13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 24, 2021
Home Cronaca/Politica Sanzionata per irregolarità la discoteca Shadow

Sanzionata per irregolarità la discoteca Shadow

Inaugurata lo scorso settembre, è stata temporaneamente sospesa l’attività e sanzionata per irregolarità la discoteca Shadow in via Vecellio a Belluno, su intervento della polizia, vigili del fuoco ed ispettori del lavoro.

Nello scorso weekend è stato effettuato, su disposizione del Questore di Belluno, un servizio coordinato di controlli finalizzato al contrasto del fenomeno dell’alcolismo fra i giovani, alla verifica delle condizioni di sicurezza nei locali pubblici e all’emersione del lavoro nero, organizzato dalla Divisione di Polizia Amministrativa con la partecipazione della Squadra Mobile e delle Volanti della Questura unitamente ai Vigili del Fuoco e agli Ispettori del lavoro della Direzione Territoriale di Belluno e dell’Inps.

Nel corso dei controlli sono emerse diverse irregolarità all’interno della discoteca “Shadow”, frequentata da giovani tra i 16 e i 20 anni.

Il personale della Questura ha accertato la regolare conduzione dell’attività di somministrazione di bevande agli avventori, in prevalenza minori , comunque maggiori di sedici anni, rilevando tuttavia la mancata esposizione della licenza di somministrazione di bevande in violazione del Regolamento delle leggi di Pubblica Sicurezza.

Sotto il profilo della sicurezza sono emerse diverse irregolarità, quali la mancanza di un responsabile della sicurezza, l’indebita presenza di un riscaldatore a gas e la mancata revisione degli estintori, pur tuttavia carichi e funzionanti. Ripristinate immediatamente le condizioni di sicurezza, adesso le suddette violazioni sono al vaglio del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per i seguiti di competenza, nonché l’eventuale interessamento della Commissione sui Pubblici Spettacoli sulla permanenza dei requisiti dei locali.

Inoltre, dalle verifiche sulla posizione retributiva e contributiva del personale impiegato nel corso della serata è emersa la presenza di un deejay non regolarmente assunto. Trattandosi di un’aliquota pari al venti per cento del totale dei lavoratori presenti, gli Ispettori del lavoro hanno disposto la sospensione dell’attività. Questa potrà riprendere soltanto previo pagamento di una somma di € 1.500, ferma restando la maxisanzione amministrativa che verrà successivamente irrogata dalla Direzione territoriale del lavoro.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente all’ambulanza del Suem

Ponte nelle Alpi, 24 gennaio 2021 - Alle 9:30 di questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti lungo la SS 51 in via...

Ricognizione sul territorio. Padrin: «Il problema maggiore riguarda le risorse; le nevicate hanno esaurito i budget dei Comuni montani»

Dopo l'ultimo episodio di maltempo, la Provincia ha voluto capire quale fosse la situazione sul territorio. Soprattutto in montagna, dove sono caduti dai 30...

Una task force di medici e amici del Rotary per sconfiggere il Covid-19

Sono oltre un centinaio i soci del Rotary del Triveneto, medici e non solo, che hanno aderito ad End Covid Now, offrendo la propria...

Covid, “zona Sudtirol”. Bond (FI): «Bolzano ancora una volta fa quello che vuole. Assurdo, soprattutto per i territori contermini»

«Il governo sa che oltre a rossa, arancione e gialla esiste anche la "zona Sudtirol"? E lo sa che a Bolzano fanno quello che...
Share