13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 15, 2021
Home Cronaca/Politica Assegno gigante da un milione: la difesa di Bond e Giorgetti alla...

Assegno gigante da un milione: la difesa di Bond e Giorgetti alla critica di Reolon

Dario Bond
Dario Bond

Massimo GiorgettiFingono di non capire Bond e Giorgetti e spostano la discussione sui contenuti anziché nella forma, la spettacolarità, oggetto della critica mossa da Sergio Reolon per l’assegno-lenzuolo da un milione di euro esibito ai fotografi. E replicano: “E’ paradossale che un consigliere regionale bellunese si indigni del fatto che la giunta regionale nel Cinquantesimo anniversario della tragedia del Vajont possa contribuire in maniera significativa alla realizzazione di un’opera che aiuterà a mantenere viva la memoria di ciò che è successo”.

bond padrin giorgettiA dirlo sono Dario Bond e Massimo Giorgetti, rispettivamente capogruppo del Pdl e assessore regionale ai lavori pubblici, commentando l’attacco nei loro confronti del consigliere di minoranza Sergio Reolon che ha definito “uno spettacolo da circo” la consegna dell’assegno di un milione di euro al sindaco di Longarone Roberto Padrin avvenuto giovedì scorso in municipio per la realizzazione di un percorso della memoria attorno alla diga.

“E a proposito della serietà di cui Reolon parla, fa specie che un consigliere regionale confonda due provvedimenti profondamente diversi l’uno dall’altro. Reolon nel formulare la sua denuncia fa un errore clamoroso e grossolano. Il percorso della memoria non è stato finanziato con il modello da inviare via fax per i lavori pubblici di interesse generale ma con un contributo straordinario ad hoc adottato sulla base di una specifica richiesta del comune di Longarone a cui era doveroso rispondere. A farla è stato quel sindaco che lui dice sia stato stato umiliato”.

“Un’altra cosa. Reolon è male informato anche quando dice che si premiano gli amici degli amici. Nel secondo programma di riparto a scorrimento del 2012 sui lavori pubblici di interesse locale di importo inferiore ai 200 mila euro il Comune di Belluno è risultato il primo in graduatoria a livello regionale e certo l’amministrazione comunale di Belluno non può dirsi di centrodestra. Tanto per la cronaca la Regione ha finanziato la realizzazione di un tratto di marciapiede in via Montegrappa con 70 mila euro”.

“A voler dirla tutta, nemmeno l’amministrazione di Longarone è nostra “amica” – per usare una distinzione che piace tanto a Reolon – visto che a essere iscritto al Pdl è il capogruppo di minoranza e non certo il sindaco”, concludono Bond e Giorgetti. “Caro Sergio, la prossima volta informati meglio. Da parte tua è una brutta caduta di stile”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Acc, D’Incà: “Passi in avanti nell’interlocuzione europea”

"In queste settimane il Governo ha lavorato con estrema attenzione per il futuro dell'Acc: è in corso una forte interlocuzione europea in seguito alla...

Droga. Denunciato un 25enne a Feltre

Feltre, 15 gennaio 2021 - Un 25enne di Feltre è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è...

Somministrazione di bevande al banco. Sanzionato il Mary’s Bar di Sedico

Sedico, 15 gennaio 2020 - Nel primo pomeriggio di ieri, nel corso delle operazioni di controllo in collaborazione con la polizia locale, i carabinieri...

Malga Misurina, quale futuro? Lettera aperta della Cia Agricoltori al sindaco

Ill.mo Sig. Sindaco dott.ssa. Tatiana Pais Becher, Le scriviamo la presente in merito alle modalità con cui sono stati gestiti i rapporti e la riassegnazione del...
Share