13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 12, 2022
Home Sanità Oltre il covid: appello all’adesione agli screening

Oltre il covid: appello all’adesione agli screening

 

Davide Pastorelli

Superata la fase acuta dell’ emergenza Covid, riprende a pieno ritmo l’attività del Centro di riferimento regionale per la Chirurgia oncologica gastroenterologia diretto da Davide Pastorelli.
Durante la fase di piena crisi emergenziale c’è stata una momentanea sospensione degli screening di primo livello, tra cui quello del colon retto con la ricerca del sangue occulto, mentre è stato sempre garantito il secondo livello ( Colonscopia).
«È, pertanto, auspicabile che aumenti l’adesione dei cittadini allo screening del colon-retto perché a livello nazionale e internazionale la comunità scientifica teme che, a causa della pandemia, ci possa essere sia un aumento dei casi di incidenza sia un ritardo nelle diagnosi di neoplasie del colon con un rischio di diagnosticarle in fase più avanzata », spiega Davide Pastorelli.
Nel corso del 2019, a livello provinciale, sono stati effettuati 17.225 test di screening per la ricerca del sangue occulto con un adesione del 63,9%. Da gennaio a marzo 2020 ne sono stati effettuati 3.237. Gli screening di primo livello sono ripartiti a maggio 2020.
L’attività del Centro di riferimento regionale per la Chirurgia oncologica gastroenterologia, in realtà, non si è mai fermata garantendo comunque anche nella fase emergenziale le attività sia di chirurgia e di diagnostica endoscopica e di radiologia per i pazienti oncologici. Tuttavia l’obiettivo del centro regionale è quello di ottimizzare le risorse collaborando con i colleghi di Belluno nel condividere innanzitutto i Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) deliberati dalla Regione che devono rappresentare il punto di partenza sulla base dei quali programmare, pianificare tutti gli atti terapeutici die pazienti affetti da neoplasie del tratto gastroenterico. Inoltre, è importante creare gruppi multidisciplinari di patologia oncologica gastroenterica provinciali e già dal prossimo 18 giugno si partirà con la discussione dei casi per quanto riguarda la patologia epatobiliare e pancreatica.
Inoltre, tra alcune settimane la Chirurgia di Feltre, diretta da Umberto Montin, partirà con due studi nazionali sull’utilizzo della chemio ipertermia intraoperatoria (Hipec) nelle neoplasie del colon e dello stomaco in collaborazione con l’oncologia.

Share
- Advertisment -

Popolari

Eventi calamitosi del 2020: il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi

Il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi per gli eventi calamitosi del 29 agosto 2020. Quel giorno, una...

Interventi di soccorso in montagna

Belluno, 11 - 08 - 22 Verso le 15.20 l'elicottero di Dolomiti Emergency, alla centesima missione, è volato lungo il sentiero 215 che scende...

Carceri. Capece (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) replica al capo delle carceri Renoldi: “L’iniziativa Ferragosto in carcere è sinonimo di ipocrisia istituzionale”

"Leggo con sgomento le dichiarazioni odierne del Capo del DAP dipartimento amministrazione penitenziaria Carlo Renoldi che dispone il Ferragosto in carcere per lui e...

Alberi monumentali. Anche il liriodendro di Buzzati nell’elenco delle piante del Comune di Belluno

“Dietro la vecchia casa di campagna, era già immenso e antico, quando io comparvi piccolo bambino”: così Dino Buzzati, nell’ultimo elzeviro da lui scritto...
Share