13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 16, 2021
Home Prima Pagina Addio alle scuole medie di Mel. Iniziata la demolizione del fabbricato

Addio alle scuole medie di Mel. Iniziata la demolizione del fabbricato

Mel – Borgo Valbelluna: sono iniziati i lavori di demolizione dell’edificio scolastico che dal 1967 ha ospitato almeno tre generazioni di pre-adolescenti.

C’è un velo di tristezza negli occhi dei molti zumellesi che in questi giorni sostano sulla “panoramica”, Corso 31 ottobre, per guardare la fine della loro scuola media. Sono infatti iniziati i lavori di demolizione dell’edificio che dal 1967 ha ospitato migliaia di ragazzi: alcuni di loro ormai nonni ed altri tutt’ora studenti. Al suo posto sorgerà il nuovo plesso che ospiterà materne e primarie di Mel; un intervento complesso che oggi determina la riorganizzazione degli spazi per circa 200 alunni, ma che poi permetterà di avere spazi didattici innovativi per più di 300 bambini.

Nicola Sartori, nipote dello storico Giovanni “Nino” Sartori, sindaco di Mel al momento della costruzione dell’edificio, racconta la storia della sua nascita.
“La scuola media di Mel fu progettata dall’architetto Mario Sanzovo nel 1962 e i lavori iniziarono nel 1964. La costruzione del plesso scolastico fu fortemente voluta dall’allora amministrazione comunale che vedeva mio nonno Primo cittadino.”

Ne troviamo testimonianza nei documenti e negli articoli del tempo facenti parte dell’archivio di Nino Sartori e gelosamente custodito dal nipote.

“La motivazione fu la seguente, spiega Nicola: “Importantissima ed inderogabile la necessità di dotare la Scuola Media di un edificio modernamente costruito e tecnicamente attrezzato: con l’attuazione della legge che stabilisce l’istruzione obbligatoria per tutti i giovani fino all’età di 14 anni, si prevede che nell’anno 1963-64 saranno funzionanti presso la locale Scuola Media una decina di classi, con una popolazione scolastica talmente rilevante da non poter più essere contenuta entro il vecchio e inadatto edificio scolastico. Pressioni sono state fatte agli Onorevoli Parlamentari affinché con particolare insistenza rappresentassero tale necessità al Ministero competente. Per ora si può contare su un contributo di L.16.000.000.”

L’apertura della nuova scuola media avvenne il 4 dicembre 1967 anche se i lavori non erano stati ancora ultimati e la costruzione fu completata solo verso la fine degli anni ‘60.
Il preside di quel periodo fu il dott. Dino De Cal che poi venne sostituito dal prof. Giovanni Bettin nel dicembre del 1968. Negli anni ‘70 la popolazione scolastica oscillava suddivisa su ben cinque sezioni complete alle quali a volte si aggiungeva qualche classe; oggi le sezioni sono solo due.

Insieme alla costituzione del comune Borgo Valbelluna, questo è sicuramente un altro passaggio epocale per la popolazione zumellese, che vedrà sorgere una nuova scuola non solo come edificio, ma soprattutto nuova nella didattica e nel modo di fare scuola.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidenti in montagna

Val di Zoldo (BL), 15 - 05 - 21  Passate le 16 è scattato l'allarme per un'escursionista che, durante una camminata nei boschi in...

Avvicendamento al Gruppo alpini di Salce: Massimo De Vecchi subentra a Cesare Colbertaldo

Belluno, 15 maggio 2021 - Massimo De Vecchi è stato eletto al vertice del Gruppo alpini di Salce "Gen. P. Zaglio". Lo ha deciso...

Biennale di Venezia. Dolomiti Contemporanee è parte di Comunità Resilienti al Padiglione Italia della 17ma Mostra Internazionale di Architettura

Comunità Resilienti Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2021 17. Mostra Internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia. Arsenale – Tese delle Vergini 22 maggio/21 novembre 2021 Vernice: venerdì...

Gruppo FS italiane. Verificate le procedure di sicurezza nella galleria Fadalto sulla linea Conegliano-Ponte nelle Alpi

Belluno, 15 maggio 2021  -  Verificare in un caso di emergenza l'efficacia delle procedure, dei tempi di risposta, e del coordinamento delle strutture sul territorio,...
Share