13.9 C
Belluno
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliAppuntamentiLutero, l'uomo della rivoluzione. Presentazione sabato 13 maggio al Castello di Zumelle...

Lutero, l’uomo della rivoluzione. Presentazione sabato 13 maggio al Castello di Zumelle con l’autore Dal Bello e l’attrice Simonetta Solder

Il Castello di Zumelle (Mel) ospita sabato 13 maggio alle 18.30 la presentazione del volume “Lutero. L’uomo della rivoluzione” (ed. Città Nuova) del prof. Mario Dal Bello, giornalista. La serata, ad ingresso libero, organizzata dal Comune di Mel, dall’associazione “Sestiere Castellare” e dal Centro papa Luciani, sarà inoltre impreziosita per la presenza dell’attrice Simonetta Solder, famosa per essere il volto di Nora nella fiction Rai “Braccialetti rossi”.

Simonetta Solder

I due ospiti saranno introdotti dal saluto del sindaco di Mel Stefano Cesa e da una breve presentazione di Michelangelo De Donà dell’Università degli Studi di Pavia. L’incontro si colloca nell’ambito dei 500 anni dall’inizio della Riforma protestante che prende le mosse da Martin Lutero (1517). Con taglio narrativo ma documentato, l’autore del volume racconterà le varie fasi degli anni fecondi di questa autentica rivoluzione che ha cambiato il volto dell’Europa. Il 31 ottobre 1517 sul portone della chiesa del castello di Wittenberg, che è anche la chiesa dell’università, viene affissa una pergamena con 95 Tesi. Le propone alla discussione accademica frate Martin Lutero, dottore in teologia. Le Tesi contengono la proposta di un ritorno alla fede cristiana autentica, scandita in affermazioni audaci, dalla critica alle indulgenze o alla potestà del papa, fino alle necessità dei poveri. Nessuno lo immagina, nemmeno Lutero, ma è l’inizio della rivoluzione. Inquieto, impulsivo, intelligente, socievole, dedito con passione alla ricerca di Dio, Lutero segna il passaggio della storia europea dal Medioevo all’età moderna e continua ancora oggi a interrogarci.

Mario Dal Bello è giornalista, scrittore, critico d’arte cinema e di musica. Dal 1990 al 2012 è stato responsabile della sezione Arte e spettacolo della rivista “Città Nuova”. Ha collaborato con “Il Sole 24 Ore” online. Dal 1997 fa parte della Commissione nazionale valutazione film della Cei e della giuria del David di Donatello. Ha pubblicato una trentina di libri. Lavora per riviste ed eventi culturali. Già docente di Letteratura italiana in Italia e all’estero, insegna Storia dell’arte all’Università Lateranense a Roma, dove vive.

Simonetta Solder ha esordito nel cinema nel 2005 con “Il mistero di Lovecraft”. Quattro anni più tardi sarà nel cast del primo film Mediaset girato negli studi televisivi di Cinelandia, “Non smettere di sognare”. Attrice e traduttrice, collabora con trasposizioni teatrali dall’inglese e non perde occasione per apparire in serie tv e fiction nel suo paese natale. Nel 2009 è al fianco di Raul Bova nel drammatico “Sbirri”, cimentandosi in una prova attoriale significativa di una madre che affronta il dramma della perdita di un figlio adolescente a seguito dell’assunzione di una pastiglia di ecstasy. Ha fatto poi parte del cast della fiction “Come un delfino”, ancora al fianco di Bova, ispirata alla storia di Domenico Fioravanti, campione olimpico di nuoto costretto a ritirarsi a causa dei suoi problemi cardiaci. Torna sul grande sul grande schermo nel dramma “Amore liquido”, opera che s’interroga sulle problematiche della solitudine. Nel cast del primo film italiano in 3D “Hidden”, nel 2014 raggiunge il successo per l’interpretazione nella fiction “Braccialetti rossi”, ricevendo il plauso di critica e pubblico. Nel 2015 è nella commedia “Storie sospese”, a cui seguirà nel 2016 “Un bacio”.

- Advertisment -

Popolari