13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomeLavoro, Economia, TurismoCreazione di attività ricettive nelle aree rurali: boom di domande ai bandi...

Creazione di attività ricettive nelle aree rurali: boom di domande ai bandi promossi dal Gal Prealpi e Dolomiti

Successo oltre ogni aspettativa per i due bandi promossi dal GAL Prealpi e Dolomiti nei mesi scorsi e rivolti, nel primo caso, ad imprese agricole che intendono ampliare e diversificare la propria attività e, nel secondo, alle micro e piccole imprese non agricole che vogliono cimentarsi nella creazione e nello sviluppo di attività nelle aree rurali rivolte, principalmente, alla dimensione dell’accoglienza turistica.

Nei giorni scorsi sono scaduti i termini per la presentazione delle domande: ebbene, sono oltre 70 quelle pervenute negli uffici dell’ente e ritenute ammissibili, per un controvalore complessivo di investimenti progettati di quasi 7 milioni e contributi richiesti per quasi 3 milioni e mezzo di euro.
Il grande interesse per le misure proposte dal GAL Prealpi e Dolomiti era già emerso in occasione del corso propedeutico ai bandi tenutosi nei mesi scorsi, ma la risposta da parte di aziende e cittadini è andato ben oltre le attese. “Il riscontro avuto dai “numeri” sulla presentazione delle domande ci conferma che quello del sostegno alle piccole attività ricettive e turistiche dislocate nei territori rurali delle nostre vallate è senza dubbio un percorso virtuoso e da supportare, sia con riguardo alle imprese, che nell’ottica dello sviluppo economico complessivo del territorio”, commenta il presidente del GAL Prealpi e Dolomiti Alberto Peterle.
“Gli uffici preposti inizieranno nei prossimi giorni l’iter valutativo, al fine di arrivare – a fine estate – alla stesura della graduatoria definitiva dei progetti ammessi al finanziamento, che copre circa il 50% dell’investimento complessivo”, sottolinea il direttore del GAL Matteo Aguanno. “Visti i “numeri” – aggiunge Aguanno – certamente non potremo soddisfare tutte le richieste, ma siamo certi che per i nostri imprenditori, molti dei quali giovani o giovanissimi, non mancheranno altre occasioni per trovare supporto alle proprie iniziative, molte delle quali davvero ben strutturate e meritevoli di sostegno”.

A tale riguardo è di imminente pubblicazione un bando gestito direttamente dalla Regione Veneto che metterà a disposizione, per il territorio veneto, risorse per circa 7 milioni di euro, proprio a favore di piccole imprese – anche turistiche – che intendano avviare nuove attività nelle aree rurali. Un’altra occasione da non perdere per la quale è possibile chiedere informazioni rivolgendosi anche al GAL.

- Advertisment -

Popolari