13.9 C
Belluno
venerdì, Febbraio 26, 2021
Home Cronaca/Politica Crisi ACC Wanbao. De Carlo: "Cinque Stelle supini al volere cinese, incapaci...

Crisi ACC Wanbao. De Carlo: “Cinque Stelle supini al volere cinese, incapaci di reagire. D’Incà non si renda complice”

“I bellunesi dipendenti di ACC Wanbao stanno pagando l’incapacità politica del governo rosso-giallo nel gestire questa situazione, con la sua componente grillina troppo supina al volere cinese. Faccio appello al Ministro D’Incà affinchè intervenga e non si renda complice di questa sciagura”.

Il deputato di Fratelli d’Italia, Luca De Carlo, interviene così sulla crisi che si è abbattuta sullo stabilimento di Borgo Valbelluna.

“Le colpe di questo governo sono duplici: prima, hanno smembrato e depotenziato il Ministero dello Sviluppo Economico, sia nel Conte 1 che nel Conte 2, decapitandone i vertici e sostituendoli con consulenti forse non adeguati a compiti così impegnativi”, evidenzia De Carlo. “Poi, è evidente come il Movimento 5 Stella subisca le pressioni del governo cinese: basta vedere le ultime uscite recenti dei vari ministri Di Maio, Fioramonti e Grillo per capire come la logica di subalternità sia evidente. Difficile quindi con questi rapporti spuntare condizioni favorevoli, di fronte a una società partecipata al 100% dal governo cinese”.

De Carlo lancia quindi la sua proposta e l’appello al conterraneo Ministro ai rapporti con il Parlamento: “Un Governo serio avrebbe chiesto ai cinesi di rifinanziare Wanbao per altri due anni, così da poter trovare acquirenti per lo stabilimento di Borgo Valbelluna, e non si sarebbe accontentato delle rassicurazioni del premier. Al bellunese e trichianese Federico D’Incà, che credo e spero sia ignaro della reale situazione, chiedo di non limitarsi alla fiducia nelle parole di Conte e di intervenire subito e con decisione, prima di divenire anche lui complice di questa situazione che porterebbe alla cancellazione di centinaia di posti di lavoro, con esiti socio-economici devastanti per migliaia di famiglie, e alla fine di uno stabilimento storico per l’industria metalmeccanica bellunese come quello dell’ex Zanussi di Mel”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Maria Grazia Carraro è il nuovo direttore generale della Ulss 1 Dolomiti

Maria Grazia Carraro, laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova, con Specializzazione in Igiene e medicina preventiva, è il nuovo direttore generale della...

Servizio Civile Universale: oltre 760 domande registrate dal CSV Belluno Treviso

Oltre 760 domande. A chiusura del bando 2020, è questo il numero delle candidature al Servizio Civile Universale registrate dal neo costituito CSV Belluno...

Una nuova filiale dell’agenzia per il lavoro Adhr Group a Belluno

Inaugura oggi in Piazzale Resistenza 10 la nuova filiale dell'agenzia per il lavoro ADHR Group, in risposta alla ripartenza del mercato dopo un anno...

Aumentano i contagi, da lunedì 6 regioni a rischio arancione

Da lunedì saranno sei le regioni italiane che rischiano di passare in fascia arancione con le relative restrizioni:  Piemonte, Lombardia, Lazio, Marche, Puglia e...
Share