13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 29, 2021
Home Cronaca/Politica Bando per la redazione del Pat. L'assessore Frison anticipa i nuovi criteri...

Bando per la redazione del Pat. L’assessore Frison anticipa i nuovi criteri e annuncia azioni legali a seguito di alcune dichiarazioni comparse sulla stampa 

Franco Frison, assessore

Nel corso della Commissione Urbanistica di martedì sera, l’assessore all’urbanistica del Comune di Belluno Franco Frison, ha presentato ai consiglieri i criteri del bando, di prossima pubblicazione, finalizzato all’affidamento dell’incarico della redazione del PAT – Piano di Assetto del Territorio.

«Il bando – ha spiegato Frison – è stato rimodulato sulla base delle osservazioni pervenute a seguito della pubblicazione del preavviso di informazione effettuata a metà dicembre».
Il bando, a procedura aperta, parte da una base d’asta di 109 mila euro.
«I criteri adottati per la selezione – ha aggiunto Frison – non prevedono il possesso da parte dei professionisti di requisiti minimi di fatturato, ed abbiamo rivisto anche altre aspetti: ad esempio, i requisiti tecnici sono estesi agli ultimi 15 anni, anziché agli ultimi 5 come molti analoghi bandi prevedono, e questo ci permetterà di garantire la massima partecipazione dei professionisti. Viene anche richiesto di aver già redatto un analogo strumento urbanistico per un capoluogo di provincia o per una città di 20.000 abitanti».
Il bando sarà gestito mediante le nuove procedure informatiche con l’utilizzo della piattaforma messa a disposizione delle stazioni appaltanti della provincia da parte del SIT – Sistema Informativo Territoriale del Consorzio BIM.

In chiusura di presentazione, Frison ha anche annunciato la sua personale iniziativa di dar mandato ad un legale di fiducia per procedere, una volta valutati i fatti, con conseguenti azioni a sua tutela, a seguito di alcune dichiarazioni comparse sulla stampa pochi giorni prima dello svolgimento della riunione del Consiglio Comunale di febbraio.
«Gli articoli – spiega Frison – riportavano affermazioni di estrema gravità in quanto mettevano in dubbio, in maniera inaccettabile, la trasparenza del mio operato, la mia imparzialità e i miei doveri di ufficio, screditando il mio operato e determinando un danno di immagine in primis come assessore, come professionista e come componente del Consiglio Nazionale degli Architetti».

Share
- Advertisment -

Popolari

Confermata domenica 1° agosto a Belluno la manifestazione “No al green pass”

"No al green pass". Domenica I° agosto dalle ore 18:00 alle ore 20:00 è confermata la manifestazione in piazza dei Martiri a Belluno. La protesta...

SlowMachine tra le imprese d’innovazione riconosciute dal Ministero della Cultura

SlowMachine, la compagnia teatrale bellunese che dal 2014 lavora sul territorio producendo spettacoli realizzando progetti di programmazione, è stata riconosciuta dal Ministero della Cultura...

Elisa Calcamuggi è la nuova responsabile marketing della Dmo

La Dmo Dolomiti si rinnova, con una nuova responsabile marketing. Si tratta di Elisa Calcamuggi, giornalista sportiva, che ha vinto il bando per la...

Cortina celebra i 150 anni dalla nomina della prima Guida alpina

A Cortina la tradizione alpinistica nasce in tempi lontani e naturalmente, come parte della vita quotidiana nella valle. Furono i cacciatori infatti i primi...
Share