13.9 C
Belluno
martedì, Dicembre 1, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Confartigianato Belluno. Giovani imprenditori ed efficientamento energetico: contributi del 30% a fondo...

Confartigianato Belluno. Giovani imprenditori ed efficientamento energetico: contributi del 30% a fondo perduto

Claudia Scarzanella, presidente Confartigianato Belluno

Confartigianato Belluno ha presentato due opportunità molto interessanti per le aziende e di prossima scadenza. Sono fondi messi a disposizione dalla Regione e dal programma europeo POR FESR, in particolare i primi rivolti al sostegno delle imprese giovanili (under 35 anni che, in caso di società, dovranno rappresentare il 60% dei soci o i 2/3 del capitale), i secondi a migliorare l’efficientamento energetico delle piccole imprese.

La rispettiva dotazione è pari a 2.650.000 euro (imprese giovanili) e a 13.346.990,56 (efficientamento energetico) e per entrambe le modalità viene riconosciuto un finanziamento a fondo perduto pari al 30%.

L’incontro aperto dai saluti della presidente Claudia Scarzanella e del presidente del gruppo Giovani Imprenditori, Martino Fullin, ha visto la presentazione dei bandi a cura del dott. Marco Comin di Confartigianato del Veneto, affiancato dalla dott. Daniela Coden dell’Ufficio Progettazione bandi di Confartigianato Belluno.

Nell’introdurre i lavori la presidente Scarzanella ha sottolineato come “l’impegno di Confartigianato Belluno a promuovere questi bandi sia volto a diffondere la conoscenza delle opportunità offerte e diversificate per tipologia di imprese che coinvolgono. In primis i giovani – ha precisato Claudia Scarzanella – che sono il futuro del nostro territorio e vanno sostenuti e incoraggiati per superare i molti ostacoli del fare impresa oggi. E poi il sostegno agli investimenti per l’efficientamento energetico, fondamentale input per accompagnare una platea più ampia di aziende nelle nuove sfide che la necessità di tutela dell’ambiente ci imporrà sempre più”.

L’esposizione ha permesso ai partecipanti, infatti, di verificare i requisiti per l’ammissibilità e le modalità di accesso, risultata molto apprezzata dalle domande poste al relatore anche in merito ad altri future opportunità.
Per il bando destinato ai giovani non c’è molto tempo: la scadenza è fissata al 10 marzo p.v., ma già a fine febbraio bisognerà essersi iscritti nell’apposita piattaforma e aver inserito il progetto con tutta la documentazione richiesta.

Tempi più dilatati invece per il bando per l’efficientamento energetico. Lo sportello resterà aperto dal 15 aprile al 10 settembre. I progetti presentati verranno valutati sulla base del risparmio ottenuto grazie al nuovo investimento.

Obiettivo dell’intervento riservato a imprenditori under 35 anni è di incentivare questo tipo di aziende, favorendone sia l’avvio di nuove che il rinnovo o l’ampliamento di attività già esistenti e prevede il contributo per spese riguardanti: macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature; arredi nuovi di fabbrica; negozi mobili; mezzi di trasporto per uso aziendale (no auto); spese notarili per la costituzione e programmi informatici. L’importo complessivo non potrà essere inferiore a 30mila euro.

Il bando per l’efficientamento energetico, invece, è indirizzato alle imprese che scelgono di ridurre i consumi energetici e le emissioni di gas climalteranti, compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza. L’investimento dovrà prevedere una spesa minima di 80mila euro. “Per beneficiare del contributo – spiega Daniela Coden dell’Ufficio Progettazione bandi di Confartigianato Belluno – bisogna che il miglioramento sia superiore al 9% rispetto alla condizione di partenza e quindi serve una diagnosi energetica effettuata da professionista abilitato”.

Saranno ammesse spese relative a macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature comprese spese di trasporto montaggio e relativo software; lavori edilizi e impiantistici anche per la produzione di energia (spese di progettazione nel limite massimo di 10.000euro); diagnosi energetiche; certificazioni ambientali EMAS, ISO 50001 e ISO 14001e garanzie

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Misure anti-Covid, la Provincia vara una “manovra” da 2,5 milioni di euro. 500mila euro a Dolomitibus e 500mila agli impianti di risalita

Belluno, 30 novembre 2020 - È stata approvata questa mattina dal consiglio provinciale la nona variazione al bilancio di previsione, contenente un'importante manovra anti-Covid....

Qualità della vita, Belluno scende al 19mo posto. Padrin: «Viviamo in un territorio magnifico. Ci penalizza solo la dimensione demografica»

«Lavoro, benessere sociale e ambiente confermano il valore del territorio Bellunese. Ancora una volta pesa la demografia, e quest'anno c'è anche il Covid a...

In Crepadona la “Quarta piazza” di Belluno, interamente coperta da una formidabile vetrata

Belluno, 30 novembre 2020 - "Saranno raddoppiati gli spazi a disposizione dei ragazzi per lo studio e la biblioteca grazie al recupero della corte...

Auto investe animale selvatico sul Boscon e viene a sua volta tamponata da altri due veicoli

Belluno, 30 novembre 2020 - Alle ore 05:55  di questa mattina, una Fiat Uno bianca condotta da T.A. 53enne bellunese, in transito da Belluno...
Share