13.9 C
Belluno
mercoledì, Febbraio 24, 2021
Home Cronaca/Politica Venezia - Monaco e Fondi Ue. Sernagiotto: "Prima di essere travolti dalla...

Venezia – Monaco e Fondi Ue. Sernagiotto: “Prima di essere travolti dalla Via della seta, progettiamo la Via delle Dolomiti”

Remo Sernagiotto

“Sono felice che il territorio si stia mobilitando a favore del corridoio Venezia-Monaco e che il fronte sia trasversale. Dobbiamo avere la forza necessaria in Europa per ribadire che il territorio veneto ha bisogno di uno sbocco a nord, in particolare il Bellunese, che ha come sua priorità la lotta allo spopolamento”.

A dirlo è l’europarlamentare del Gruppo Conservatori e Riformisti-Fratelli d’Italia Remo Sernagiotto, che nei giorni scorsi aveva segnalato l’esistenza di un bando UE da 100 milioni di euro a favore di studi di fattibilità in materia di mobilità transnazionale, esortando le Istituzioni – Regione in primis – a fare presto.

“Le rassicurazioni arrivate dall’assessore regionale De Berti sono importanti: significa che la Regione è sulla strada giusta. Mi auguro riesca a concretizzare entro il 24 aprile, data ultima per la presentazione dei progetti”, afferma Sernagiotto. “Io mi metto fin da ora a disposizione per fare da ponte tra Venezia e Bruxelles se necessario. L’occasione, torno a ripetere, è di quelle storiche. Accolgo con favore le voci che si sono levate a favore dello studio di fattibilità, da destra a sinistra, passando per la società civile con Vivaio Dolomiti e compreso il Presidente della Provincia, Padrin che, da sindaco di Longarone, ben conosce i disagi del traffico sull’Alemagna”, sottolinea Sernagiotto. “Sono visioni pragmatiche e lungimiranti. Basta con i pregiudizi”.

“Sta aumentando la consapevolezza che non parliamo più di un mero prolungamento autostradale. Questa visione appartiene al passato. Parliamo di un autentico corridoio tecnologico a basso impatto dove incanalare tutte le infrastrutture idrauliche, energetiche, digitali. Oggi più che mai possiamo progettare il futuro”, conclude Sernagiotto. “Dobbiamo essere noi i fautori di una via delle Dolomiti prima che altri ci impongano in tutto per tutto la loro “via della Seta”, nome poetico ma dalle mille insidie”.

Share
- Advertisment -

Popolari

L’Ulss 1 Dolomiti acquista attrezzature per oltre 1 milione di euro

Sono state acquisite, tramite le procedure previste dal Decreto Rilancio, altre attrezzature sanitarie utili, tra cui una nuova TAC per l’ospedale di Belluno, che...

Furto in abitazione a Feltre

Feltre, 24 febbraio 2021 - Nella tarda mattinata di oggi, i carabinieri della Stazione di Feltre sono intervenuti in un'abitazione di via Farra a...

Rinnovo cariche all’Ebav. Alessandro Conte (Cna Veneto) alla presidenza. Giannino Rizzo (Uil) vice presidente. Nel consiglio Rudy Roffarè (Cisl Veneto)

Venezia 24 febbraio 2021 – L'assemblea EBAV riunitasi martedì 23 febbraio, ha rinnovato il Consiglio di Amministrazione dell'Ente Bilaterale dell'Artigianato Veneto e ha nominato...

Scuola. L’assessore regionale Donazzan scrive al ministro Bianchi: investire su organici. 3mila docenti licenziati perché in possesso del vecchio diploma magistrale

Venezia, 24 febbraio 2021   “Ho colto con favore l’invito del Ministro Bianchi ad avviare una positiva interlocuzione con i territori a partire dal raccogliere...
Share