13.9 C
Belluno
mercoledì, Aprile 14, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo La formazione tecnica non è cosa da maschi, il futuro della manifattura...

La formazione tecnica non è cosa da maschi, il futuro della manifattura è sempre più rosa. Messaggio alle ragazze bellunesi da Lorraine Berton, presidente degli industriali

Lorraine Berton

“Care ragazze, il manifatturiero bellunese ha bisogno di voi al di là di stupidi stereotipi e vecchie concezioni. La formazione tecnica non è “roba per maschi” o di serie B. Anzi”. Inizia così la lettera aperta diffusa via social dalla presidente di Confindustria Belluno Dolomiti Lorraine Berton a pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni per il corso “Tecnico superiore per l’automazione e i sistemi meccatronici”, che partirà in autunno a Belluno e voluto con forza dall’Associazione dopo un’attenta analisi dei fabbisogni tra le imprese del territorio.

ITS sta per Istituto Tecnico Superiore: si tratta di un corso post-maturità, biennale, che prevede duemila ore di formazione – di queste 1200 in aula, 800 in azienda – e rivolto a tutte le persone con diploma di scuola secondaria di secondo grado, studenti, inoccupati, disoccupati. Il percorso – gestito dalla Fondazione ITS Academy Meccatronico del Veneto – è finanziato da Regione del Veneto, attraverso il Fondo Sociale Europeo, e dal Miur.

Quello di Berton è un vero e proprio “appello in rosa”: “Il mondo è cambiato, le tecnologie pure, le stesse fabbriche hanno mutato volto, spesso più velocemente di quanto crediamo. Il Covid-19 poi ha ulteriormente sparigliato le carte in tavola, creando uno scenario difficile ma anche ricco di opportunità. Una di queste è costituita proprio dall’ITS Meccatronico, percorso che Confindustria Belluno Dolomiti ha voluto con forza a Belluno per dare uno strumento in più alle aziende del territorio e una chance di crescita ulteriore – sia umana che professionale – ai giovani”. “Le nostre aziende hanno fame di nuove competenze e le competenze, così come il merito, non hanno sesso”, scrive Berton, rivolgendosi in particolare a tutte le ragazze con diploma, occupate e inoccupate, di tutte le età. “Accettate un consiglio: cogliete questa occasione, valutatela con cura e attenzione”.

Inevitabile guardare al passato: “La nostra terra è cresciuta sulla manodopera femminile, sulla sua perizia e attenzione. L’occhialeria, in particolare, ne è la dimostrazione più lampante. Le nostre nonne e madri sono state le protagoniste silenziose di questo successo. Dobbiamo andare avanti su questa strada con orgoglio, puntando su capitale umano, voglia di fare e senso del futuro”.

“La formazione tecnica è un valore”, conclude Berton, che ricorda il termine del 20 luglio per le iscrizioni.

Per tutte le informazioni www.itsmeccatronico.it

Share
- Advertisment -

Popolari

Il saluto del presidente della Provincia ai prefetti Savastano, Bracco e De Rogatis

«Salutiamo e ringraziamo il prefetto Sergio Bracco, per l’impegno profuso nel nostro territorio. Nonostante il breve periodo trascorso a Belluno, abbiamo potuto apprezzare le...

ACC. Ostanel: “Sono al fianco dei lavoratori, per il bene di tutto il Bellunese e nel silenzio delle istituzioni regionali”

"Oggi ho incontrato i lavoratori della ACC che da lunedì, senza interrompere la produzione, sono in presidio davanti alla Prefettura. Hanno rivolto alla politica...

Giovedì 15 aprile evento online di Dolomiti Hub. Protagonista Tib Teatro con il progetto Casa delle Arti di Belluno

Per il mese di aprile Dolomiti Hub, lo spazio di innovazione sociale di Fonzaso, ha in programma un denso palinsesto di appuntamenti online. Dopo...

Mariano Savastano è il nuovo prefetto di Belluno. D’Incà: “Grazie a Sergio Bracco per il lavoro svolto”

"Il dottor Mariano Savastano sarà il nuovo Prefetto di Belluno. A lui rivolgo i migliori auguri di buon lavoro e di una proficua collaborazione...
Share