13.9 C
Belluno
mercoledì, Aprile 14, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Aperture fase 2. Scarzanella: "Cautela e pazienza, un nuovo lockdown sarebbe deleterio"

Aperture fase 2. Scarzanella: “Cautela e pazienza, un nuovo lockdown sarebbe deleterio”

Claudia Scarzanella

«Cautela e ancora un po’ di pazienza: la riapertura della “fase 2” non diventi un passo indietro verso la recrudescenza del contagio. Perché un nuovo lockdown sarebbe esiziale per le imprese». È quanto afferma la presidente di Confartigianato Belluno, Claudia Scarzanella, alla vigilia del riavvio delle aziende e delle attività economiche.

Il messaggio dell’associazione artigiani bellunesi è di cautela. Innanzitutto per cittadini e clienti delle attività economiche, «che dovranno portare un po’ di pazienza, soprattutto nel primissimo periodo – sottolinea la presidente Scarzanella -. Alla riapertura, dovranno essere messi in atto alcuni protocolli e dispositivi particolari per consentire la ripresa del lavoro. Penso soprattutto ai negozi, ai parrucchieri, agli estetisti… Le misure anti-contagio da adottare non sono semplici. Servirà un po’ di tempo per metabolizzarle e sicuramente – almeno ce lo auguriamo, perché significherebbe una transizione rapida verso la cosiddetta “fase 3” – non entreranno nelle abitudini quotidiane per i fruitori di servizi e per le persone che frequenteranno le nostre imprese».

La cautela e la sicurezza sono il cardine anche delle attività economiche e degli imprenditori. «Mi rendo conto delle difficoltà, soprattutto per chi dovrà reinventare completamente gli spazi e gli orari di lavoro – continua la presidente Scarzanella -. Ma Confartigianato metterà a disposizione la sua consulenza per agevolare il più possibile le imprese associate in questo periodo che si preannuncia gravoso. Sono convinta però che poter riaprire darà a tutti la forza e lo spirito che da sempre contraddistingue l’attività dei nostri artigiani e delle nostre aziende per superare questo momento di grave difficoltà».
«Dobbiamo tenere alta l’attenzione e osservare tutti, nella vita privata come nella quotidianità lavorativa, quei comportamenti anti-contagio che saranno fondamentali a evitare il ritorno del virus – conclude la presidente di Confartigianato Belluno -. La “fase 2” deve traghettarci verso l’uscita definitiva dalla crisi e dall’emergenza: non possiamo permetterci un nuovo blocco che sarebbe deleterio per economia e società».

Share
- Advertisment -

Popolari

Gara del gas. Indagato un sindaco e due amministratori di Bim Infrastrutture per turbativa d’asta

Belluno, 13 aprile 2021 - Con la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari sono terminate le indagini dei finanzieri del Nucleo di Polizia...

Snow bike spring break 2021 in Nevegal di Alvaro Dal Farra

E' arrivata l'ultima neve di primavera e dunque non è ancora arrivato il momento di mettere in garage la snow-bike. Recentemente Alvaro Dal Farra...

Il Movimento Veneto che Vogliamo partecipa al presidio dei lavoratori Acc di fronte alla Prefettura

"Da tempo, come coordinamento bellunese de "Il Veneto che Vogliamo" insieme alla nostra consigliera regionale Elena Ostanel, seguiamo con una certa apprensione le crisi...

Operaio al lavoro sull’acquedotto in Val de Piero colpito da una scarica di sassi

Sedico (BL), 13 - 04 - 21 - Attorno alle 9.50 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato per un incidente accaduto all'interno...
Share