13.9 C
Belluno
venerdì, Aprile 23, 2021
Home Cronaca/Politica 25 Aprile. De Moliner: "Sarà per sempre la giornata della liberazione da...

25 Aprile. De Moliner: “Sarà per sempre la giornata della liberazione da ideologie di odio, razzismo e di crimini perpetrati contro l’umanità”

“Due volte invasa nel corso di venticinque anni, due volte la sua nobile ed intrepida gente si ergeva decisa, le armi in pugno, combattere l’odiato tedesco subito dopo l’armistizio del settembre 1943. I suoi figli si organizzavano in formazioni partigiane e gli 86 impiccati, i 227 fucilati, i 7 arsi vivi, gli 11 morti per sevizie, i 564 caduti in combattimento, assieme ai 301 feriti, ai 1667 deportati ed i 7000 internati costituiscono il tributo di sangue e di eroismo dato alla lotta di liberazione. Nei giorni dell’insurrezione i suoi volontari della libertà si ponevano arditamente, senza misurare il numero del nemico ed il suo armamento al X Corpo d’armata corazzato tedesco, forte di tre divisioni, attestato al Ponte delle Alpi gli precludeva ogni via di scampo e lo attaccavano di concerto con le forze alleate, ottenendone la resa a discrezione, dalle rive sacre del Piave, arrossato ancora una volta dall’italo sangue, i partigiani , che per primi ebbero il privilegio d’imbracciare le armi contro l’invasore, marciano oggi alla testa delle formazioni dei martiri e degli eroi di tutte le lotte per l’Italia una e libera e ci additano la via del dovere e del sacrificio”.

Questa è la motivazione con cui la Città di Belluno, a nome di tutta la provincia quale capoluogo, è stata insignita della Medaglia d’Oro al Valor militare.
Crediamo – scrive Roberto De Moliner,  segretario dell’Unione Comunale PD di Belluno – che il suo contenuto evidenzi cosa abbiano significato per il nostro territorio le vicende, le atrocità, i sacrifici e i soprusi che dovettero subire i cittadini e le formazioni partigiane che, assieme, hanno contribuito alla riconquista della democrazia e della libertà di cui tutti noi oggi ancora godiamo.

Quella libertà di cui godono anche i nostalgici di un certo passato, allora sconfitto sul campo e oggi dalla storia. Il 25 Aprile è e sarà per sempre la giornata della liberazione da ideologie di odio, razzismo e di crimini perpetrati contro l’umanità, quindi festa di tutti gli Italiani.
Riteniamo che, pur nelle difficoltà del momento che stiamo vivendo e nell’impossibilità di trovarci tutti assieme nelle piazze per festeggiare questa giornata, sia comunque necessario e importante riaffermare la centralità della Libertà e della Democrazia e festeggiarla, esponendo ognuno sul proprio balcone la bandiera tricolore e cantando “Bella Ciao”.
Tutti insieme – conclude De Moliner – per ricordare e ringraziare ancora una volta tutti quei nostri concittadini che si sono sacrificati per la loro e la nostra libertà.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Eventi culturali a Borgo Valbelluna

Il Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, fiore all’occhiello delle iniziative in Sinistra Piave, vede confermata la presenza dello scrittore veneziano Tiziano Scarpa...

Apre Decathlon, nell’area riqualificata ex Comedil a Ponte nelle Alpi

Ponte nelle Alpi, 23 aprile 2021 - È il primo in provincia di Belluno. E da oggi ha aperto ufficialmente i battenti: il nuovo...

Lettera dei sindaci ai politici per la riapertura delle piscine coperte

Preg.mi Ministro Daniele Franco segreteria.ministro@mef.gov.it Ministro Federico D'Inca' rapportiparlamento.segrcapodip@governo.it Sen. Luca De Carlo luca.decarlo@senato.it Sen. Paolo Saviane paolo.saviane@senato.it On. Mirco Badole badole_m@camera.it On. Dario Bond bond_d@camera.it On. Roger De Menech roger@demenech.it Pres.te...

Coldiretti raccoglie firme contro il fotovoltaico a terra. Sabato a Belluno e Feltre, domenica a Quero

Sabato al mercato Campagna Amica di Belluno in Piazza Piloni, dalle ore 9.00 alle 12.00 Coldiretti Belluno raccoglie le firme per la petizione "No...
Share