13.9 C
Belluno
venerdì, Aprile 23, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Teatro. Via alla campagna abbonamenti di Belluno miraggi

Teatro. Via alla campagna abbonamenti di Belluno miraggi

Presentata a inizio ottobre, la terza edizione della Stagione Teatrale organizzata da SlowMachine, si apre agli abbonamenti. Un cartellone composto da cinque appuntamenti, come nelle passate edizioni, tutti all’insegna della qualità artistica, della varietà di linguaggi e dell’attenzione verso il contemporaneo.

 Rajeev Badhan
Rajeev Badhan

“L’obbiettivo che ha sempre mosso il nostro lavoro sul territorio – spiega Badhan, direttore artistico insieme a Elena Strada della stagione – è stato quello di smuovere gli animi, di creare una discussione culturale e critica nei confronti del grande tema Teatro. Non solo attraverso gli spettacoli, ma puntando anche sugli incontri con gli artisti, i laboratori e il dialogo con gli spettatori, nella visione di un luogo aperto, di confronto, che sia punto d’incontro e di crescita culturale. Quest’anno, grazie ad un forte dialogo con il nostro pubblico, abbiamo deciso di riportare a Belluno due artisti che sono stati particolarmente apprezzati nelle precedenti edizioni”.

teatro comunale interniAd aprire questa nuova stagione sarà infatti la tanto attesa compagnia berlinese Familie Flöz con l’esclusiva regionale del riallestimento dello spettacolo “Teatro Delusio” che arriverà a Belluno il 17 dicembre per la felicità di un pubblico di tutte le età. Uno spettacolo che ha riempito negli anni i teatri di tutto il mondo, che ha replicato quest’estate per un mese di fila al celebre Festival di Edimburgo, registrando sold out e grandissimi successi di pubblico e critica. “Unico, brillante ed estremamente toccante: niente di meno che la perfezione” (The LIST). Teatro Delusio gioca con le innumerevoli sfaccettature del mondo teatrale: in scena e dietro le quinte, fra illusioni e disillusioni nasce uno spazio magico carico di toccante umanità. Mentre la scena diventa backstage ed il backstage è messo in scena, mentre sul palco appena riconoscibile si rappresentano diversi generi teatrali. Teatro Delusio è teatro nel teatro. 
L’inquietante vivezza delle maschere, le fulminee trasformazioni ed una poesia tipicamente Flöz trascinano il pubblico in un mondo a sé stante, un mondo carico di misteriosa comicità. Con l’aiuto di costumi raffinati e di suoni e luci ben concepiti, i tre attori mettono in scena 29 personaggi e danno vita ad un teatro completo.

A seguire sarà una compagnia cardine del teatro contemporaneo italiano che ha saputo farsi conoscere ed apprezzare in tutto il mondo (da poco terminate le repliche in Cina), il 20 gennaio arrivano i MOTUS con lo spettacolo MDLSX. Spettacolo dal tema estremamente attuale, toccante e dirompente, è uno “scandaloso” viaggio teatrale della straordinaria Silvia Calderoni che – dopo 10 anni con Motus – si avventura in questo esperimento dall’apparente formato del Dj/Vj Set, per dare inizio a una esplorazione sui confini. In MDLSX collidono brandelli autobiografici ed evocazioni letterarie e sulla confusione tra fiction e realtà MDLSX oscilla, “un’esperienza imperdibile: – come afferma il critico teatrale Christian Raimo, su Internazionale – uno spettacolo che cita i queer studies, la letteratura di genere, ma che va al di là di tutto questo”.
La seconda conferma dalle passate edizioni è, dopo le fragorose risate, il successo e la curiosità che ha generato nella scorsa stagione, Antonio Rezza con la sua dirompente e pungente comicità che sarà di nuovo sul palco del Comunale nella sua nuova produzione Anelante il 17 febbraio.
Rezza – Per citare Massimo Marino dal Corriere della Sera – non è solo un comico: è un intellettuale inquieto che attraverso la risata distrugge credenze, illusioni, sicurezze, apparenze. In cerca dell’altro Io, degli altri Io: che seppelliamo tutti i giorni. Nello spettacolo Anelante di RezzaMastrella il performer questa volta non è solo, ma accompagnato da altri corpi sulla scena, in un lavoro che come sempre ci diverte e ci prende a schiaffi, ci fa partecipi di una “festa” in cui nulla ci è insegnato o spiegato ma dove tutto viene capovolto e messo a soqquadro, uno spettacolo che ci fa ridere e allo stesso tempo ci rende vulnerabili, ci mette a nudo, dove nessuno può chiamarsi fuori.

A seguire l’11 marzo una compagnia che arriva per la prima volta a Belluno, ma che molto ha fatto parlare di sé in questi anni e non solo in Italia, si tratta di Deflorian/Tagliarini che arriva al Comunale con lo straordinario spettacolo Reality, che ha visto premiata Daria Deflorian con il premio UBU come migliore attrice 2012. Spettacolo unico nel suo genere, tratto dai diari di Janina Turek, donna polacca che per oltre cinquant’anni ha annotato minuziosamente ‘i dati’ della sua vita. 748 quaderni trovati alla sua morte nel 2000 dalla figlia ignara ed esterrefatta. Attraverso questo materiale affascinante e misterioso, che rivela, che rende degno di memoria ciò che solitamente passa direttamente nell’oblio, si sviluppa un “dialogare” con il pubblico attorno alla percezione di cosa è la realtà.

Infine, per chiudere questa terza edizione di BELLUNO MIRAGGI, verrà presentata in prima nazionale la nuova produzione di SlowMachine, prodotta all’interno del progetto di Residenza con il sostegno della Fondazione Teatri delle Dolomiti e il patrocinio del Comune di Belluno. Si tratta del celebre testo Lo Zoo di vetro del drammaturgo americano Tennessee Williams, che verrà presentata, nella versione della compagnia bellunese, l’8 aprile. Opera di rara delicatezza poetica, di simbolica visionarietà e d’innovazione letteraria, un dramma con fortissime connotazioni autobiografiche, che tocca svariati temi, dalla solitudine alla diversità e l’isolamento, dalla frustrazione alla bellezza e all’amore, dallo scontro generazionale alle aspettative mancate a quelle ancora attese, il tutto all’interno di un nucleo familiare che molto ci rivela dell’autore stesso.

Per questa edizione di BELLUNO MIRAGGI, il progetto artistico che caratterizzerà l’immagine portante della comunicazione della stagione è stato affidato all’artista Emanuele Kabu. Artista, animatore e visual attualmente stabilitosi a Londra, ma di origine bellunese. Artista poliedrico e di grande impatto visivo, i suoi disegni e i suoi video sono stati esibiti in numerosi film festival e gallerie internazionali. Dal 2008 produce musica, anima video e scenografie, collaborando anche all’interno della scena teatrale contemporanea.

PRENOTAZIONI A:

biglietteria@slowmachine.org / 328 9252116

COSTI:

ABBONAMENTI
– Platea e Prima galleria centrale: Intero 95 € – Ridotto 80 €
– Galleria laterale: Intero 70 € – Ridotto 55 €

BIGLIETTI SINGOLI
– Platea e Prima galleria centrale: Intero 22 € – Ridotto 18 €
– Galleria laterale: Intero 15 € – Ridotto 12 €

Riduzioni: Fino ai 30 anni – Over 65

(Il loggione verrà aperto ad esaurimento dei posti disponibili
Intero 15 € – Ridotto 12 € posto unico)

INFO:
www.slowmachine.org
FB: SlowMachine/Belluno Miraggi

Share
- Advertisment -

Popolari

No paura day 2. Sabato ore 16 a Belluno piazza dei Martiri. Il dissenso alla manifestazione di Botteghe aperte Dolomiti

Belluno 23 aprile 2021 – Domani pomeriggio alle ore 16 si terrà la manifestazione No paura day 2 in piazza dei Martiri a Belluno....

Scuole. Superiori con prime e quinte in presenza al 100% le altre classi al 70%. Trasporti con Dolomitibus al 50%. Situazione Covid

Belluno, 23 aprile 2021 - Da lunedì 26 aprile nelle scuole superiori la didattica in presenza sarà al 70% con priorità alle prime e...

Eventi culturali a Borgo Valbelluna

Il Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, fiore all’occhiello delle iniziative in Sinistra Piave, vede confermata la presenza dello scrittore veneziano Tiziano Scarpa...

Concluso il corso internazionale per maestri gelatieri: nove i diplomati, provenienti dal Marocco

Padrin: «Un esperimento riuscito che porterà in giro per il mondo una delle grandi eccellenze bellunesi» Nove nuovi maestri gelatieri del Marocco, diplomati con successo...
Share