13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 17, 2021
Home Cronaca/Politica Ambiente: finanziati interventi per l'illuminazione pubblica

Ambiente: finanziati interventi per l’illuminazione pubblica

Maurizio Conte
Maurizio Conte

Nell’ambito della ripartizione dei fondi derivanti dal trasferimento di competenze in base al Decreto Legislativo n. 112/1998 (conosciuto anche come “Bassanini”) a sostegno di attività di informazione, sensibilizzazione, monitoraggio ambientale e di attività connesse alla pianificazione di interventi in materia ambientale, la giunta veneta su proposta del’assessore all’ambiente Maurizio Conte ha disposto l’assegnazione di 770 mila euro ad una particolare tipologia di interventi che si propongono il contenimento dell’inquinamento luminoso e nel contempo contribuiscono sostanzialmente al risparmio energetico determinando, a loro volta, una proporzionale riduzione in termini di emissioni inquinanti.

“Le finalità – sottolinea Conte – sono quelle individuate con la legge regionale 17/2009 che stabilisce le nuove norme per il contenimento dell’inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell’illuminazione per esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici. La giunta regionale ha successivamente fissato i criteri e le modalità per l’erogazione dei contributi a favore dei comuni che promuovono azioni per il contenimento dell’inquinamento luminoso. I progetti presentati riguardano per lo più la bonifica e l’adeguamento degli impianti esistenti e in misura minore la realizzazione di nuovi impianti di illuminazione pubblica”.

In considerazione dei fondi attualmente disponibili, per garantire una più omogenea distribuzione territoriale degli interventi da finanziare, sono stati predisposti due elenchi: nel primo si trova la graduatoria dei comuni che ricadono nelle zone di protezione degli osservatori astronomici professionali, come previsto dalla normativa regionale (n. 17/2009), assegnando per questa fattispecie un importo complessivo di 117.500 euro; nel secondo elenco sono inserite le proposte degli altri comuni, ordinate in modo crescente a partire da quelle con importo minore fino ad esaurimento delle risorse.

 

Elenco interventi provincia di Belluno

Prospetto 1A

Interventi che ricadono nelle zone di protezione degli osservatori astronomici professionali

Comune di Arsiè – Impianto di illuminazione pubblica stradale in Via 1° Maggio € 27.500.

 Prospetto 1B

Interventi ordinati in modo crescente a partire dall’importo minore

Comune di Santa Giustina Bellunese – Straordinaria manutenzione impianto illuminazione pubblica Area Giardinetto € 12.500;

Comune di Lamon – Rifacimento impianto di pubbluica illuminazione lungo via Slongo e Via Beccaroi, Oma e Conte – Intervento A Via Slongo e Beccaroi € 13.500;

Comune di Lorenzago di Cadore – Adeguamento dell’impianto di illuminazione pubblica in località Villapiccola € 25.000;

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Petizione al sindaco di Belluno: no alla strada a scorrimento veloce vicino a scuole e case

"Oggi abbiamo consegnato al Sindaco della nostra città 552 firme di cittadini che chiedono all’Amministrazione Comunale di lasciar decadere una volta per tutte il...

Vertice Provincia-Enel. Padrin: «Abbiamo parlato di fasce di rispetto, presidi territoriali e investimenti futuri. Grazie al ministro D’Incà per aver fatto da tramite»

A seguito dell'incontro a Roma di metà dicembre, la Provincia di Belluno ha tenuto venerdì scorso in videoconferenza una riunione con i vertici di...

Calalzo di Cadore, piano di sviluppo per l’area di Lagole. De Carlo: “Reperire risorse per la gestione e un concorso di idee per sostenere...

Il Comune di Calalzo di Cadore punta ancora forte sull'area di Lagole: "Stiamo lavorando a un progetto che ne migliori la fruibilità e ci...

Video del Soccorso alpino e Cai: “Scegliete un’altra montagna, meno rischiosa ma non meno coinvolgente”

Milano, 16 gennaio 2020  "Scegliete un'altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente". Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e il Club alpino italiano...
Share