13.9 C
Belluno
giovedì, Marzo 4, 2021
Home Cronaca/Politica Inaugurazione della Valdastico Sud. Ciambetti: "Porterà benefici immensi all'economia e alla qualità...

Inaugurazione della Valdastico Sud. Ciambetti: “Porterà benefici immensi all’economia e alla qualità della vita”

Roberto Ciambetti, presidente Consiglio regionale del Veneto
Roberto Ciambetti, presidente Consiglio regionale del Veneto

E’ stata inaugurata oggi ad Agugliaro la tratta autostradale Valdastico Sud alla presenza di autorità ed istituzioni, tra cui un gruppo di consiglieri regionali che vedeva nelle prime file Massimo Giorgetti (FI), Marino Zorzato (AP), Massimiliano Barison (FI), Stefano Valdegamberi (LZ), Sergio Berlato (FdI).

Il presidente del Consiglio Regionale del Veneto Roberto Ciambetti ha espresso la soddisfazione “per un opera importante, che ho visto partire nel 2004, e che ora finalmente viene completata, a dimostrazione che in Veneto – come ha detto Luca Zaia – le grandi opere non solo vengono iniziate, ma vengono anche portate a compimento, per il bene del territorio regionale e di tutto il Paese”.

“Questi 54 chilometri di stupenda autostrada inaugurati oggi – ha continuato il presidente del Consiglio regionale – sono un asse viario che avrà un impatto enorme sulla vita quotidiana dei territori attraversati: porteranno uno sviluppo economico ed imprenditoriale sostanziale, favorendo spostamenti, rapporti economici, commercio e forniture, ma anche miglioreranno nel contempo la qualità della vita dei cittadini, spostando il traffico dei mezzi pesanti dai centri abitati, rendendoli così molto più vivibili e meno inquinati”.

Roberto Ciambetti ha concluso le sue dichiarazioni esprimendo compiacimento per le dichiarazioni rilasciate dal ministro Graziano Delrio, che durante l’inaugurazione parlando a tutto campo ha plaudito alla legge regionale del Veneto che per prima offre la possibilità di rivedere i project financing in ambito infrastrutturale: “è molto positivo che il ministro Delrio abbia notato e plaudito l’innovazione introdotta dalla nostra legge sul project financing. Sarebbe a questo punto auspicabile che anche altre regioni acquisiscano questo nostro modello legislativo, utilizzandolo per dare nuovo spirito e nuovo respiro alla programmazione infrastrutturale in molte parti del Paese”.

Anche l’ultimo tassello mancante, dunque, che consente, entrando in autostrada da Badia Polesine di accedere all’autostrada A4, Milano-Venezia e di collegare direttamente le provincie di Rovigo e Vicenza è completato.
E si parla già della Valdastico Nord fino a Trento, il completamento da Legnago (VR) ad Este (PD) della Strada regionale 10 Padana inferiore, e della Nogara Mare. Il Veneto, insomma, si muove e se saranno i bellunesi, come 40 anni fa, a remare contro lo sbocco a Nord della Venezia-Monaco non ci dovremmo poi lamentare dell’isolamento della montagna e dello spopolamento.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Grave una giovane scialpinista caduta in Palantina

Tambre (BL), 4 marzo 2021 - Sono gravi le condizioni di una giovane scialpinista caduta da un salto di roccia mentre con un'amica risaliva...

Venerdì alle ore 9.00 da Cortina il via all’8va edizione della WinteRace

Al via domani alle ore 9.00 da Corso Italia, l’ottava edizione della WinteRace. Alla Super classica Acisport, che si svolgerà il 4-5-6 marzo totalmente in...

Valle del Mis. Sopralluogo per far partire i lavori. Luchetta: «Oltre 1 milione di euro per il ripristino della strada»

I lavori di ripristino della carreggiata sulla Sp 2 della Valle del Mis possono cominciare nel giro di poche settimane. La Provincia di Belluno...

Rotatorie di Levego e Sagrogna. Comitato: “La misura è colma”

Belluno, 4 marzo 2021 - "Siamo stufi di aspettare, dopo due anni in cui abbiamo solamente sentito delle promesse e nulla dal punto di...
Share