13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Belluno tra 20, 30 anni. Incontro con categorie produttive e professionisti per...

Belluno tra 20, 30 anni. Incontro con categorie produttive e professionisti per il nuovo Piano di assetto territoriale della città. Frison: «Collaborazione concreta e proficua»

Franco Frison, assessore

Si sono tenuti nella giornata di mercoledì i primi incontri tra l’amministrazione comunale, i rappresentanti delle associazioni delle categorie produttive e quelle dei vari ordini e collegi professionali del territorio che hanno dato il via al confronto per la redazione del nuovo Piano di Assetto Territoriale del Comune di Belluno.

Oltre una trentina i partecipanti all’incontro, presieduto dall’assessore all’urbanistica del capoluogo, Franco Frison: «Si è trattato di un primo incontro partecipato, con diversi interventi propositivi e spunti di approfondimento. – commenta – È certamente un ottimo segnale in vista del lungo lavoro che ci aspetta».
Teatro dei confronti è stata la Sala del Consiglio Comunale: « È questo il luogo dove la Giunta sarà chiamata a presentare ai consiglieri il documento preliminare, e proprio da qui vogliamo iniziare a elaborare questo documento con un processo di partecipazione che coinvolga l’intero territorio. – ha spiegato Frison – Vogliamo raccogliere i contributi di tutti i portatori di interesse affinché vengano valutati dai professionisti incaricati della redazione del PAT nell’ambito di una strategia generale che verrà sviluppata dall’amministrazione».

Ai partecipanti, l’assessore ha chiesto di immaginare lo sviluppo della città sul lungo periodo: «Non dobbiamo pensare a un Piano che guardi da qui ai prossimi 5 anni, dobbiamo immaginare lo scenario che dovrà essere affrontato tra 20 o 30 anni. È necessario comprendere i fenomeni che stanno prepotentemente avanzando, intercettare le tendenze di sviluppo, gli spunti di innovazione e individuare fin d’ora le possibili aree strategiche e le loro potenzialità».

L’incontro è stata l’occasione per presentare i professionisti che si sono aggiudicati l’incarico professionale dopo la conclusione delle complesse procedure di gara: si tratta di un raggruppamento tra professionisti costituito dalla società Sistemi s.n.c. di Venezia, rappresentata dal dottor Francesco Sbetti, di Archistudio, rappresentato dall’architetto Marisa Fantin di Vicenza, e Mob-Up s.r.l. di Treviso, rappresentata dall’architetto Dino De Zan.
L’incontro di partecipazione è stato preceduto da un proficuo confronto con tutto il personale dei settori dell’urbanistica e dell’edilizia del Comune, coinvolti nell’importante progetto.

Seguiranno ulteriori incontri di partecipazione con altri portatori di interessi generali ed il coinvolgimento della Commissione Urbanistica comunale.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo Commissario per la gestione post Vaia. Scarzanella: «Soragni figura di rilievo, ora un ragionamento condiviso con le imprese»

Ugo Soragni è il nuovo Commissario delegato per l'emergenza legata alla tempesta Vaia. Già direttore dei Musei del ministero dei Beni Culturali, raccoglie il...

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...
Share