13.9 C
Belluno
domenica, Settembre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Il consiglio comunale di Feltre approva l'ordine del giorno sull'abolizione della Bossi-Fini

Il consiglio comunale di Feltre approva l’ordine del giorno sull’abolizione della Bossi-Fini

teatro-la-sena-feltreIl consiglio comunale di Feltre ha approvato a maggioranza l’ordine del giorno contro la Legge Bossi-Fini. Al dibattito non era presente il consigliere di 5 Stelle che lo aveva definito demagogico e strumentale.

La campagna per la cancellazione della Bossi-Fini, con richiesta di portare la questione dinanzi agli amministratori locali eppoi al governo, era stata avviata dal Movimento Sinistra Ecologia e Libertà.

Ecco il manifesto

Mai più tragedie nel nostro mare. Non c’è più tempo. Sta diventando una strage, la cronaca di tragedie annunciate e a cui la classe dirigente riserva solo lacrime. Un altro barcone che si rovescia, altre storie che vanno in frantumi, altre speranze pagate a caro prezzo a scafisti senza cuore che annegano nei nostri mari. Non c’è un secondo da perdere, ora non servono lacrime e cordoglio. Non possiamo permetterci di vivere il presente continuando a recuperare cadaveri, trasportare bare e piangere morti invocando un cambiamento che non si riesce a mettere in pratica. È il momento di agire.

Per queste ragioni lanciamo una campagna nazionale. Per abolire leggi, come la Bossi-Fini, che determinano morti ed inutili tragedie, per una nuova politica dell’immigrazione e per l’apertura di un canale umanitario da attivare subito in comune accordo con l’Europa. Vogliamo cambiare le leggi che puzzano di morte. Qui come a Bruxelles.

Chiediamo ai nostri amministratori – consiglieri, assessori – di proporre ordini del giorno e delibere che chiedono al governo l’abolizione della Bossi-Fini, l’attivazione di un canale umanitario e una nuova politica sull’immigrazione. Per questo chiediamo di stampare i volantini e i manifesti, di distribuirli, di stamparli e attaccarli, di veicolarli e usarli sui social network. Di sentirsi tutti parte di questa campagna.

Perché pensiamo che l’Italia sia migliore di chi la rappresenta e che abbia già scelto da che parte stare. Quella dei diritti umani.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Crescono gli iscritti al 5° Dolomiti Rally

A cinque giorni dalla chiusura delle iscrizioni, fissata alla mezzanotte di mercoledì 30 settembre prossimo, è già salito a 56 il numero degli equipaggi...

Ski College Veneto di Falcade. Presentata oggi la stagione 2020-2021 con oltre 60 atleti sciatori di snowboard, sci alpino e fondo

Falcade (Belluno), 26 settembre 2020 – «Vogliamo continuare ad alzare l'asticella e far sì che i nostri ragazzi possano raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi...

Nevegal, 8 anni di chiacchiere * di Fabio Bristot “Rufus”

Lette le dichiarazioni di Massaro, tra le quali spiccano per poca onestà intellettuale quelle secondo le quali non sarebbe "competenza del Comune di Belluno...

Nevegal. Stagione invernale fortemente compromessa. La delusione degli operatori del Colle

Solo uno scatto d'orgoglio o un colpo di scena può oramai salvare la stagione invernale del Nevegal. E' quanto si percepisce dalle osservazioni degli...
Share