13.9 C
Belluno
mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Cambio ai vertici della Fondazione per l'Università e l'alta Cultura. Rasi Caldogno...

Cambio ai vertici della Fondazione per l’Università e l’alta Cultura. Rasi Caldogno stila il bilancio dopo due mandati

Adriano Rasi CaldognoFeltre, 25 febbraio 2012 – Un bilancio risanato e molteplici attività avviate sono l’eredità che Adriano Rasi Caldogno lascia al futuro della Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura: dopo due mandati e un’esperienza durata sei anni, il Presidente ha salutato il Consiglio di Amministrazione venerdì sera anticipando le dimissioni dal vertice dell’unico organo di coordinamento dell’alta formazione della Provincia.

In questi due mandati, il Presidente uscente ha inoltre promosso e consolidato la relazione e la collaborazione con le principali università del sistema veneto.

Venerdì 22, con l’approvazione all’unanimità del bilancio 2012, la sua attività si è ufficialmente conclusa e la Vice Presidente Flavia Colle, ha assunto la guida della Fondazione in attesa del rinnovo del Consiglio d’ Amministrazione.

Presidente, per ogni avventura che termina è consuetudine “tirare le somme”. Da quando ha preso in mano le redini della Fondazione ad oggi cos’è cambiato?

“Ritengo che le azioni vadano valutate nel medio/lungo periodo. Quello che senz’altro posso affermare è che, rispetto alla situazione iniziale, è mutato il quadro complessivo della Fondazione. Sei anni fa il bilancio registrava oltre 600mila euro di passivo, esistevano rapporti problematici con IULM e molti mettevano in dubbio il futuro della Fondazione.

Oggi abbiamo approvato un bilancio in attivo, uno stato patrimoniale equilibrato e soprattutto abbiamo stretto sinergie vitali con i maggiori atenei veneti e siamo un punto di riferimento riconosciuto nel settore per la Regione Veneto, gli Enti locali e le Associazioni imprenditoriali provinciali.

Il contesto socio-economico è mutato con rapidità in questi anni e la Fondazione ha saputo adeguare la tipologia di offerta alle esigenze dettate dal territorio.

Per entrare nello specifico, posso dire che le attività che hanno registrato il maggior successo sono state le Summer School, in partnership con Ca’ Foscari e lo IUAV di Venezia, la SSIS, indirizzata alla formazione degli insegnanti, e i diversi Master.

Infine, le attività in sinergia con la Regione nel segmento della Formazione Superiore che si concretizzeranno nell’attivazione di un volume ingente di corsi nel 2013”.

Come vede il futuro della Fondazione?

“L’auspicio è che la nuova governance prosegua prestando attenzione alle esigenze del territorio e continuando a credere nel valore di questa Fondazione, pur nei tempi di estrema difficoltà che sono sotto gli occhi di tutti”.

Per concludere, su cosa è necessario puntare oggi in ambito formativo?

“A mio avviso è sempre più opportuno puntare su tre filoni principali. In primis la formazione post lauream, o diploma, per affinare le capacità e le diverse professionalità in modo da dare una risposta concreta al mercato. In secondo luogo la formazione continua per l’aggiornamento delle competenze, divenuta di basilare importanza vista la velocità dei cambiamenti e la concorrenzialità sempre più accesa. Infine, ritengo che sia necessario sviluppare il settore dedicato all’innovazione e alla ricerca applicata, diventando un ponte tra le potenzialità delle menti e l’applicazione dei risultati, con ricadute importanti per il territorio”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Rc auto: a Belluno prezzi in calo del 5%

  il nuovo anno si apre con una brutta notizia per quasi 57.000 automobilisti veneti; tanti sono gli automobilisti che, secondo l'analisi di Facile.it, avendo nel 2020...

Ulss Dolomiti. Rallentamento epidemico. Da sabato 23 gennaio via alla nuova organizzazione dei drive-in tamponi per l’area di Belluno

Il rallentamento epidemico registrato nelle ultime settimane comporta una minor richiesta di esecuzione tamponi che consente una rimodulazione di orario. Per quanto attiene la logistica,...

Premio Rodolfo Sonego, iscrizioni entro il 7 Febbraio 2021

Il Premio Rodolfo Sonego - il concorso per sceneggiature di cortometraggi creato da Lago Film Fest con la collaborazione di Scuola Holden (Torino) -...

Maltempo di inizio dicembre. Il Comune di Belluno segnala danni per 1,6 milioni

Ammonta a poco meno di 1,6 milioni di euro (per la precisione 1.583.800 euro) la conta dei danni segnalati dal Comune di Belluno alla...
Share