13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 24, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti In Crepadona “Ritratti delle Dolomiti”: dallo scatto alla tela, di Giovanni De...

In Crepadona “Ritratti delle Dolomiti”: dallo scatto alla tela, di Giovanni De Biasi

passo-giau leggera“Ritratti delle Dolomiti”: dallo scatto alla tela. E’stata  inaugurata martedì 18 dicembre a Palazzo Crepadona la mostra del pittore Giovanni “Nanni” De Biasi, dedicata alle vette più suggestive del panorama dolomitico, dalla Civetta fino alle Marmarole. In esposizione nel “cubo” del centro culturale cittadino 25 opere (olio su tela), realizzate dall’artista bellunese negli ultimi due anni: visioni quasi metafisiche, che celebrano il fascino e l’unicità dei Monti Pallidi. Scenari di roccia cangianti che sono il prodotto dell’alchimia tra gli scatti che De Biasi (che è anche fotografo e alpinista) ha realizzato nel corso degli anni durante le sue numerose escursioni in montagna, e la rielaborazione pittorica di quell’istante particolare catturato dalla foto. Tofana di Rozes, Antelao, Pelmo, Croda da lago, Lastoni del Formin, Sorapiss, Sass de la Cruz, La Gusela… materiale fotografico, come lo definisce lo stesso De Biasi, “per il quale ho mantenuto il proposito di farne un giorno dei quadri. E in alcuni di questi sono riuscito a dipingere lo stato d’animo nell’istante in cui ho colto l’immagine”. Una scelta dettata anche dalla difficoltà di dipingere en plein air, a determinate altezze, e con la luce che cambia di secondo in secondo insieme alla prospettiva: “Questo all’inizio mi ha un po’ vincolato alla tecnica dell’iperrealismo, ma sganciarsi dal cromatismo suggerito dalla foto è stato di volta in volta più facile fino a quando il quadro non ha più avuto niente a che fare con l’immagine di base”. Per questo motivo e per consentire allo spettatore di seguire l’evolversi di questa mutazione, le “montagne animate” di De Biasi saranno esposte lungo un percorso cronologico. Opere che saranno presentate al pubblico, insieme a un profilo dell’artista, dall’amico Pier Francesco Franchi nel corso dell’inaugurazione. L’esposizione, che gode del patrocinio dell’assessorato alla cultura del Comune di Belluno, è curata da Mario Tomè, Luca De Biasi e Marco Resenterra. La mostra “Ritratti delle Dolomiti” rimarrà aperta fino al 5 gennaio.
Orari: dal martedì al giovedì dalle 15 alle 19; venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19; sabato dalle 9 alle 13.

Share
- Advertisment -

Popolari

Forte rischio valanghe, livello 4

Venezia, 23 Gennaio 2021 È alto il livello di attenzione in Veneto per il maltempo che si sta abbattendo in queste ore, a preoccupare...

Due interventi in montagna

Belluno, 23 - 01 - 21   Alle 16.20 circa il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato per uno scialpinista che si era fatto...

Ultime dai carabinieri. Truffa internet, denuncia per imbrattamento, furto

I carabinieri di Arabba hanno deferito in stato di liberta per il reato di truffa in internet R.M. 56enne di Brescia. Lo scorso 18...

Maltempo. Neve, allagamenti e detriti. Situazione in miglioramento

  Belluno, 23 gennaio 2021 - Aggiornamento ore 15.00 - La perturbazione è in fase di esaurimento e le precipitazioni sono in attenuazione. Entro la...
Share