13.9 C
Belluno
mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home Cronaca/Politica Referendum. Dario Bond: "Roma deve dirci cosa intende fare nei confronti della...

Referendum. Dario Bond: “Roma deve dirci cosa intende fare nei confronti della montagna”

Dario Bond
Dario Bond

“In un momento in cui è forte il disegno accentratore dello Stato, affrontare la tematica referendaria in tutta la sua complessità è un dovere al quale non possiamo più sottrarci. Per questo condivido la proposta di convocare un Consiglio regionale straordinario sulla questione dei referendum. Non si tratta di alimentare illusioni ma di obbligare lo Stato a prendere una posizione su un tema previsto dalla Costituzione. In questo momento elettorale è uno sprone per capire anche quale futuro spetta alle autonomie locali”.

A dirlo è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond appresa la notizia che un gruppo di consiglieri ha chiesto un Consiglio ad hoc per discutere le mozioni in materia referendaria.

“Dal canto mio, proprio in questi giorni, ho accolto la richiesta dei referendari ladini e del coordinatore provinciale del Pdl Stefano Ghezze che chiedono di ribadire sia in sede regionale che nazionale le peculiarità della consultazione ladina. Lo stesso Ghezze mi ha trasmesso una mozione che presenterò in Consiglio e che mi auguro possa essere trattata o quanto meno entrare nel dibattito e nei deliberati delle mozioni già presentate in passato”.

“Ricordo a tutti che la tematica referendaria è già stata affrontata con coraggio e convinzione da questo Consiglio nell’estate del 2012 con l’approvazione della mozione a favore di Sappada e Cinto Caomaggiore, documento che impegna il Parlamento ad attivare la procedura prevista dall’articolo 132 della Costituzione”.

“Chiediamo al Parlamento di prendere una posizione e di non bloccare ulteriormente l’iter costituzionale che è stato frenato troppo spesso dalla lobby delle autonomie, la stessa che continua a perorare per se stessa privilegi non più tollerabili. In questi anni il dibattito attorno ai referendum si è arricchito di spunti, riflessioni e rivendicazioni che non possono più essere sottaciute al di là di come la si pensi. Non è questione di sì o di no ma di come la montagna dovrà essere governata per il futuro”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rc auto: a Belluno prezzi in calo del 5%

  il nuovo anno si apre con una brutta notizia per quasi 57.000 automobilisti veneti; tanti sono gli automobilisti che, secondo l'analisi di Facile.it, avendo nel 2020...

Ulss Dolomiti. Rallentamento epidemico. Da sabato 23 gennaio via alla nuova organizzazione dei drive-in tamponi per l’area di Belluno

Il rallentamento epidemico registrato nelle ultime settimane comporta una minor richiesta di esecuzione tamponi che consente una rimodulazione di orario. Per quanto attiene la logistica,...

Premio Rodolfo Sonego, iscrizioni entro il 7 Febbraio 2021

Il Premio Rodolfo Sonego - il concorso per sceneggiature di cortometraggi creato da Lago Film Fest con la collaborazione di Scuola Holden (Torino) -...

Maltempo di inizio dicembre. Il Comune di Belluno segnala danni per 1,6 milioni

Ammonta a poco meno di 1,6 milioni di euro (per la precisione 1.583.800 euro) la conta dei danni segnalati dal Comune di Belluno alla...
Share