13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 15, 2021
Home Prima Pagina Ronce 2020. Gimmy Dal Farra: "Progetti pronti per i finanziamenti, si parta...

Ronce 2020. Gimmy Dal Farra: “Progetti pronti per i finanziamenti, si parta al più presto”

Gimmy Dal Farra

L’associazione Belluno Alpina accoglie con soddisfazione i primi interventi concreti sul territorio del comprensorio Quantin-Nevegal-Ronce-Valmorel: “Con i fondi Vaia è stato asfaltato il primo chilometro di strada verso Ronce, un primo passo fondamentale per preparare il passaggio del Giro d’Italia”, commenta il presidente Gimmy Dal Farra. “Ora si interverrà anche sulle migliorie necessarie su quel tratto, come le piazzole di scambio per le quali si sta attivando anche l’Unione Montana: RCS passerà in sopralluogo il prossimo autunno e se vogliamo portare a casa il passaggio per Valmorel, Tassei e Ronce con arrivo in Nevegal dobbiamo farci trovare pronti”.

Il 2021 e il 2022, per Belluno Alpina, saranno anni di grandi lavori: “Con il progetto Ronce 2020 abbiamo realizzato un programma a supporto dei residenti del comprensorio, per dare opportunità di lavoro e un motivo per restare ai cittadini, alle partite iva, ai piccoli hobbisti. Tutte le nostre proposte sono state incanalate nei vari percorsi regionali, provinciali e comunali, e sono tutte tenute insieme da un filo conduttore, quello dall’antispopolamento e della tutela dell’area prealpina, che può portare ad intercettare bandi e contributi. Le carte sono pronte, ora devono partire i cantieri”.

Il progetto Ronce 2020 raccoglie infatti diverse progetti che spaziano dal turismo all’agricoltura al sociale: “Sono tutte iniziative pronte per essere realizzate, basta l’accordo tra enti e “una firma” e si può partire con la realizzazione. Partiamo dal lago multifunzione: attività di protezione civile, naturalistico, turistico,..; c’è poi la strada silvopastorale, fondamentale per rimuovere i circa 17000 mc di legname ancora a terra e scongiurare il bostrico. Il percorso natura famiglia denominato “del gallo”, con percorsi a tema per famiglie e bimbi; la necessità di costituire un consorzio forestale per la manutenzione a supporto dei quattro comuni interessati, con obbiettivo esclusivo di intervento sopra quota 600, sia per la cura del territorio che per dare posti di lavoro ai residenti; il progetto di recupero dell’ex scuola di Ronce come sede operativa del consorzio forestale; il grande piano per il Giro d’Italia, con la preparazione del percorso sulla strada esistente e con la progettazione di sette interventi mirati all’allargamento della sede stradale per realizzare piazzole di scambio per auto; il museo della collezione di sci, slittini, bob, scarponi, ma anche materiali e componenti storici dei primi impianti di risalita come seggiolini,riduttori e motori, rulliere, etc.”, ricorda Dal Farra.

“Oltre a tutto questo, il progetto antispopolamento conta anche su altre piccole, ma dirette azioni: il supporto agli hobbisti per lo sfalcio prati, il trasporto a chiamata, la ricerca di possibilità di introdurre agevolazioni per il carburante e per le ristrutturazioni,…tutte soluzioni “semplici”, ma che per i residenti sono un segnale importante, come dimostra quanto fatto dal comune di Sovramonte, che per queste iniziative può contare sui fondi dei comuni confinanti”, sottolinea Dal Farra.

“Finalmente si stanno facendo le prime azioni concrete, e si deve continuare così. Ringrazio l’amministrazione comunale che, con l’assessore Biagio Giannone, ha subito creduto al progetto Ronce 2020, insieme a tutti gli assessori sempre disponibili e all’Unione Montana Belluno Ponte. Ora il comune sta riassumendo e coordinando le idee diventati veri e progetti, e li sta condividendo con le altre amministrazioni interessate per stilare una linea guida di programmazione. Confidiamo che ci sia la massima convergenza possibile e che si decida di intervenire concretamente ed in fretta su tutta questa fascia prealpina che spesso viene dimenticata quando si parla della montagna, ma che può offrire grandi opportunità economiche e di sviluppo se le vengono garantiti i servizi necessari”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Il Tribunale di Belluno respinge il ricorso degli operatori sanitari collocati in ferie forzate perché si erano opposti alla vaccinazione

Con ordinanza n.328 ex art. 669 terdecies CPC del 6 maggio 2021 il Tribunale di Belluno, presidente del Collegio il dottor Umberto Giacomelli, respinge...

Fondo Ambiente Italiano. Gemellaggio tra il Fai Giovani di Belluno e quello di Bolzano per scoprire il rispettivo patrimonio di storia e arte

Non sempre tra Belluno e Bolzano si creano rivalità e competitività: un valido e significativo esempio di collaborazione e dialogo viene dai volontari dei...

Tib Teatro non si è arreso. Investimenti, tenacia e lavoro in tempo di pandemia. E nuovi importanti riconoscimenti

Belluno, 14 maggio 2021 - "Un anno e mezzo di pandemia, teatri chiusi, ferma la tournée dei nostri spettacoli, ferma la stagione Comincio dai...

Quattro eventi a Seravella per la “Rassegna delle rose 2021”. Deola: «Iniziative culturali e valorizzazione del territorio per uscire dalla crisi Covid»

È tutto pronto al Museo etnografico della Provincia per la "Rassegna delle rose 2021". Quattro eventi, fino all'inizio di giugno, che ruoteranno attorno allo...
Share