13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Oltre le Vette 2020. Venerdì la prima serata della rassegna dedicata all'alpinismo...

Oltre le Vette 2020. Venerdì la prima serata della rassegna dedicata all’alpinismo e all’avventura

Si terranno al Teatro Comunale di Belluno le serate dedicate all’alpinismo e all’avventura della 24a edizione di Oltre le vette – Metafore, uomini, luoghi della montagna.
Il teatro avrà posti limitati, nel rispetto delle disposizioni vigenti. L’ingresso è gratuito ma avverrà solo previa prenotazione e registrazione obbligatoria (tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.oltrelevette.it, con il link diretto al sistema di prenotazione online).
Si tratta di eventi e ospiti selezionati da Francesco Vascellari, editore, alpinista e scialpinista ed esperto di attività outdoor.

Santi Padros e Diego Toigo alla fine di Madre Tierra

Si inizierà dunque venerdì 2 ottobre, serata inaugurale della rassegna, alle ore 21.00, con Santi Padros e Diego Toigo, protagonisti dell’incontro dal titolo Madre Tierra la Pachamama. Patagonia, Nepal e le Dolomiti in un viaggio tra alpinismo e arrampicata su ghiaccio.
Santiago Padros, guida alpina di origine spagnola, si è trasferito da molti anni tra le Dolomiti bellunesi. Nel corso della serata vedremo le immagini di alcune delle sue tante spedizioni: sul Cerro Adela, nel gruppo del Cerro Torre, in Patagonia; sulle cascate di ghiaccio della Valle del Rowaling, in Himalaya, e ovviamente sulle Dolomiti, dove nell’ultimo inverno con Diego Toigo ha salito classiche e nuove vie di ghiaccio.

Martedì 6 ottobre (ore 21, Teatro Comunale) Oltre le vette presenta Dalle Dolomiti agli oceani e ritorno, una serata dedicata al mondo della barca a vela, attività che ha molti legami con i tradizionali sport della montagna. Ospite sarà l’esploratrice Erica Giopp, autrice del libro Un anno in barcastop, edizioni Alpine Studio, vincitore del Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti 2109 nella sezione Alpinismo e viaggi. Originaria di Pieve di Cadore, laureata in Studi orientali e con una attività professionale tra Italia e Cina già avviata, Erica decide di mollare tutto e imbarcarsi – letteralmente – in una avventura insolita. Attraverso un sito internet specializzato prende contatto con barche alla ricerca di un membro di equipaggio e parte, riuscendo così a compiere quasi il giro del mondo, navigando per tre oceani e 17 mila miglia in dodici mesi. Dall’esperienza è nato un libro che ha avuto molto successo e che Erica ha presentato in innumerevoli serate in Italia.
La serata inizierà con la consegna del Premio Fondazione Silla Ghedina per la migliore via alpinistica aperta in Dolomiti nel 2019 – XVI edizione. Il premio andrà a Marco Toldo, Diego Dellai e Carlo Reghelin per la loro Diretta 4 gatti al Monte Agner.

Mercoledì 7 ottobre, alle ore 18, sarà invece la Sala Bianchi a ospitare Gianpaolo Sani e Milena Dalla Piazza in una conferenza dal titolo La prima traccia sul Serva. Come la montagna mi ha salvato la vita, un racconto di malattia, rinascita, avventura.

Giovedì 8 ottobre (ore 21, Teatro Comunale) sarà la volta di una serata dedicata alla fotografia aerea con il vicentino Stefano Maruzzo, autore di magnifiche immagini scattate durante il volo con il suo parapendio a motore. Maruzzo è famoso per il livello dei suoi scatti e la qualità delle sue opere. È autore di una importante pubblicazione sulle Ville Venete immortalate dall’alto e le sue fotografie arricchiscono il recente volume dedicato alla montagna intitolato Montagne del Veneto, edito da Cierre. Protagonista di molte mostre e di servizi televisivi, con la sua attività ha ottenuto diversi riconoscimenti. Il titolo dell’incontro è Dalla laguna alle Dolomiti e le sue immagini dall’alto, davvero spettacolari, consentiranno di cogliere le trasformazioni subite dal paesaggio nel corso del tempo e scoprire il territorio da un sorprendente punto di vista.

Paolo Tassi

Sabato 10 ottobre (ore 21, Teatro Comunale) Oltre le vette concluderà gli incontri serali con gli alpinisti ospitando sul palco la guida alpina cortinese Paolo Tassi, che presenterà Alla ricerca del cristallo perfetto. Ovvero, la vita è troppo bella per sciare male. Bolognese di nascita e cortinese di adozione, Tassi è specializzato in viaggi e spedizioni con gli sci ai piedi. In veste di guida o di alpinista ha salito montagne e disceso pendii innevati (anche a telemark) nei cinque continenti, specializzandosi nell’organizzazione di viaggi scialpinistici nelle montagne del Nord Europa, dalla Norvegia alle Isole Svalbard. Dotato di grande simpatia e capacità comunicativa, Tassi rende le sue serate divertenti ed emozionanti, un ottimo preludio alla prossima stagione invernale.

Le serate sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, con registrazione obbligatorie. Per le modalità di prenotazione e ogni ulteriore informazione visitare il sito www.oltrelevette.it
Durante gli eventi, sarà necessario il rigoroso rispetto delle norme contro il COVID-19

Share
- Advertisment -


Popolari

Ordinanza Alto Adige. Bond (FI): «Si prendono gioco dell’Italia. E al governo va bene così»

«Oltre al danno, la beffa: l'Alto Adige ci prende in giro. L'ultima sprezzante iniziativa è una pubblicità a pagamento su alcuni quotidiani nazionali». Così...

Case popolari, aperto il bando per il 2020. Domande entro il 4 dicembre

L’Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Belluno informa che è aperto il bando di concorso per l'assegnazione di alloggio di edilizia residenziale...

Covid-19 e il crollo dell’Occidente * di Aldo Constantini 

Perché l’oriente (Cina, Hong Kong, Taiwan, Vietnam, Singapore, Sud Korea, Giappone) riescono a controllare e gestire la pandemia di Covid-19 e l’occidente (Italia, Francia,...

Tre furti in appartamento. Due a Borgo Valbelluna e uno a Pedavena

Sono tre i furti in appartamento denunciati tra ieri e oggi: due sono avvenuti nel Comune di Borgo Valbelluna nel quartiere Salvo d'Acquisto dove...
Share