13.9 C
Belluno
giovedì, Dicembre 3, 2020
Home Prima Pagina Prefetto e questore in visita alla Vena d'Oro di Ponte nelle Alpi

Prefetto e questore in visita alla Vena d’Oro di Ponte nelle Alpi

Prefetto e questore in visita a Ponte nelle Alpi, in particolare, nella parte alta del territorio. Accolte in municipio dai vertici amministrativi, il prefetto Adriana Cogode e il questore Lilia Fredella hanno visitato lo storico stabilimento della Vena d’Oro e la zona Coi de Pera.

«Ci ha fatto molto piacere ricevere la visita delle titolari della funzione di coordinamento in materia di ordine e sicurezza – afferma il sindaco di Ponte nelle Alpi Paolo Vendramini -; entrambe sono rimaste colpite dalla bellezza e dalle peculiarità della zona, ma anche dalla serie di importanti servizi nelle frazioni».

Vena d’Oro – Ponte nelle Alpi

Proprio la riscoperta della Vena d’Oro si è rivelata strategica: «Nelle ultime due settimane di luglio, nei sabati di agosto e in due di settembre – prosegue Vendramini – abbiamo promosso una serie di visite guidate insieme alla Pro Loco. E la risposta della collettività è stata sorprendente, come confermano le 500 presenze complessive. Un numero ancor più significativo, se si considerano le restrizioni legate al Covid».

Il luogo era noto pure in epoca romana, ma è nell’Ottocento che il cavalier Giovanni Maria Lucchetti scoprì le proprietà terapeutiche dell’acqua: a quel punto, fece costruire un centro idroterapico con albergo, giardini, frutteti e prati tutt’attorno. Nell’albergo trovavano posto assistenza medica e direzione sanitaria, oltre a uno stabilimento balneare, centri ricreativi, bar e ristorante. La struttura venne poi abbandonata durante la Prima guerra mondiale, ma conobbe una seconda vita verso gli anni Trenta, quando divenne colonia estiva per i figli dei dipendenti Sade.

Non è un caso che la Vena d’Oro rappresenti un patrimonio del Fai (fondo Ambientale Italiano): «E anche un’opportunità dal punto di vista turistico e culturale – conclude il sindaco di Ponte nelle Alpi -. Prefetto e Questore hanno potuto così scoprire la storia dello stabilimento, diventato ora teatro di diverse attività e sede dell’associazione Insieme verso nuovi Orizzonti. A tale proposito, è stata molto bella l’accoglienza preparata dai responsabili e dai ragazzi».

All’incontro non sono mancati gli esponenti della Protezione civile e degli Alpini.

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio in un silos a Codissago di Longarone. Vigili del fuoco impegnati per tutta la notte

Dalle ore 9 circa di mercoledì, i vigili del fuoco sono impegnati a Codissago di Longarone all’interno di un sito industriale per l’incendio sviluppatosi...

Attivato il Piano Neve. Non si registrano criticità. Atteso per venerdì il peggioramento delle condizioni meteo

Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Provincia, del Comune...

Eletto il nuovo Consiglio dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri. Trionfa la lista “Facciamo Ordine”. Tre donne le professioniste più votate

La lista “Facciamo Ordine” ha davvero fatto ordine, aggiudicandosi 8 seggi su 9 nel nuovo consiglio dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia...

Programmazione eventi 2021. Comunicazione al Comune di Belluno entro il 21 dicembre per enti e associazioni

Enti e associazioni interessati ad organizzare un evento sul territorio del capoluogo nel corso del 2021 hanno tempo fino alle ore 12.00 di lunedì...
Share