13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Come è cambiata l'economia del Veneto. I seminari provinciali di Rifondazione comunista

Come è cambiata l’economia del Veneto. I seminari provinciali di Rifondazione comunista

rifondazione comunistaSi è conclusa martedì sera con la quarta riunione di Vicenza la fase degli incontri a livello provinciale del seminario regionale “Economia Lavoro e Ambiente nel Veneto” promosso dal Prc Veneto. Giovedì 14 aprile 2016 alle ore 21, nella sede della federazione di Padova in via Monte Solarolo 16, si terrà la riunione del coordinamento regionale per il bilancio del lavoro svolto e per individuare i contenuti e gli obiettivi dell’incontro seminariale regionale conclusivo .

“Gli incontri – spiega  Paolo Benvegnù, Segretario regionale di Rifondazione Comunista – che si sono svolti in tutte le provincie del Veneto sono stati: 5 a Padova, 4 a Vicenza e Treviso, 3 a Belluno, Venezia, Rovigo e Verona, per un totale di 25. Hanno partecipato ai lavori più di 200 compagne/i, in maggioranza lavoratrici e lavoratori dei più diversi settori, molti delegati e sindacalisti – della Cgil in prevalenza, ma anche di altre sigle sindacali. Sono intervenuti, portando contributi importanti, ricercatori e docenti universitari, rappresentanti di comitati e associazioni del mondo dell’ambientalismo militante.

Un’inchiesta collettiva e partecipata che aveva/ha come obiettivo l’analisi della profonda trasformazione/ristrutturazione intervenuta nei settori della manifattura, dei servizi, dell’economia e nel territorio del Veneto, dal lato della composizione del capitale e della stessa composizione materiale e politica della classe. Guardando anche ai conflitti e alle resistenze che comunque si sono prodotte e cercando di trovare il filo di una possibile connessione, della ricomposizione in una trama unitaria delle lotte e dei bisogni che emergono in potente contraddizione con il disegno di governance capitalistica dell’intero territorio, delle sue potenzialità, delle sue ricchezze materiali ed immateriali, ai fini della competitività delle imprese nel mercato globale.

Il seminario regionale conclusivo si terrà probabilmente, nelle prime settimane di maggio – conclude Benvegnù –  e avrà naturalmente come obiettivo l’approfondimento di alcune questioni emerse prepotentemente nei vari incontri che si sono tenuti. Ne segnalo una sola per il suo valore indicativo e perché preme con urgenza, non da sola certamente, nella nostra società: la dimensione insostenibile del disastro ambientale prodotto nel nostro territorio dalla logica predatoria con cui si sono sviluppati alcuni settori dell’industria, dell’agricoltura e del sistema delle grandi opere; questione acutissima in alcune provincie del Veneto”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share