alle Ulss venete. Lorenzoni: “Sbagliato escludere il Bellunese. Massaro ha tutte le ragioni del mondo”

Arturo Lorenzoni

“Che l’Ulss 1 Dolomiti sia stata esclusa dal fondo di 52 milioni di euro stanziato dalla Regione per interventi nel settore sanità è di una gravità inaudita”. Così il portavoce delle opposizioni in consiglio regionale, Arturo Lorenzoni, sulla segnalazione del sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, in merito alla mancata ripartizione di risorse ad hoc sul territorio.

“Il primo cittadino ha fatto emergere un tema reale, motivato e urgente – spiega lo stesso Lorenzoni – Non giungerà nemmeno un euro alla sanità del bellunese, per certi aspetti la più fragile del Veneto”. Forse, si chiede il portavoce, “è la meno pesante in termini elettorali e di consenso?”. “Gli investimenti nel comparto della sanità, che peraltro si sta dimostrando strategico in questo periodo di pandemia, devono andare nella direzione della territorialità. In altri termini, occorre applicare il principio della sussidiarietà, potenziando i vari servizi nelle zone decentrate”.

Un modus operandi, questo, che è stato ben evidenziato pure dal presidente del consiglio, Mario Draghi, nel suo discorso di insediamento in Parlamento. “Chi vive nel Bellunese ha gli stessi diritti di chi abita nelle città, in pianura – aggiunge – Non è pensabile trascurare i servizi a svantaggio di chi, di fatto, rappresenta un presidio nelle aree meno densamente popolate della Regione. Se non diamo un’offerta di qualità, soprattutto nella sanità, è chiaro che poi la montagna si spopola”. “Mi auguro – conclude – che sia ancora possibile porre rimedio a questo errore nella ripartizione dei contributi dedicati ad investimenti nel comparto sanitario. In tal senso il sindaco Massaro ha tutte le ragioni del mondo”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Contrattazione sociale in provincia di Belluno: le Linee Guida per il 2021 di Cgil-Cisl-Uil

Lotta alla povertà e alla disuguaglianza sociale, politiche concrete in favore di anziani e giovani, nuove infrastrutture sanitarie per combattere la diffusione del Covid-19....

Nominati da Zaia i nuovi direttori generali della sanità veneta

Venezia, 26 febbraio 2021 - Il presidente della Regione, Luca Zaia, ha nominato oggi i nuovi direttori generali delle nove Ullss, delle due Aziende ospedaliere...

Lupo avvistato nella zona dell’Oltrerai di Ponte nelle Alpi. De Bon: «Nessun rischio per l’uomo. Ma gli animali domestici vanno custoditi adeguatamente»

I tecnici della Provincia e il consigliere delegato Franco De Bon hanno incontrato questa mattina il sindaco di Ponte nelle Alpi, per analizzare la...

Maria Grazia Carraro è il nuovo direttore generale della Ulss 1 Dolomiti

Maria Grazia Carraro, laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova, con Specializzazione in Igiene e medicina preventiva, è il nuovo direttore generale della...
Share