13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 24, 2021
Home Cronaca/Politica Passa l'emendamento Bond-Reolon: Dolomiti autonome nella nuova legge quadro sul turismo

Passa l’emendamento Bond-Reolon: Dolomiti autonome nella nuova legge quadro sul turismo

dario bond“Le Dolomiti costituiranno un tematismo a se stante. E’ un riconoscimento importante e necessario per dare il via a una nuova fase di promozione del prodotto e di valorizzazione delle nostre montagne”.

A dirlo con soddisfazione è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond dopo che l’aula – nel corso della discussione sulla nuova legge regionale del turismo – ha approvato l’emendamento presentato dallo stesso Bond che individua un tematismo specifico per le Dolomiti.

La proposta di legge in esame poggia – ed è questa una delle novità salienti del provvedimento – sull’individuazione dei cosiddetti tematismi, che, stando alla definizione legislativa, sono ambiti territoriali omogenei in termini di tipologie turistiche e specializzati in termini di presenza di risorse turistiche, capace di supportare lo sviluppo e la promozione di una gamma integrata di prodotti turistici ampia e coerente. Si tratta in pratica della “unità base” del turismo veneto del futuro.

“Nella bozza originaria la giunta aveva individuato un tematismo unico per leDolomiti e la montagna veneta, visione che ho voluto superare dando autonomia alle due voci. Un tematismo che va dalle Dolomiti bellunesi alla Lessinia Veronese passando per l’Altopiano di Asiago non aveva alcun senso e poteva essere dannoso per tutte le realtà”, rimarca il capogruppo del Popolo della Libertà.

“Le Dolomiti patrimonio dell’Umanità meritavano un tematismo a sè: questo significa una maggiore adesione al territorio e alle sue peculiarità turistiche, ma anche risorse più certe, che non rischiano di essere condivise con altre realtà”.

“Questa operazione”, osserva Bond, “è un bene anche per la montagna vicentina e veronese che hanno delle caratteristiche diverse rispetto a quella bellunese e che meritano a loro volta un trattamento diversificato”.

“Il sistema dolomitico bellunese è a un bivio: per poter sopravvivere deve poter contare sui nuovi strumenti che questa legge prevede, dalla nuova disciplina sull’albergo diffuso a quella sui bed & breakfast”, afferma Bond, autore di un altro importante emendamento che aggancia all’approvazione della nuova legge sul turismo l’attuazione della specificità bellunese: “La materia del turismo deve diventare il primo banco di prova per l’attuazione della nostra specificità. Lo stesso emendamento detta tempi certi per il trasferimento delle competenze e delle risorse necessarie”.

L’emendamento in questione sarà discusso nel prosieguo dell’esame in aula, ma già può contare su un’ampia convergenza.

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente all’ambulanza del Suem

Ponte nelle Alpi, 24 gennaio 2021 - Alle 9:30 di questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti lungo la SS 51 in via...

Ricognizione sul territorio. Padrin: «Il problema maggiore riguarda le risorse; le nevicate hanno esaurito i budget dei Comuni montani»

Dopo l'ultimo episodio di maltempo, la Provincia ha voluto capire quale fosse la situazione sul territorio. Soprattutto in montagna, dove sono caduti dai 30...

Una task force di medici e amici del Rotary per sconfiggere il Covid-19

Sono oltre un centinaio i soci del Rotary del Triveneto, medici e non solo, che hanno aderito ad End Covid Now, offrendo la propria...

Covid, “zona Sudtirol”. Bond (FI): «Bolzano ancora una volta fa quello che vuole. Assurdo, soprattutto per i territori contermini»

«Il governo sa che oltre a rossa, arancione e gialla esiste anche la "zona Sudtirol"? E lo sa che a Bolzano fanno quello che...
Share