13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 12, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Campionati Mondiali di Sci Alpino 2021. Prima riunione organizzativa a Cortina presieduta...

Campionati Mondiali di Sci Alpino 2021. Prima riunione organizzativa a Cortina presieduta dal prefetto

Municipio – Cortina d’Ampezzo

Si è tenuta venerdì 10 luglio 2020 al Municipio di Cortina d’Ampezzo, una riunione sui Campionati Mondiali di Sci Alpino 2021, presieduta dal prefetto Adriana Cogode. Erano presenti il  sindaco di Cortina d’Ampezzo, il commissario per la realizzazione del progetto Cortina 2021 (in videoconferenza), i vertici del 7° Reggimento Alpini e delle Forze dell’Ordine, i rappresentanti della Provincia, della Fondazione Cortina 2021, del Servizio Tecnico Logistico e Patrimoniale di Padova e della Zona TLC di Bolzano.

L’incontro, il primo di una serie, si è reso opportuno a seguito della recente conferma dello svolgimento della manifestazione sportiva, in programma il prossimo febbraio, al fine di definire alcuni aspetti operativi, attinenti all’ordine e alla sicurezza pubblica, alla protezione civile ed alla viabilità, avuto particolare riguardo alla necessità di rivedere l’impianto organizzativo alla luce delle misure di prevenzione sanitaria determinate dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Dopo i saluti ed i ringraziamenti del sindaco, che ha ospitato l’incontro nella sala del Consiglio Comunale, il prefetto ha illustrato i punti fondamentali sui quali si dovrà focalizzare la massima attenzione, ferme restando le attribuzioni proprie assegnate al commissario per la realizzazione del Progetto Cortina 2021 ed alla Fondazione Cortina 2021.
In particolare, la Prefettura, con il concorso delle Forze di Polizia e degli altri soggetti deputati alla sicurezza, si impegnerà nella pianificazione dell’impiego delle Forze di Polizia durante i Mondiali, del relativo alloggiamento, della realizzazione di ponti radio e control room, dei sistemi di videosorveglianza e di un piano operativo di emergenza e di soccorso in ambito provinciale che consideri anche le criticità della viabilità.
Altro aspetto delineato dal prefetto riguarda la sicurezza degli appalti e le attività del Gruppo Interforze Antimafia che già da tempo è impegnato per gli accertamenti di prevenzione.

Nel corso della riunione il commissario Sant’Andrea e lo chief executive officer della Fondazione Giacobbi hanno illustrato i rispettivi programmi, sottolineando che si dovrà tenere conto di diversi scenari in base all’evoluzione dell’emergenza epidemiologica.
Gli stessi hanno comunque confermato che le presenze previste prima dell’emergenza saranno inevitabilmente ridimensionate.
La riunione si è conclusa con l’impegno di indire periodici incontri per il necessario aggiornamento sulla realizzazione dei piani organizzativi.

Share
- Advertisment -

Popolari

Alano di Piave. Circonvenzione di incapace, uso illecito di carte di pagamento, autoriciclaggio. Oltre 500mila euro transitati. Denunciati i gestori di una residenza per...

Ancora un'azione odiosa nei confronti di un soggetto debole. Una giovane coppia di trevigiani, gestori di una residenza per anziani di Alano di Piave, è...

Alpago. 40mila euro di contributi alle piccole imprese del territorio

Ammonta a circa 40 mila euro la somma relativa ai sostegni economici a favore delle piccole attività commerciali ed artigianali e delle imprese agricole...

Un nuovo ambulatorio medico a Ponte nelle Alpi

Cinque medici di base, una sede unica: è quella che ha aperto i battenti a Ponte nelle Alpi, in viale Dolomiti 21/C, nell'edifico dove...

Non sei sola. Campagna d’informazione in aiuto alle donne vittime di violenza e stalking

È la campagna di informazione promossa dall'Associazione Belluno-DONNA Onlus che beneficia della partecipazione di Federfarma Belluno, l'Associazione Sindacale Provinciale dei Titolari di Farmacia di...
Share