13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 18, 2021
Home Sport, tempo libero Eventi enogastronomici Conclusi con successo i tre appuntamenti con l'enogastronomia firmati Calici di Stelle

Conclusi con successo i tre appuntamenti con l’enogastronomia firmati Calici di Stelle

Feltre, piazza Maggiore

Venerdì a Feltre e sabato a Melere e a Cortina d’Ampezzo. Calici di stelle, la manifestazione enogastronomica ideata dal Movimento Turismo del vino e promossa il mese di agosto dall’Associazione Nazionale Città del Vino, oltre al collaudato appuntamento nella Regina delle Dolomiti, quest’anno, per la prima volta, ha firmato i due eventi di Feltre e di Melere.

Venerdì sera, nella storica piazza Maggiore di Feltre la rassegna ha presentato i vini di produzione locale dalle cantine del Feltrino: l’Azienda Agricola Bonan Marco, la Tenuta Croda Rossa, l’Azienda Agricola Guarnieri, la Società Agricola De Bacco, la Società Agricola Pian Delle Vette e la Società Agricola Altor. L’evento, organizzato in collaborazione con l’associazione Palio di Feltre presieduta da Eugenio Tamburrino è stato caratterizzato dalla presenza degli sbandieratori del Quartiere Port’Oria e da un attore in costume medievale che narrava antiche vicende.

Località Melere, Borgo Valbelluna

Anche a Melere, quest’anno privata della tradizionale sagra gastronomica a causa dell’emergenza sanitaria, con Calici di Stelle sono stati presentati i vini del Feltrino accompagnati da cicheti a base di pesce da accompagnare ai vini bianche e con insaccati e formaggi per i vini rossi.

La parte del leone, ovviamente l’ha fatta Cortina d’Ampezzo con il suo collaudato appuntamento con il brindisi più atteso dell’estate all’Hotel de la Poste, tra vini d’eccellenza e finger food ampezzani gourmet. Un’eco dantesca, quella che ha dato il titolo all’ottava edizione di Calici di Stelle, che con il richiamo all’uscire ha voluto celebrare la bellezza della ritrovata convivialità, nel primo grande evento – organizzato all’Hotel de la Poste di Gherardo Manaigo, da Veneziaeventi con Maria Botter per Movimento Turismo del Vino e Città del Vino – dedicato all’enoturismo post emergenza sanitaria.

Il sindaco di Cortina Ghedina con Maria Botter Venezia Eventi e Manaigo, titolarte dell’Hotel de la Poste

Ad aprire la kermesse, il talk Italian Mirabilia: lifestyle, enogastronomia e ospitalità nel viaggio della ripartenza del Bel Paese che ha coinvolto esperti di enogastronomia e rappresentanti di eccellenze nel campo del lifestyle e della produzione vinicola si sono confrontati su connessioni e visioni comuni per la ripartenza del nostro paese. “L’enogastronomia è un settore fortunatamente resiliente e in crescita costante dagli anni ’70 – ha detto Roberta Garibaldi, presidente Associazione Italiana Turismo Enogastronomico e docente universitaria. Ora dobbiamo solo trovare il modo di adattarci alla situazione attuale. Un esempio? Proporre esperienze enoturistiche in grandi spazi aperti”. Spazi come quelli della campagna, che mai come quest’anno ci ha fatto da maestra. “La campagna non si ferma, perché avremmo dovuto fermarci noi? – spiega Raffaele Boscaini, direttore marketing di Agricola Masi che a Cortina ha aperto Masi Wine Bar “Al Druscié”, a quota 1.778 metri. “Durante la pandemia non abbiamo bloccato nessuno dei nostri progetti a livello mondiale. Nonostante non potessimo stare fisicamente vicini, abbiamo voluto portare avanti i nostri progetti per far sentire al nostro consumatore finale che comunque eravamo presenti. Crediamo ancora, nonostante tutto, che l’emozione della convivialità sia fondamentale. E il vino fa esattamente questo”. Lo conferma anche Filippo Polidori, Food Guru, CEO Polidori&Partners: “Il cibo è il valore aggiunto del Made in Italy. Ma non basta: bisogna saperlo raccontare regalando emozioni”. “Sono certo che in Italia esistano i migliori produttori al mondo – conclude Tomaso Trussardi, presidente Gruppo Trussardi, esperto di Italian Lifestyle – Quello che a volte ci manca è che non siamo in grado di condividere – o vendere – esperienze. Eppure basterebbe poco: in primis, parlare direttamente con i consumatori come noi abbiamo sempre fatto, e poi sapere creare esperienze che leghino tutte le eccellenze del nostro Made in Italy: moda, food, arte. In particolare, trovo che ci sia un legame fortissimo tra il fashion e il cibo. L’elemento in comune? Lo sviluppo creativo”.
Al taglio del nastro, alla presenza del sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina, che ha inaugurato Calici di Stelle a Cortina d’Ampezzo si sono susseguite degustazioni, possibilità di parlare con i produttori, assaggi gourmet e tanta palpabile felicità per il gusto di potere stare nuovamente insieme. La sicurezza è stata garantita grazie ai grandi spazi che l’hotel è in grado di offrire agli ospiti: il Salon Dolomieu, il più spettacolare di tutto l’hotel, e l’ampia terrazza che affaccia su Corso Italia, in pieno centro a Cortina.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

La solidarietà delle associazioni a Casanova, presidente di Mountain Wilderness Italia querelato per aver criticato “Quad in quota”

Luigi Casanova, presidente onorario di Mountain Wilderness Italia, è stato sottoposto a processo a richiesta dei sostenitori della manifestazione "Quad in quota" di Falcade...

Rinnovato il contratto dei metalmeccanici. In provincia di Belluno passa con il 93,8% dei consensi

Il Nuovo CCNL Industria metalmeccanica è stato ratificato nella provincia di Belluno con il 93,8% di voti favorevoli. Il voto si è svolto in...

Tecnologia 5G. Una trentina di associazioni chiedono alle massime istituzioni di mantenere invariati i limiti di esposizione

Al fine di tutelare la salute pubblica, una trentina di associazioni e comitati hanno inviato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla presidente del...

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...
Share