13.9 C
Belluno
venerdì, Aprile 23, 2021
Home Cronaca/Politica Crisi Safilo. De Carlo: “Salvaguardia dei posti di lavoro e vera tutela...

Crisi Safilo. De Carlo: “Salvaguardia dei posti di lavoro e vera tutela del Made in Italy”

Luca De Carlo, deputato

Un tavolo di crisi realmente operativo al Ministero dello Sviluppo Economico; un appello alla solidarietà delle aziende del Distretto dell’occhialeria per salvaguardare i posti di lavoro; una legge che tuteli realmente il Made in Italy.

Questi i pilastri sui quali intende lavorare il deputato di Fratelli d’Italia e sindaco di Calalzo di Cadore, Luca De Carlo, in merito agli annunciati esuberi, 700 di cui 400 nel solo stabilimento longaronese, alla Safilo.

“Safilo è nata a Calalzo, non posso non essere in prima linea in questa battaglia”, ricorda De Carlo “ e per questo domani sarò presente alla manifestazione organizzata fuori dalle porte dello stabilimento. Molti miei concittadini lavorano là da anni, anche da prima del trasferimento dell’impresa da Calalzo a Longarone, e ho già raccolto la loro preoccupazione. Per questo, nei giorni scorsi ho contattato l’assessore regionale Elena Donazzan per capire quali sono le strategie della Regione Veneto in merito a questa crisi”.

De Carlo lancia due linee di azione: “La prima, e più immediata, è un appello alle imprese del Distretto dell’occhialeria: l’obbiettivo primario è quello di annullare gli esuberi, ma mi auguro che le aziende dell’occhiale bellunese, che ben conoscono la professionalità dei nostri operai, possano riassorbire e continuare a valorizzare le persone che dovessero perdere l’occupazione”.

C’è poi la linea politica, a medio e lungo termine: “Bisogna che il tavolo di crisi al MISE sia realmente operativo, nonostante il governo rosso-giallo abbia ormai completamente inchiodato il Ministero”, denuncia De Carlo.

“Dopodiché, è fondamentale avviare una vera politica industriale di rilancio: i continui stati di crisi e la perdita di posti di lavoro sono un segnale preoccupante per la nostra economia. L’occhialeria è seconda solo all’agroalimentare per export, e va quindi sostenuta con politiche industriali dedicate”.

C’è poi la tutela della qualità del prodotto italiano, grande battaglia di Fratelli d’Italia, che vede in De Carlo il responsabile nazionale: “Il Made in Italy ha bisogno di una legge diversa, che tuteli il prodotto veramente fatto in Italia. Per questo, c’è bisogno di un intervento deciso da parte della politica nazionale e Fratelli d’Italia, e io in primis come referente nazionale del partito per quest’ambito, sarà in prima linea”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Coldiretti raccoglie firme contro il fotovoltaico a terra. Sabato a Belluno e Feltre, domenica a Quero

Sabato al mercato Campagna Amica di Belluno in Piazza Piloni, dalle ore 9.00 alle 12.00 Coldiretti Belluno raccoglie le firme per la petizione "No...

Settimana per la Salute della donna 19-25 aprile. Le iniziative dell’Ulss Dolomiti

In occasione della settimana della donna, è stato pubblicato sulla pagina facebook dell'Ulss Dolomiti un video informativo sulla rete anti violenza:  https://fb.watch/51fe76qpX9/ In caso di violenza/maltrattamenti,...

25 aprile, anniversario della Liberazione. La cerimonia si svolgerà on line senza pubblico

Domenica 25 aprile ricorre il 76° anniversario della Liberazione. Anche quest'anno, alla luce delle disposizioni normative collegate all'emergenza epidemiologica da Covid-19, la cerimonia si...

Bando Habitat di Fondazione Cariverona. Il Comune di Belluno cerca associazioni partner

In occasione della Giornata mondiale della terra, il Comune di Belluno pubblica l'avviso pubblico per ricercare nuove associazioni che affianchino le realtà già impegnate...
Share