13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 3, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Questo week end arriva in anteprima nazionale il docufilm sul Jazzit Fest#5...

Questo week end arriva in anteprima nazionale il docufilm sul Jazzit Fest#5 realizzato a Feltre nel giugno 2017

Verrà proiettato all Officinema di Feltre sabato 12 maggio alle 18:30 alla presenza del regista Massimo Ferrari (regista del recente “Dove vanno le nuvole”) e di Claudio Pantaleone il produttore della Thalia group maga production. Replica domenica sempre alle 18.30. Ingresso 5 euro.
Il titolo del docufilm è “Participio futuro. #laculturachevince” . Ricostruirà e racconterà il travaglio del jazzIt Fest che per quasi un anno, a cavallo tra il 2016 e il 2017, ha occupato centinaia di volontari feltrini nell’organizzare l’evento ideato e lanciato dall’editore indipendente Luciano Vanni, impegnati nel trovare e dare ospitalità ai circa 200 artisti che gratuitamente sono venuti a condividere la loro arte, i loro saperi e la loro passione con la cittadinanza Feltrina. Un nuovo modello di fare cultura senza fondi pubblici, per valorizzare il prezioso patrimonio artistico e naturale dei borghi italiani ovvero il modello “Civitates” come l’omonima associazione che ne è nata, che sta facendo storia in Italia e sta portando l’esempio Feltre in altre piazze. Protagonisti saranno gli abitanti di Feltre, prima, durante e dopo l’originale Festival che all’inizio era guardato da alcuni come una Utopia e poi ha avuto un successo richiamando oltre ventimila persone. Un obiettivo centrato però che non dipende solo dal numeroso pubblico attratto o dai grandi nomi coinvolti, ma dalla lezione culturale. Il film circuitera’ in festival nazionali e internazionali e su alcuni canali televisivi. È già in corso la traduzione in lingua inglese per il mercato internazionale mentre si organizzano riproduzioni in ogni angolo di Italia tra club community, istituzioni, caffè letterari . Tutti coloro che hanno vissuto l’atmosfera del jazzit fest non possono mancare nel rivivere questi tre giorni che hanno lasciato un segno nel tessuto sociale e culturale feltrino, insegnando a riappropriarsi dell propria città e a lavorare assieme condividendo. Un’opportunità per Feltre per essere lanciata e conosciuta con tutte le sue preziose caratteristiche.

Share
- Advertisment -

Popolari

La Consulta e i vaccini * di Filiberto Dal Molin

Abbiamo avuto in questi giorni la ventura di sapere come si sono articolate le discussioni e le argomentazioni in tema di obbligo vaccinale anti...

Certificata la presenza della lontra europea in Comelico. De Bon: «Scoperta di grande rilievo. È una specie rara e un indicatore di eccellente qualità ambientale»

La lontra è tornata ad abitare il Bellunese. La scoperta è avvenuta attorno a metà novembre, grazie a una serie di ritrovamenti. L'animale, che...

Violenza sulle donne e lo scivolone della maggioranza * di Ilenia Bavasso

"Io so di non sapere". Ignoranza s. f. . – L’ignorare determinate cose, per non essersene mai occupato o per non averne avuto notizia: i....

Dalle grandi dimissioni all’abbandono silenzioso: le condizioni del lavoro nelle province di Belluno e Treviso

Ricerca della Cisl su un campione di 2.550 lavoratori e lavoratrici Un giovane su 6 ha cambiato lavoro nell'ultimo anno: 4.765 dimissioni volontarie nel primo...
Share