13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 9, 2021
Home Cronaca/Politica Emissioni fonderia Hydro di Feltre. Convocato il 20 novembre il Tavolo tecnico...

Emissioni fonderia Hydro di Feltre. Convocato il 20 novembre il Tavolo tecnico in Provincia

Palazzo Piloni sede della Provincia

È convocato per mercoledì 20 novembre, alle 11 in Sala Piloni della Provincia, il tavolo tecnico di confronto con la società Hydro Extrusion Italy srl di Feltre.

Lo strumento era stato richiesto per valutare le possibili alternative alla prescrizione relativa al
campionamento “in continuo” delle emissioni in atmosfera; e servirà per analizzare tutte le considerazioni tecniche utili a individuare il sistema di campionamento e monitoraggio delle emissioni più idoneo e applicabile alla fonderia feltrina.
Alla prima riunione del tavolo sono stati convocati i rappresentanti dell’azienda, il Comune di Feltre, l’Arpav (di Belluno, oltre alla direzione regionale del Veneto), l’Ulss 1 Dolomiti e Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale), che rappresenta il massimo istituto pubblico in tema di ricerca e protezione ambientale.
La riunione servirà a delineare una roadmap dettagliata, in modo da consentire al tavolo tecnico di predisporre tutte le considerazioni atte a individuare il sistema di monitoraggio delle emissioni di
maggior garanzia.
Infatti, nell’iter autorizzativo del progetto di efficientamento del comparto fusorio dello stabilimento Hydro di Feltre, è emersa la richiesta di aggiungere ulteriori prescrizioni per la compatibilità ambientale del progetto; nel dettaglio, è stata richiesta l’installazione di un sistema di campionamento “in continuo” delle emissioni per diossine e benzo(a)pirene. Proprio questa prescrizione è stata impugnata dalla società Hydro nell’aprile 2019. L’obiettivo del tavolo tecnico, adesso, è quello di approfondire se il monitoraggio prescritto è il più idoneo a garantire il controllo delle emissioni.
Le ulteriori riunioni del tavolo tecnico saranno calendarizzate dopo l’incontro del 20 novembre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Comuni e Recovery Plan. Massaro: «Cambiare le regole o non riusciremo a spendere nulla»

Incontro questa mattina tra i vertici dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e il Ministro alla Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta; al centro del confronto, il Recovery...

Festa della Donna e Sex Work: 120.000 donne non sono tutelate in Italia. Pia Covre: “Nessuna donna è colpevole o vittima perché sex worker”

8 marzo 2021 – In Italia si contano almeno 120.000 sex worker e circa 20 milioni di clienti annui. Solo nella dimensione online Escort...

Lupo. Bortoluzzi: «Presenza sempre più vicina alle case, serve un piano di gestione diverso»

«Per la tutela della piccola agricoltura di montagna, degli hobbisti dell’allevamento e anche in ottica di mantenimento del territorio serve un piano di gestione...

Una maxi coperta ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per dire no alla violenza sulle donne

L’associazione UP – I Sogni fuori dal cassetto porta sulle Dolomiti “Viva Vittoria”: progetto d’arte relazionale, già sperimentato in numerose piazze italiane, coinvolgerà numerose...
Share