13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Sabato 4 maggio a Puos presentazione della monografia dedicata all’incisore alpagoto Antonio...

Sabato 4 maggio a Puos presentazione della monografia dedicata all’incisore alpagoto Antonio Sandi

“L’incanto delle isole lagunari”. Si intitola così l’elegante monografia dedicata all’incisore alpagoto Antonio Sandi (Puos 1733-1817), che sarà presentata sabato 4 maggio (alle 20.30) nella chiesa di San Bartolomeo a Puos a chiusura della decima edizione della manifestazione culturale Mese del Libro Alpago.
Il volume, pubblicato dal Comune di Alpago e curato dall’esperto di pittura e incisione del Settecento veneziano Dario Succi, consta di alcune interessanti note biografiche e di una catalogazione delle varie opere che l’artista ha realizzato nella seconda metà del Settecento raffiguranti vedute di Venezia e panorami lagunari, con ventiquattro prospettive di isole (alcune in seguito scomparse), i quattro Porti del Mare, a cui si aggiunge una rara stampa della magnifica Villa Pisani a Stra, lungo la Riviera del Brenta.
Considerato dagli esperti un incisore versatile, Antonio Sandi, la cui vita lavorativa è trascorsa quasi interamente a Venezia, fa parte di quella schiera di professionisti dotati di una profonda conoscenza dei segreti della tecnica, di cui è ricca la storia dell’incisione veneta. Discepolo del bellunese Antonio Baratti, incisore fecondissimo al bulino e all’acquaforte, Sandi ha lasciato ai posteri anche una notevole produzione di carte topografiche, tra cui la Pianta del Prato della Valle (Padova) su disegno di Danieletti, La Veneta Laguna antica e moderna su disegno di Alvise Grandis, nonché la monumentale Topografia del Polesine di Rovigo, pubblicata da Viero nel 1786. Una specialità di Sandi, ricordata da Claudio Alpago Novello, sono “certi grandi quadri sinottici come l’Arbor Vitae aeternae e certe singolari doppie Tavole cronologiche edite dal Viero”.
Ma la fama di Sandi ai tempi della nobiltà europea del Settecento resta legata alla serie di ventiquattro isole della laguna veneziana incise all’acquaforte e bulino, derivate da disegni di Francesco Tironi (1745-1797) unitamente alla quattro grandi stampe raffiguranti i porti del Lido, Chioggia, Malamocco e i Murazzi. Nella silloge Prospectuum Aedium Viarumque insigniorum Urbis Venetiarum (edita da Furlanetto nel 1763) furono inoltre inseriti nove rami incisi da Sandi, derivati da dipinti di Canaletto, Moretti, Guardi e Battaglioli. Antonio Sandi, legato intimamente all’Alpago, rientrò a Puos nell’ultimo periodo della sua vita, dove morì nel 1817 “l’anno della disastrosa carestia di cui si conservò nel Bellunese il nefasto ricordo per tutto il secolo scorso” (Alpago-Novello 1940).
La serata, presentata da Stefania Canei, prevede l’intervento critico dell’esperta d’arte Barbara Ceccato e la partecipazione del Coro Antica Eco. L’ingresso è gratuito.
Per informazioni telefonare allo 0437 478086 (ore ufficio) o via mail: anagrafe.alpago@alpago.bl.it; gli eventi sono disponibili sulla pagina FB Mese del Libro Alpago e nell’App Tourist Office.
La manifestazione culturale Mese del Libro Alpago, curata dallo scrittore Antonio G. Bortoluzzi e dal giornalista Ezio Franceschini, è promossa dal Comune di Alpago con il patrocinio della Regione, la Provincia e i Comuni di Chies d’Alpago e Tambre e organizzata in collaborazione con diverse associazioni e sponsor.

Share
- Advertisment -

Popolari

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...

Da lunedì il Veneto torna arancione. Ecco le regole

"Il Veneto in zona arancione da lunedì 8 marzo. Ma le scuole non chiuderanno". Lo ha anticipato nella conferenza stampa in diretta su Facebook...

Acc, Ex-Embraco. Nobis (Fim-Cisl): concretizzare subito progetto Italcomp, a rischio 750 famiglie

Questa mattina i lavoratori della ACC di Mel (Belluno) sono in presidio davanti ai cancelli dell'azienda, una prima azione di mobilitazione – dice il segretario...
Share