13.9 C
Belluno
domenica, Giugno 20, 2021
Home Cronaca/Politica Flash mob FdI Veneto in Nevegal a difesa degli operatori della montagna....

Flash mob FdI Veneto in Nevegal a difesa degli operatori della montagna. De Carlo: “Si diano indennizzi per i costi sostenuti”

“La montagna merita rispetto, non Speranza”: è con questo slogan che questa mattina Fratelli d’Italia si è presentata in tutta la montagna italiana per protestare contro i provvedimenti del governo che hanno penalizzato gli operatori del settore turistico invernale.
In Veneto, Fratelli d’Italia ha scelto come ambientazione di questo flash mob Belluno e il Nevegal, ed è davanti agli impianti di risalita – fermi per la retromarcia all’ultimo minuto di domenica scorsa del governo – che si sono presentati, assieme a tanti militanti, il capogruppo in consiglio regionale Raffaele Speranzon, i presidenti provinciali di Verona e commissario di Padova onorevole Ciro Maschio, di Treviso Giuseppe Montuori, di Belluno Filippo Osnato e la responsabile del circolo di Belluno Monica Mazzoccoli, guidati dal senatore e coordinatore veneto del partito Luca De Carlo: “Abbiamo denunciato più volte, anche in aula alla Camera e al Senato, l’ingiusto e irrispettoso trattamento riservato agli operatori turistici, così come a quelli dei settori dello sport, della ristorazione, dell’accoglienza,…”, attacca De Carlo. “Chiediamo indennizzi, non ristori: sento parlare di 600 milioni di euro da erogare agli operatori della montagna, ma questi non sono assolutamente sufficienti, servono appena a coprire i costi dell’innevamento artificiale. Servono indennizzi a copertura dei costi sostenuti, non semplici ristori forfettari. È inutile riempirsi la bocca di parole come “attenzione per la montagna” quando i comportamenti vanno completamente in direzione opposta”.
“Siamo l’unico partito di opposizione a questo governo, e continueremo ad opporci a tutte quelle manovre che penalizzino imprese, famiglie e cittadini”, continua De Carlo. “Purtroppo lo avevamo previsto: questo governo lavora in continuità con quello precedente, e la montagna e l’Italia ora hanno bisogno di tutt’altro. Il presidente Draghi sarà però ostaggio di queste forze politiche, le stesse che hanno portato la nazione a un passo dal baratro; Fratelli d’Italia invece ha sempre scelto di stare dalla parte dei cittadini”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Temporali, vento e grandine da domenica pomeriggio

Venezia, 19 giugno 2021 - Il bollettino emesso dal Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto annuncia, per le prossime ore, tempo instabile in...

Tolti 4,6 miliardi per infrastrutture alle zone deboli. De Menech: «Tentativo di sottrarre risorse alla montagna. Non passerà in Parlamento»

«C'è un tentativo di sottrarre risorse alla montagna, alle aree interne e al sud. Grave il colpo di mano che ha tolto dal decreto...

Pubblicato dalla Regione l’elenco dei maestri artigiani: per Confartigianato Belluno c’è Antonio Da Ronch, restauratore

Antonio Da Ronch, titolare della Adr Restauri di Feltre, è il primo associato di Confartigianato Belluno a essere insignito della qualifica di maestro artigiano...

Malore mortale sotto il Rifugio 7mo Alpini

Belluno, 18 - 06 - 21 - Attorno alle 13.20 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato a seguito della chiamata della gestrice...
Share