13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti “InAlberiamoci!”, corso di primavera per conoscere il nostro mondo arboreo. Da martedì...

“InAlberiamoci!”, corso di primavera per conoscere il nostro mondo arboreo. Da martedì 4 marzo a martedì 15 aprile

Gli alberi costituiscono un elemento fondamentale del nostro paesaggio e con essi ci confrontiamo quotidianamente.

La nostra provincia, poco antropizzata, a differenza delle altre della regione veneta, è ricca di verde con una grande quantità e varietà di specie arboree. Anche nella storia della Serenissima gli alberi hanno avuto un’importanza strategica, basti pensare ai Boschi banditi del Cansiglio e del Cadore, indispensabili per le esigenze dell’Arsenale di Venezia.

Ma quanti bellunesi sanno riconoscere e distinguere un abete rosso da un abete bianco o un pino silvestre da un pino cembro, od ancora un pioppo da un salice?

Consapevoli della scarsa conoscenza del nostro mondo arboreo è stato organizzato un apposito corso. Ne sono promotori il CTG di Belluno, la Biblioteca Civica del capoluogo e la sezione locale del CAI, che forti del successo (ben 85 partecipanti!) del corso dedicato lo scorso anno ai fiori di montagna, ne hanno ora indetto uno sugli Alberi e Boschi del territorio bellunese.

Anacleto Boranga
Anacleto Boranga

L’iniziativa è alla portata di tutti essendo il taglio di carattere divulgativo, pratico e coinvolgente, grazie alla competenza ed esperienza dei relatori, tra i quali dei dottori forestali e dei naturalisti. Il direttore del corso è Anacleto Boranga – naturalista e la coordinatrice organizzativa è Daniela Mangiola – operatrice naturalistica del CAI (tel 0437 34980 cell.339 6032976).

Il corso si articola su sette lezioni settimanali presso la Sala Dal Pont-Bianchi di Belluno, dal martedì 4 marzo al martedì 15 aprile e tre escursioni didattiche nei pomeriggi dei sabati 5 aprile (Boscon), 10 maggio (Vedana e Masiere) e 17 maggio (Parco di Mussoi).

L’attenzione sarà rivolta a vari aspetti della realtà arborea, quali la distribuzione geografica dalla Val Belluna alla parte settentrionale della provincia, nonché a quella altitudinale, dai boschi collinari a quelli montani e subalpini. Verranno pure considerati i boschi ripariali e gli Alberi monumentali.

Il primo incontro sarà dedicato all’albero nelle stagioni e sarà aperto a tutti, mentre per la partecipazione a quelli successivi è richiesta un’apposita iscrizione, in occasione del primo incontro oppure presso la sede del CTG in via Carrera 16 – tel 0437 950075 (orari di apertura lunedì e sabato 10,00-12,00 e dal martedì al venerdi 17,30-19,00).

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Lavoratori artigiani: se la cassa integrazione è pagata dal Fondo FSBA tramite Ebav, va scaricato il CU per fare la dichiarazione dei redditi

Cassa integrazione pagata dal Fondo FSBA tramite Ebav, i lavoratori e le lavoratrici si attrezzino per scaricare la Certificazione Unica necessaria per presentare la...

Dubbi sulle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026

Dopo le fanfare bipartisan che a Milano e Cortina hanno salutato la vittoria, per abbandono delle città concorrenti, per le Olimpiadi invernali del 2026,...

A marzo i consumi elettrici ritornano ai livelli pre-covid. Terna: Fabbisogno mensile in crescita: +2,5% sul 2019 e +15% rispetto al 2020

Roma, 20 aprile 2021 – A marzo, secondo i dati di Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale ad alta e altissima...

Cultura del cibo e del vino. Ais Veneto partner di Ca’ Foscari nel master

Ventuno studenti affronteranno gli scenari del food and wine dopo la pandemia. Obiettivo: far diventare la guida Vinetia uno strumento turistico L'Associazione Italiana Sommelier Veneto...
Share