13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Prima Pagina Gianluca Amadori confermato alla presidenza del Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti del...

Gianluca Amadori confermato alla presidenza del Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti del Veneto. La bellunese Michela Canova vicepresidente

Gianluca Amadori
Gianluca Amadori

VENEZIA, 7 giugno 2013 – Gianluca Amadori è stato confermato alla presidenza del Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti del Veneto per il prossimo triennio. Con lui sono stati riconfermati anche Michela Canova (pubblicista) nel ruolo di vicepresidente e Leopoldo Pietragnoli (professionista) in quello di tesoriere. Nuovo segretario dell’Ordine regionale è Alessandra Sgarbossa (pubblicista). Nel nuovo Consiglio siedono anche i professionisti Martina Zambon, Beppe Gioia, Giovanni D’Alessio, Massimiliano Crosato e il pubblicista Matteo Guarda.

Riconferma anche per il professionista Enrico Scotton quale presidente del collegio dei Revisori dei conti, di cui fanno parte Andrea Buoso (professionista) e Giovanni Battista ‘Giobatta’ Bianchini (pubblicista).

Il nuovo Consiglio ha ringraziato per il lavoro svolto l’ex vicepresidente Fiorenza Coppari, nominata lo scorso aprile alla presidenza del Consiglio di disciplina, l’ex segretario Claudio Baccarin, i consiglieri uscenti Giuditta Bolognesi e Michela Manente e l’ex componente dei revisori dei conti Lorenza Martini, non ricandidatisi alle elezioni.

 

Michela Canova
Michela Canova

Alla seduta di insediamento del nuovo Consiglio regionale, tenutasi ieri a Venezia, hanno partecipato anche i rappresentanti veneti eletti al Consiglio nazionale: Alberto Vitucci, Maurizio Paglialunga e Lucio Bussi per i professionisti; Cristina Marchesi, Alessandro Mantovani, Andrea Pattaro per i pubblicisti. La seduta di insediamento del Cnog si terrà il 18 giugno.

“In un momento di grandi trasformazioni per il mondo dell’informazione e di crescenti difficoltà per la professione, l’Ordine del Veneto proseguirà, rafforzandola, l’attività tesa a garantire rigore e correttezza dell’informazione, impegnandosi, assieme al Sindacato e agli altri organismi di categoria, nella difesa di libertà, autonomia e indipendenza dei giornalisti, nonché della dignità del lavoro giornalistico, troppo spesso sotto attacco – ha dichiarato il presidente Amadori – Particolare attenzione sarà prestata alla formazione professionale che, a partire dal 2014, sarà obbligatoria per tutti gli iscritti”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...
Share