13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Abbattimento lupi e orsi. Zanoni (PD): "Zaia faccia ritirare il Pdl di...

Abbattimento lupi e orsi. Zanoni (PD): “Zaia faccia ritirare il Pdl di Finco che sarà illustrato domani in Terza commissione”

Venezia, 17 luglio 2018  –  “Se Zaia è davvero contrario all’ipotesi di sparare ai lupi e agli orsi può facilmente dimostrarlo: faccia ritirare il Pdl 368 presentato dal capogruppo leghista Finco e sottoscritto da altri 11 consiglieri leghisti, che prevede la possibilità di abbattere i grandi carnivori”. È quanto chiede Andrea Zanoni consigliere regionale del Partito Democratico alla vigilia della discussione del provvedimento che domani pomeriggio sarà illustrato in Terza commissione.

“È assurdo pensare a una contrapposizione tra il governatore e la sua maggioranza quando nei fatti non si muove foglia che Zaia non voglia. Le indiscrezioni riportate dalla stampa sono insufficienti e tutte da verificare: non c’è una presa di posizione ufficiale da parte della Giunta regionale. Giunta che si è mossa con ritardo di cinque anni sul fronte della prevenzione, sfruttando male le opportunità e le risorse messe a disposizione dal Progetto Ue Wolfalps per l’acquisto, tra l’altro, di recinzioni elettrificate e cani pastore. Per rimediare ai propri errori, quindi, si propone di sparare ai lupi, un animale straordinario che rischiava l’estinzione. Una scelta – aggiunge Zanoni – crudele per gli animali, dannosa per l’ambiente e illegale. Bisogna invece lavorare per un ambiente dove ci sia spazio per tutti, si potrebbero usare i suddetti metodi di prevenzione con dei sistemi ecologici utili a diminuire le predazioni agli allevamenti come, ad esempio, vietare nelle zone del lupo la caccia alle sue prede naturali. La Regione però lavora al contrario autorizzando proprio in Lessinia, con un provvedimento dei giorni scorsi, addirittura la caccia in deroga al cinghiale!”.

“Tornando ai lupi, il ministro Costa ha già detto che è pronto a impugnare un analogo provvedimento delle Province di Trento e Bolzano, ma ovviamente il suo voto non basta, occorre che sia favorevole la maggioranza del Consiglio dei ministri e ciò non è detto. Per non correre rischi, è dunque fondamentale il ruolo della Regione: Zaia, se è realmente contrario all’abbattimento dei lupi, dica a Finco di ritirare il Pdl all’ordine del giorno della commissione Caccia e Agricoltura di domani, mercoledì 18 luglio o, qualora dovesse essere approvato dalla maggioranza in Consiglio, non lo promulghi. Altrimenti, al di là degli slogan, sarà complice di questa indecenza. I precedenti purtroppo non mancano, dato che ha promulgato con la sua firma leggi come quelle sul nomadismo venatorio, caccia da natante e ai cormorani, o ancora per le sanzioni da 3600 euro per chi disturba le doppiette. Tutte poi dichiarate incostituzionali”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Campagna vaccinale Ulss Dolomiti: vaccinati il 92% degli ultraottantenni in Provincia

Belluno, 19 aprile 2021 - Si è conclusa nel pomeriggio l'ultima giornata di accesso libero per gli over 80 a Tai di Cadore, con...

Sopralluogo alla frana di Valle di Cadore. Bortoluzzi: «Studiamo la situazione geologica per ipotizzare gli interventi più funzionali»

I tecnici incaricati dalla Provincia di Belluno hanno effettuato una serie di sopralluoghi a Valle di Cadore, lungo il versante sotto l'abitato di Costa...

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...
Share