13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 16, 2021
Home Cronaca/Politica Lega Nord, sì allo sfruttamento idrico. Vello: "A condizione che i proventi...

Lega Nord, sì allo sfruttamento idrico. Vello: “A condizione che i proventi possano restare ai Comuni del Bellunese”

“L’acqua è un bene importantissimo ed è l’oro bianco che parte dalla nostra terra bellunese”. Lo afferma il segretario provinciale della Lega Nord Diego Vello, che apre allo sfruttamento idrico a condizione che i Comuni bellunesi possano introitare maggiori ricavi.

Diego Vello
Diego Vello

“Oltre alla battaglia importante che la Lega Nord perseguirà per l’ottenimento di una maggiore autonomia fiscale per le aree del Nord del Paese, un’altra questione a noi cara è quella della risorsa idrica. – prosegue il segretario provinciale della Lega – Si dovrà, in sede parlamentare, tutelare maggiormente questo bene e far sì che gli introiti derivanti dallo sfruttamento idrico rimangano nel nostro territorio.

Questo non significa negare al privato la possibilità di ottenere licenze per la costruzione di nuove centraline idroelettriche ma la nostra proposta tende a mettere in stretta collaborazione pubblico e privato perché i proventi derivanti dallo sfruttamento possano restare, con uno quota garantita e non solo di canone, all’interno dei comuni bellunesi.

Altra tematica legata al nostro bene è lo sfruttamento per uso irriguo che ogni anno porta i nostri bacini ad essere letteralmente svuotati generando anche un danno economico nel settore turistico che non ha garanzie di fronte a tale ruberia e lo mette in una situazione di impotenza contro il sistema.

Oggi la nostra provincia è una delle aree più sfruttate d’Europa per quanto concerne la produzione di energia idroelettrica, questo deve portare la politica ad una profonda riflessione sull’uso delle nostre risorse anche per il domani.

Come Lega Nord – conclude Vello – perseguiremo ogni iniziativa atta a far restare nel nostro territorio le risorse dovute da ogni tipologia di sfruttamento idrico, è giusto che un bene così necessario e di primo ordine venga non solo usato con parsimonia ed intelligenza ma pagato adeguatamente dando ristoro alle aree da dove proviene, in primis il bellunese”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Acc, D’Incà: “Passi in avanti nell’interlocuzione europea”

"In queste settimane il Governo ha lavorato con estrema attenzione per il futuro dell'Acc: è in corso una forte interlocuzione europea in seguito alla...

Droga. Denunciato un 25enne a Feltre

Feltre, 15 gennaio 2021 - Un 25enne di Feltre è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è...

Somministrazione di bevande al banco. Sanzionato il Mary’s Bar di Sedico

Sedico, 15 gennaio 2020 - Nel primo pomeriggio di ieri, nel corso delle operazioni di controllo in collaborazione con la polizia locale, i carabinieri...

Malga Misurina, quale futuro? Lettera aperta della Cia Agricoltori al sindaco

Ill.mo Sig. Sindaco dott.ssa. Tatiana Pais Becher, Le scriviamo la presente in merito alle modalità con cui sono stati gestiti i rapporti e la riassegnazione del...
Share