13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 3, 2022
Home Cronaca/Politica Asili nido. Valentina Tomasi: "Tariffe invariate. Già al lavoro per avere più risorse"

Asili nido. Valentina Tomasi: “Tariffe invariate. Già al lavoro per avere più risorse”

Approvate dalla Giunta comunale le tariffe degli asili nido per l’anno 2018-2019: nessuna modifica rispetto agli anni precedenti, nonostante le novità sul piano dei contributi nazionali e regionali.
«Abbiamo mantenuto invariate le tariffe per venire incontro ai nostri concittadini. – spiega l’assessore alle politiche sociali, educative e dell’istruzione, Valentina Tomasi – Un obbiettivo centrato anche quest’anno, grazie ai contributi arrivati dal piano nazionale che ci hanno permesso di pareggiare i minori trasferimenti arrivati quest’anno dalla Regione».

I contributi assegnati dal Piano nazionale d’istruzione 0-6 anni, per il 2017, primo anno di introduzione, ammontano a 12.369,58 euro per l’asilo nido e 4.879,66 per il nido integrato; dalla Regione sono invece arrivati 32.869,11 euro per l’asilo nido (contro i 39.972,13 del 2016, -18%) e 12.966,48 per il nido integrato (16.813,39 nel 2016, -23%).
Le tariffe del servizio vengono così confermate a 14,85 € al giorno, 5,00 € per la presenza al mattino e 4,00 € per quella al pomeriggio; confermate anche le diverse agevolazioni per i residenti sul territorio comunale, con una soglia di accesso basata sull’I.S.E.E. di 16.470,00 €.

«Con questa compensazioni, abbiamo potuto mantenere le stesse tariffe ed agevolazioni. – spiega Tomasi – Con gli altri comuni e con ANCI siamo già al lavoro per incrementare le risorse per il 2018, così da poter inserire nuovi servizi o ridurre le rette. Abbiamo già avviato i contatti con gli istituti comprensivi per valutare quali sono i bisogni e quali le attività che potremmo inserire per andare incontro ai bisogni delle famiglie».

Sul futuro dei contributi, già iniziati i confronti a livello nazionale: «La commissione istruzione di ANCI prosegue nel dialogo con il Ministero ed il governo per il piano e per i riparti 2018 e 2019, – anticipa Tomasi – riparti che vengono effettuati su base capitaria». Nel Comune di Belluno, sono 56 i posti nelle due strutture presenti, che ogni anno fanno registrare il tutto esaurito: 44 nell’asilo nido “Piccolo girasole” di Mur di Cadola e 12 nel nido integrato di Levego.

Share
- Advertisment -

Popolari

La Consulta e i vaccini * di Filiberto Dal Molin

Abbiamo avuto in questi giorni la ventura di sapere come si sono articolate le discussioni e le argomentazioni in tema di obbligo vaccinale anti...

Certificata la presenza della lontra europea in Comelico. De Bon: «Scoperta di grande rilievo. È una specie rara e un indicatore di eccellente qualità ambientale»

La lontra è tornata ad abitare il Bellunese. La scoperta è avvenuta attorno a metà novembre, grazie a una serie di ritrovamenti. L'animale, che...

Violenza sulle donne e lo scivolone della maggioranza * di Ilenia Bavasso

"Io so di non sapere". Ignoranza s. f. . – L’ignorare determinate cose, per non essersene mai occupato o per non averne avuto notizia: i....

Dalle grandi dimissioni all’abbandono silenzioso: le condizioni del lavoro nelle province di Belluno e Treviso

Ricerca della Cisl su un campione di 2.550 lavoratori e lavoratrici Un giovane su 6 ha cambiato lavoro nell'ultimo anno: 4.765 dimissioni volontarie nel primo...
Share