13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 31, 2020
Home Cronaca/Politica Tribunale Belluno. Non c'è esclusiva nell'accompagnamento escursionistico. Archiviato il procedimento a una...

Tribunale Belluno. Non c’è esclusiva nell’accompagnamento escursionistico. Archiviato il procedimento a una Guida ambientale naturalistica su denuncia di una Guida alpina

Palazzo di Giustizia di Belluno

Si chiude con un’archiviazione la vicenda che vede protagonista una Guida veneta, regolarmente iscritta ad AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), che in seguito ad accompagnamento in escursione su terreni innevati con ciaspole, è stata denunciata da una Guida Alpina per esercizio abusivo della professione (art. 348 del codice penale). La denuncia risale al 6 giugno 2019 per escursione risalente al 10.02.2019 in Val di Zoldo. L’archiviazione da parte del tribunale di Belluno è stata notificata lo scorso 7 Ottobre.

“Non solo viene sottolineata l’infondatezza del reato ipotizzato” dichiara il Presidente AIGAE Davide Galli “Vengono anche ribadite la professionalità e la formazione necessarie all’accompagnamento da parte delle Guide Ambientali Escursionistiche. Un passaggio molto importante del PM riguarda infatti la formazione: “attività quest’ultima per la quale l’indagato aveva tutti i titoli e la formazione necessari”. E a dirlo non sono io, bensì il Tribunale di Belluno” conclude il Presidente Galli.

A seguito del tentativo di opporsi all’archiviazione operato dalle Guide Alpine, il Giudice delle Indagini Preliminari, nel motivare che il Collegio “non è legittimato a proporre opposizione alla richiesta di archiviazione” ha respinto il ricorso affermando che è “del tutto condivisibile la motivazione della richiesta di archiviazione formulata dal Pubblico Ministero in via principale”.

Archiviazione questa, che arriva a seguito delle precedenti di natura analoga già segnalate (Macerata, Pescara, Pesaro, Bolzano, Teramo e tutte le altre). Nonostante anche il parere delle avvocature regionali che sottolineano anche quanto la L.6/89 sulle Guide Alpine crei “una condizione di privilegio così esclusivo da apparire di carattere sproporzionato e irragionevole rispetto all’obiettivo di garantire la sicurezza e la tutela del destinatario della prestazione del servizio.”
L’Avvocatura della Regione Marche, con parere del 13-3-2018 ha ribadito anche sia “l’assenza dei limiti altitudinali che l’inesistenza della definizione di ambiente montano” oltre a confermare la “NON ESCLUSIVITÀ DELL’ACCOMPAGNAMENTO ESCURSIONISTICO, anche su terreni innevati, se non nell’utilizzo di “corde, piccozze e ramponi”.

Riteniamo questo, l’ennesimo tentativo di diffamazione da parte del Collegio delle Guide Alpine, volto a bloccare e disturbare l’attività delle Guide Ambientali Escursionistiche, che si stanno affermando sempre di più su tutto il territorio nazionale, grazie alle loro capacità divulgative e alla loro continua formazione, al loro operato in condizioni di massima sicurezza e attenzione a tutela degli accompagnati. Ci dispiace essere costretti a disperdere tempo e risorse per proteggerci da questi attacchi sottraendo energie alla valorizzazione e rilancio dei territori attraverso l’accompagnamento in natura, vero obiettivo di ogni Guida Ambientale Escursionistica, in Veneto come nel resto d’Italia.

“SI RITIENE CHE PER IL TIPO DI ATTIVITÀ PUBBLICIZZATA E REALIZZATA DALL’INDAGATO, PER LE CIRCOSTANZE DI TEMPO E LUOGO E PER LE MODALITÀ POSTE IN ESSERE, NON SI POSSA, NEL CASO CONCRETO PARLARE, DI ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE DI GUIDA ALPINA.” scrive il Pubblico Ministero nella richiesta di archiviazione
“L’ATTIVITÀ CHE L’INDAGATO AVREBBE POSTO IN ESSERE NON RIENTREREBBE TRA GLI ATTI PROFESSIONALI ESCLUSIVI PROPRI DELLA GUIDA ALPINA, QUANTO PIUTTOSTO DI GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Escursionista in gravi condizioni, ruzzolato per 200 metri

Taibon Agordino (BL), 31 - 10 - 20   Attorno alle 14 la Centrale del Suem è stata allertata da due escursionisti che avevano perso...

Nasce Gusto in Scena, il periodico di Lucia e Marcello

Dove tutto è alta qualità, sono le idee e i valori storico-culturali delle scelte a creare la differenza. Nasce su queste basi "Gusto in...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell'incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe...

Sovracanoni idrici. De Menech: “Belluno rischia di perdere milioni di euro a causa di una proposta di legge di Forza Italia a favore dei...

Roma, 31 ottobre 2020   «Un danno enorme per le amministrazioni locali. La Provincia di Belluno rischia di perdere milioni di euro». Il deputato bellunese...
Share