13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 12, 2021
Home Cronaca/Politica Next Generation Ue. Dorfmann: "15 miliardi per lo sviluppo rurale"

Next Generation Ue. Dorfmann: “15 miliardi per lo sviluppo rurale”

Si chiama “Next Generation EU” il pacchetto da 750 miliardi di euro presentato dalla Commissione Europea per sostenere la ripartenza degli Stati membri dopo il lockdown causato dall’epidemia da coronavirus.
Una notizia che viene accolta con grande soddisfazione dall’europarlamentare del Partito Popolare Europeo, Herbert Dorfmann: «Dei 750 miliardi, 500 andranno ai paesi sotto forma di sovvenzioni a fondo perduto e 250 sotto forma di prestiti. L’alta percentuale di sovvenzioni che non devono essere rimborsate dimostra che l’Unione Europea punta a una ripresa equilibrata ed equa».

Un segnale che andrà a beneficio soprattutto dei paesi dell’Europa meridionale duramente colpiti, come l’Italia e la Spagna: «Basti pensare – sottolinea Dorfmann – che al nostro paese andranno circa 173 miliardi di euro, poco meno di un quarto del fondo complessivo a fronte di 27 membri: 81 miliardi di finanziamenti a fondo perduto e 92 di prestiti».
C’è anche un altro aspetto importante da evidenziare: «Sono previsti 15 miliardi per lo sviluppo rurale: una misura particolarmente importante per i territori montani, come quelli del Bellunese e dell’arco dolomitico», sottolinea l’europarlamentare.

Soddisfazione ancora più grande per Dorfmann è l’aver visto realizzata la sua speranza: «Il Fondo per la ricostruzione è inserito in un bilancio UE riveduto a lungo termine e consente alla Commissione di raccogliere 750 miliardi di euro sui mercati finanziari. Insieme all’aumento del bilancio UE per gli anni 2021-2027, il fondo avrà a disposizione circa 1.850 miliardi di euro», sottolinea l’eurodeputato, che poche settimane fa aveva espresso le sue perplessità in merito ai “coronabond”, auspicando invece uno strumento legato al bilancio del Parlamento Europeo, come è poi avvenuto.

«L’obiettivo primario del Fondo per la ricostruzione è quello di rafforzare l’economia europea: – conclude Dorfmann – l’attenzione si concentrerà sullo sviluppo sostenibile e sulla digitalizzazione. L’Europa deve uscire sempre più forte da questa crisi e costruire un futuro sostenibile per la prossima generazione. Si tratta di una buona proposta, che si basa sul principio di solidarietà nell’UE e dimostra che siamo in grado di agire. Confido che gli Stati membri aderiscano rapidamente a questa proposta».

Share
- Advertisment -

Popolari

Non sei sola. Campagna d’informazione in aiuto alle donne vittime di violenza e stalking

È la campagna di informazione promossa dall'Associazione Belluno-DONNA Onlus che beneficia della partecipazione di Federfarma Belluno, l'Associazione Sindacale Provinciale dei Titolari di Farmacia di...

Non solo pranzo e cena: i consigli per l’aperitivo perfetto

L’aperitivo è diventato sempre più un rito apprezzato nella vita sociale di tutti i giorni, una scusa per un momento di convivialità con gli...

Meteo, criticità fino a martedì. Temporali e neve fino a 1000 metri. Pericolo valanghe

Venezia, 11 aprile 2021 - La perturbazione che sta interessando il Veneto ha spinto il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione a dichiarare...

Mortalità, covid, economia, politica * di Enzo De Biasi

Covid 19: Vaccinare tutti e presto, oltre che una protezione sanitaria, rappresenta il primo mattone vero per la ripresa economica. Draghi può procedere anche...
Share